In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket | Dilettanti | DNB

Benedetto XIV Tramec Cento : Intervista al D.S. Ivan Belletti

Di Ufficio Stampa Benedetto XIV Tramec Cento 24/01/2020


Benedetto XIV Tramec Cento :  Intervista al D.S. Ivan Belletti

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA


INTERVISTA AL D.S. IVAN BELLETTI

Nell’ultimo numero di Pressing abbiamo intervistato il Direttore Sportivo della Tramec Cento, Ivan Belletti. Ecco le sue risposte alle nostre domande.

Ciao Ivan! Sei arrivato alla Benedetto un anno fa: il tuo bilancio personale di questi primi 12 mesi in biancorosso?
Più che 12 mesi mi sembra passata una vita intera! Sono entrato come consulente in una situazione che conosciamo bene tutti, pian piano ho provato a calarmi il più possibile nel contesto.
Ovviamente il finale della scorsa stagione non lo potrò mai dimenticare, ma sono poi stato onorato di avere avuto la fiducia per ricostruire struttura e roster praticamente da zero.
La prima parte di questa stagione mi ha lasciato molto soddisfatto, adesso viene il bello.

10 vittorie consecutive e secondo posto in campionato: ti aspettavi un ruolino di marcia di questo tipo da questa Tramec Cento?
10 vittorie consecutive in un girone forse tra i più difficili della storia (non troppo) recente della Serie B sono davvero tanta roba. Frutto di un lavoro pazzesco dello staff e della squadra da agosto fino ad oggi. Forse non mi aspettavo una striscia di 10 vittorie, ma ho visto un gruppo unito anche se totalmente nuovo e ho sempre avuto fiducia in loro.

Andiamo indietro... quando ti sei appassionato al basket?
Quando mio padre mi regalò un Superbasket all’età di 8 anni, in copertina ricordo ancora che c’era Johnny Rogers a Milano! Io giocavo a pallavolo, mia mamma si rese conto che forse era meglio farmi provare il basket perché provavo a far canestro in bagher… e a pallavolo ero un talento vero!

Non te lo chiediamo in Italia... ma in USA sì: per quale squadra tifi in NBA?
Sono un “Lebroniano”, quindi tendo a seguire le gesta della squadra dove gioca Lebron James. Non ho mai avuto squadra del cuore in particolare, anche se negli ultimi 4/5 anni adoro gli Utah Jazz e provo a guardarle tutte.

Facciamo per un attimo finta che non esista denaro, regolamenti, e macchina del tempo... il giocatore che vorresti sempre nella tua squadra?
Ce ne sono talmente tanti che faccio fatica ad indicarne uno, diciamo cosi: Spanoulis se la partita è in bilico, Doncic se devo costruire una squadra per vincere, Fallucca o Leonzio se devo vincere con un tiro da 3 punti.

Al di fuori del basket... hai qualche hobby particolare?
Amo la musica di ogni genere, il buon cibo (so che si nota), le serie Tv (con il bimbo piccolo è dura adesso!), piu in generale amo stare in mezzo alla gente.

Cambiamo per un attimo sport... segui altre squadre/atleti?
Adoro il tennis, seguo il calcio ma prevalentemente Bologna e la Champions League, guardo la NFL nei momenti clou come adesso. Amo poi ovviamente le competizioni come le Olimpiadi, dove seguo ogni tipo di sport.

Ora vogliamo sapere il tuo coro preferito degli Old Lions...
“Che cosa, son venuto a fare…”

Stai seguendo in prima persona le giovanili della Benedetto 1964: il futuro biancorosso è in buone mani?
Assolutamente sì. Il settore giovanile a mio avviso è il motore di una società che vuole fare sul serio e fin da quando sono arrivato ci ho tenuto particolarmente a rinforzare la collaborazione con la 64. Ci sono ottimi allenatori, tanti ragazzi interessanti e soprattutto un entusiasmo che non è facile trovare in questi tempi. Ci sono tutte le condizioni per portare avanti un progetto importante, anche se la parola “progetto” è davvero abusata oggigiorno… quando però ci si trova davanti a idee giuste e voglia di fare, non bisogna avere paura di usarla!

Un saluto ai nostri tifosi!
Tutte le volte che li vedo arrivare in trasferta mi viene la pelle d’oca. So che l’esilio continua a far malissimo, spero duri ancora solo qualche mese… ma in questi mesi proviamo tutti a far diventare una bolgia anche San Lazzaro, a partire dal match fondamentale contro la Bakery! For Za Cen To

Area Comunicazione e Stampa
Benedetto XIV Tramec Cento

 

 

 




Rekico Raggisolaris Faenza : Tramec Cento - Rekico Faenza 76-55

Di Luca Del Favero 26/01/2020


Rekico Raggisolaris Faenza : Tramec Cento - Rekico Faenza    76-55

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA


LA REKICO CADE A CENTO

Tramec 76  Rekico 55
Parziali :(25-5; 40-29; 59-39)

