• Romagna Sport
  • Marche Sport

Basket | Dilettanti | Regionale

Granarolo Basket Crei – 4 Torri Despar Ferrara 69 – 71

Di Paolo Paoloni

Pagina 1 di 1

07/03/2022

Granarolo Basket Crei  –  4 Torri Despar Ferrara 69 – 71

Seguici su Facebook: BASKET EMILIAROMAGNA    

 

Granarolo Basket Crei  –  4 Torri Despar Ferrara 69 – 71

(15-14; 38-33; 51-51)

Granarolo Basket: Crei : Salicini 12, Poggi, Paoloni Lu. 12, Salvardi 5, Tolomelli 10, Bertacchini 21, Guastaroba, Paoloni Lo. 9, Carati ne, Brotza. All. Millina.

4 Torri Despar Ferrara  : Pevere ne, Osellieri 13, Magnolfi 10, Canelo ne, Malfatto, Lesdi, Ghirelli M. 17, Ghirelli D., Kasa 28, Zaharia 3, Marongiu. All. Fels.

Arbitri -  Daniele De Santis (Carpi (MO)), Fernando Salatti (Parma)

CREI SOLITI DIFETTI, 4TORRI VINCE IN VOLATA

La CREI getta alle ortiche una partita ampiamente alla portata non riuscendo, come spesso le accade, a dare il colpo del ko quando le si presenta l'occasione e permettendo agli ospiti di rimanere a contatto anche quando la partita sembrava saldamente nelle sue mani.

Gli uomini di Fels hanno avuto il merito di saper aspettare il momento giusto e armare la mano di Kasa, MVP del match con 28p., 7r. e 37 di valutazione, sfruttando la discontinuità dei padroni di casa.

La cronaca: Entrambe le squadre si presentano in formazione ampiamente rimaneggiata (assenti Tugnoli-Zani-Drago-Pani per i padroni di casa, Canelo-Marchetti e Milosavljevic per la DESPAR) e i padroni di casa partono subito forte concedendo nulla in difesa ma non concretizzando più di tanto in attacco (6-0 al 4'). Kasa e Osellieri cominciano a fare danni e firmano la parità (8-8 al 6'). Da lì alla fine del quarto Bertacchini e Lorenzo Paoloni rispondono al duo estense a mandano la CREI al primo riposo con un punto di vantaggio (15-14).

L'inizio secondo quarto vede un sostanziale equilibrio fino al 12'30" (22-22 con la DESPAR che realizza quasi esclusivamente dalla lunetta) poi la CREI piazza un parziale di 10-0 andando a segno con Salicini- Lorenzo Paoloni-Bertacchini e capitan Luca Paoloni (32-22 al 15'30"). Ancora una volta, come troppo spesso accaduto quest'anno, la CREI non riesce ad azzannare la partita quando sembra averla in mano: La DESPAR spara 3 triple consecutive (2 di Ghirelli su assist di Kasa e 1 dello stesso Kasa), la CREI fa confusione in attacco e al 17'30" il vantaggio si è ridotto a sole 3 lunghezze (34-31). Salvardi, Ghirelli e Salicini fissano il 38-33 con cui le squadre chiudono la prima metà gara.

Inizio terzo quarto con sostanziale mantenimento delle distanze (46-42 al 14') poi la CREI perde l'occasione di allungare di nuovo non sfruttando una serie di palle perse degli ospiti: gli uomini di Millina fanno confusione in attacco e permettono a Magnolfi e Zaharia di riportare il match in parità (46-46 al 16'30"). La Despar sorpassa per la prima volta nel match con Kasa e Ghirelli ma un gioco da 3 punti di Salvardi allo scadere del quarto dà la parità alla CREI (51-51).

L'ultimo quarto è tutto sul filo del rasoio con continui sorpassi e controsorpassi, con Bertacchini che accentra quasi tutte le iniziative dei padroni di casa (13 tiri e 13 punti sui 19 tiri e 18 punti totali della squadra nel periodo) e risponde ai canestri di Kasa e Osellieri firmando l'ultima parità (65-65 al 16'). E' la tripla di Magnolfi che rompe gli equilibri nell'azione successiva: la CREI va a segno con Bertacchini per il -1, risponde Osellieri e Salicini ristabilisce il -1 a 1'30" dalla fine (69-70). Da qui in poi solo errori da ambo le parti fino alla tripla fallita da Lorenzo Paoloni a 10" dalla fine che costringe la CREI a fare fallo su Ghirelli che ha preso il rimbalzo. Ghirelli realizza il primo libero per il +2, sbaglia il secondo e questo non permette a Millina di chiamare l'ultimo timeout per disegnare il gioco finale. Salicini, abbastanza libero, scocca il tiro da 3 della possibile vittoria a 5" dalla fine: la palla gira 2 volte sul ferro poi esce; carambole a rimbalzo e la palla finisce nelle mani di Poggi che , da dietro al tabellone, prova inutilmente la preghiera con la panchina ospite che esulta per questa importantissima vittoria.

Ora la CREI avrà il turno di riposo e poi disputerà, il 20/3 in casa contro la capolista Anzola, l'ultima partita della prima fase che sarà ininfluente per la sua classifica; bisogna solo attendere gli esiti delle altre partite per capire quanti punti si porterà in dote la CREI nella seconda fase che comincerà il 26/3.....