CENTO: Idrissiou, Manzi, Fallucca ne, Ranuzzi 20, Morici 16, Venturoli 5, Rossi 10, Paesano 2, Leonzio 9, Vitale 4, Moreno 10. All.: Mecacci
FAENZA: Anumba 6, Rubbini ne Oboe 6, Samorì ne, Zampa ne, Calabrese 3, Tiberti 13, Bruni 5, Klyuchnyk 3, Sgobba 2, Petrini ne, Petrucci 17. All.: Friso
ARBITRI: Di Martino – Correale
NOTE: Uscito per falli: Calabrese

Ripartire dalla grande reazione del secondo quarto e recuperare il prima possibile gli infortunati. La Rekico perde in casa della capolista Cento 55-76 vivendo una serata storta soprattutto al tiro e recriminando per non essersi presentata al completo dovendo rinunciare a Zampa per un problema alla spalla e Rubbini per una distorsione alla caviglia rimediata nei giorni scorsi. L’obiettivo è di avere tutta la rosa al completo mercoledì in casa contro Chieti, gara in cui i Raggisolaris cercano un pronto riscatto.

Il match parte subito in salita con Cento che entra in campo aggressiva. La Rekico accusa questa intensità e dopo pochi minuti si trova ad inseguire 11-3 e 18-3, continuando a litigare con il canestro. Al primo riposo si arriva con la Tramec avanti 25-5 poi ecco la grande reazione faentina. Spinta dai tanti tifosi sugli spalti, la Rekico mostra il suo vero volto piazzando un break di 11-0 e recuperando il gap fino al 25-31: mattatore è Petrini autore di ben 12 punti nel quarto. Cento va in confusione, ma due time out di Mecacci le fanno riordinare le idee e con Moreno riprendono l’inerzia. Una sua tripla da nove metri e una sua penetrazione riportano Cento avanti in doppia cifra, facendola arrivare 40-29 all’intervallo. Un allungo che spiana la strada alla Tramec, brava ad arginare Faenza con la difesa e a guadagnare un vantaggio di venti punti, gestito poi fino alla sirena finale.


PROSSIMO TURNO – La Rekico ritornerà in campo  mercoledì alle 20.30 al PalaCattani contro l’Esa Italia Chieti, nell’ultimo turno infrasettimanale del campionato. Domenica 2 febbraio alle 18 sarà invece ad Ancona.

 

Luca Del Favero
Capo Ufficio Stampa Rekico Raggisolaris Faenza

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Rekico Raggisolaris Faenza : Presentazione partita Tramec Cento - Rekico Faenza

Di Luca Del Favero 25/01/2020


Rekico Raggisolaris Faenza : Presentazione partita Tramec Cento - Rekico Faenza

Dimitri-Klyuchnyk


Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA


Faenza, 25 gennaio 2020

A CENTO PER INAUGURARE UNA SETTIMANA DI FUOCO

La settimana di fuoco della Rekico, che la vedrà scendere in campo tre volte in sette giorni, inizia domenica alle 18 sul campo della capolista Tramec Cento, match che si disputerà al PalaSavena di San Lazzaro di Savena. Un impegno duro per i faentini, reduci da una doppia convincente vittoria, e pronti a farsi valere anche in casa di una delle regine del girone. Come sempre la sfida tra Faenza e Cento è uno degli appuntamenti più sentiti della stagione ed infatti sugli spalti del palasport bolognese ci saranno molti supporters romagnoli, che inciteranno i Raggisolaris dal primo all’ultimo minuto. Dopo la gara con Cento, la Rekico giocherà mercoledì al PalaCattani alle 20.30 contro Chieti nell’ultimo turno infrasettimanale del campionato, completando poi il tour de force domenica 2 febbraio alle 18 ad Ancona.

L’AVVERSARIO Non è mai facile confermare i pronostici estivi che ti vedono come grande favorita per la promozione, ma la Tramec Cento c’è riuscita, grazie alle tante vittorie che le stanno permettendo di occupare la vetta della classifica insieme a Fabriano. Coppia cheha inoltre staccato il pass per la Final Eight di Coppa Italia che si disputerà dal 6 all’8 marzo a Ravenna.

La formazione di coach Matteo Mecacci ha fino ad ora vinto 14 delle 17 gare disputate (le sconfitte sono arrivate in casa contro Rimini, a Civitanova Marche e a Piacenza) per merito di un organico esperto e con grande qualità che sta permettendo alla Tramec di avere il secondo miglior attacco del girone con 76.7 punti di media segnati e di subire 66.8 ad incontro. I punti sono inoltre equamente distribuiti come dimostrano i cinque giocatori in doppia cifra.

Uno dei top player è il pivot Emanuele Rossi, miglior marcatore dei suoi con 12.1 punti di media, e miglior rimbalzista del girone con 10.2 carambole a gara, nonché terzo per valutazione. Sotto canestro si fa valere ed è ben coadiuvato da Alex Ranuzzi (10.7 punti a gara) e da Alessandro Paesano, che pur partendo spesso dalla panchina riesce a dare un impatto importante sulla partita come dimostrano i 9.5 punti di media.

Molto interessante è anche il reparto esterni con il playmaker Yankiel Moreno, micidiale all’andata al PalaCattani con 23 punti, che orchestra il gioco sul perimetro insieme ad Ennio Leonzio (12 punti di media), consacratosi tra i giocatori più decisivi della serie B, e alla coppia formata da Matteo Fallucca (10.7) e da Nicolas Morici, bravissimi a colpire in velocità e ad aprire il gioco, dando un grande contributo anche in difesa.

Spiccate doti difensive le ha anche la guardia under Donato Vitale (’98), impiegato con continuità come l’ala Niccolò Venturoli (classe 2000). Domenica ci sarà anche Karim Idrissou, centro nativo del Benin del 2000, che Cento impiega soltanto da tre partite non essendo riuscito a tesserarlo nella prima parte di campionato per problemi burocratici.

Completano il roster i play Giacomo Manzi (2000) e Francesco Roncarati (2001) e l’ala Matteo Vannini del 2001.

La partita di domenica sarà la settima ufficiale in serie B tra Raggisolaris e Cento con gli emiliani che conducono 5-1. L’unica vittoria faentina risale al match di andata della stagione 2016/17.

L’AVVERSARIO “Cento è una squadra completa in ogni reparto e con tanta esperienza – sottolinea il pivot Dimitri Klyuchnyk – e sta meritando di occupare il primo posto. Sarà una partita molto difficile, ma sono certo che ci faremo trovare pronti, perché stiamo attraversando un buon momento come dimostrano le ultime due vittorie. Credo che la sconfitta a Teramo abbia fatto aumentare in noi le motivazioni e quella rabbia agonistica che dobbiamo avere in ogni partita.

All’andata abbiamo tenuto testa a Cento per oltre trenta minuti, poi sono saliti in cattedra i suoi giocatori, bravi a sapere cosa fare al momento giusto e a punirci con il loro cinismo. Domenica dovremo evitare di farci sorprendere e quindi bisognerà mantenere sempre alta l’attenzione e l’intensità.

A livello personale, sono contento di essere finalmente ritornato dopo due mesi di assenza per infortunio e il mio rientro con Montegranaro è stato molto positivo: ho giocato 13 minuti, il tempo che avevo prefissato con allenatore e staff medico, e soprattutto il giorno dopo la gara non ho sentito dolore. Adesso devo lavorare per trovare la migliore condizione fisica. Ho vissuto un periodo difficile, perché la schiena necessita di cure particolari, e ogni settimana in base al mio stato di salute decidevamo le cure da seguire. Non ho quindi mai avuto certezze sul mio rientro e questa situazione ha aumento i miei stimoli per cercare di ritornare il prima possibile a dare una mano ai miei compagni”.

PROSSIMO TURNO – La Rekico giocherà ospiterà mercoledì 29 gennaio alle 20.30 l’Esa Italia Chieti nel secondo e ultimo turno infrasettimanale della stagione. Domenica 2 febbraio alle 18 sarà invece di scena ad Ancona.

 

Luca Del Favero
Capo Ufficio Stampa Rekico Raggisolaris Faenza

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Anteprima di Tramec Cento vs Raggisolaris Faenza

Di Alessio Atti 25/01/2020


Anteprima di Tramec Cento  vs Raggisolaris Faenza

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

ANTEPRIMA DI TRAMEC CENTO - FAENZA

Anteprima del match di domenica: al Palasavena arriva la Rekico Faenza, atteso derby. Partita importante per mantenere salda la leadership del girone C da parte della Tramec Cento.
Palla a due alle ore 18 di domenica 26 gennaio.
La consueta anteprima del match, nell’analisi di Alessio Atti:

"Dopo il rotondo successo in terra abruzzese, la Tramec Cento si prepara a concludere il mese di gennaio con un doppio turno fra le mura amiche: nel giro di soli tre giorni, saranno affrontati in rapida successione i Raggisolaris Faenza ed il Porto Sant’Elpidio Basket.
I romagnoli stazionano a metà classifica, proprio a cavallo di quella zona play off che la Rekico vorrebbe raggiungere e mantenere. Il gruppo agli ordini di coach Massimo Friso è totalmente nuovo, fatta eccezione per i due riconfermati della passata stagione, ossia la guardia friulana Matteo Zampa e l’ala grande Giorgio Sgobba. Quest’ultimo è il top scorer dei faentini, con oltre 14 punti di media ed un significativo 38% dalla lunga distanza. Rispetto all’andata, Faenza potrà contare sull’apporto di Marco Petrucci (tornato in dicembre a vestire la canotta neroverde, dopo aver giocato alcuni mesi a Lucca) che dividerà il perimetro con il playmaker veterano Giovanni Bruni e con l’ala piccola di origini nigeriane Anumba Simon. Sotto canestro, fisicità e punti saranno garantiti dal pivot ucraino Dimitri Klyuchnyk e da Edoardo Tiberti, miglior rimbalzista della squadra."

AGGIORNAMENTI SUL MATCH
Si potrà seguire la partita tramite gli aggiornamenti sui canali Facebook, Twitter e Instagram della Benedetto XIV e tramite il "play by play" della LNP a questo link.

Area Comunicazione e Stampa
Benedetto XIV Tramec Cento
Alessio Atti



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'