 

 

Paolo Paoloni

Granarolo Basket

Basket Village

Crei Pallacanestro Granarolo 69 – 71 Despar 4 Torri Ferrara

Di Nicolò Govoni

Pagina 1 di 1

07/03/2022

Crei Pallacanestro Granarolo 69 – 71 Despar 4 Torri Ferrara

Seguici su Facebook: BASKET EMILIAROMAGNA

 

 

Crei Pallacanestro Granarolo 69 – 71 Despar 4 Torri Ferrara

(15-14; 38-33; 51-51)

Crei Granarolo: Salicini 12, Poggi, Paoloni Lu. (c) 12, Salvardi 5, Tolomelli 10, Bertacchini 21, Guastaroba, Paoloni Lo. 9, Carati n.e., Brotza. All.: Millina.

Despar 4 Torri: Pevere n.e., Osellieri (c) 13, Magnolfi 10, Canelo n.e., Malfatto, Lesdi, Ghirelli M. 15, Ghirelli D., Kaša 30, Zaharia 3, Marongiu. All.: Fels.

Arbitri: De Santis, Salatti.

Una vittoria con il cuore, con la voglia di uscire dal brutto periodo delle quattro sconfitte consecutive. La Despar 4 Torri torna da Granarolo con 2 punti pesantissimi in tasca, che le consentono di mantenere il quarto posto in classifica a sole due giornate dal termine della prima fase. Le buone notizie non si fermano qui: se Canelo è ancora fermo ai box, insieme a Pevere per un problema dell’ultimo minuto, il rientrante Kaša mette a referto 30 punti, massimo stagionale, e il nuovo arrivato Matteo Ghirelli contribuisce alla vittoria finale con tanta sostanza che va ben oltre i 15 punti segnati.

L’inizio della sfida, tuttavia, non è dei migliori per una Despar frastornata, che sbaglia tiri facili ravvicinati e dalla distanza, mentre Granarolo, non precisa ma più cinica sotto canestro, allunga subito sul 6-0, costringendo Fels a fermare il gioco: a metà della prima frazione gli ospiti sono ancora senza marcature, così l’allenatore granata decide di buttare nella mischia Jakub Kaša, al rientro dall’infortunio rimediato nella partita a Casalecchio di Reno. La risposta del ceco non si fa attendere: sblocca immediatamente l’attacco ospite con un gioco da tre punti, e poi con la tripla riporta in parità il punteggio sull’8-8. La Despar acquisisce con il passare del tempo la fiducia necessaria in attacco, con Kaša e Osellieri – gli unici due ad andare a referto nei primi 10 minuti – che rispondono ai colpi di Lorenzo Paoloni. Ma la voglia del gigante ceco della 4 Torri è incontenibile e consegna ai granata il primo vantaggio della partita, con 9 dei suoi complessivi 30 punti. A rimbalzo si nota una controtendenza rispetto alle gare precedenti, con Zaharia, soprattutto nella prima metà di gara, assoluto padrone dell’area: i rimbalzi catturati saranno per lui 11 al termine, e le seconde occasioni di andare a canestro sono poche per i bolognesi, che chiudono il quarto, comunque, in vantaggio 15-14. La seconda frazione si apre subito con il primo canestro in granata per l’ultimo arrivato in casa 4 Torri: Matteo Ghirelli, che nel momento di maggiore difficoltà della partita tiene a galla i suoi insieme a uno scatenato Kaša. La Crei infatti non si fa spaventare dalla zona degli ospiti, le cui mani, oltretutto, si raffreddano in attacco: i bolognesi bucano più volte la difesa granata, e Bertacchini, autore di una grandissima prestazione, dalla lunetta consegna la doppia cifra di vantaggio ai padroni di casa. È questo il momento di Ghirelli: accorcia con due triple di fila, che demoralizzano Granarolo; nonostante qualche distrazione di troppo, la Crei va al riposo lungo in controllo sul 38-33. La Despar è compatta, in una partita che procede equilibrata e ad altissima intensità: nella ripresa Kaša trova la tripla appoggiata al tabellone, mentre un sopraffino uso del perno di Osellieri (13 alla fine i suoi punti) riporta la 4 Torri a due lunghezze di distacco: 44-42. Granarolo commette molti falli, ma ancora Paoloni e Tolomelli fanno male alla difesa granata, che ritorna a concedere troppe penetrazioni verso il centro dell’area e tiri aperti. Kaša, pericolo numero uno, dall’altra parte del campo è sempre raddoppiato, ed ecco che innesca Magnolfi per la tripla del -1: con il successivo libero di Zaharia la Despar agguanta finalmente la parità, fino a trovare il vantaggio ancora con il nativo della Repubblica Ceca. Sulla sirena, però, un fallo ingenuo di Osellieri consegna a Salvardi i 2 punti e il tiro libero aggiuntivo: si va all’ultimo, decisivo parziale sul 51 pari. La frazione è un testa a testa continuo, senza respiro, tra le due contendenti: da una parte Bertacchini segna 13 – di cui ben 9 di fila – dei suoi 14 punti totali, dall’altra ancora un infaticabile Kaša e Ghirelli rispondono colpo su colpo. Granarolo spende, nuovamente, molto presto i 4 falli di squadra del periodo, ma prova a rimanere a galla con la tripla di capitan Paoloni su una brutta disattenzione difensiva degli ospiti, che però mantengono il possesso pieno di vantaggio con i 3 punti di Magnolfi: 65-68 con 3 minuti e 30 secondi sul cronometro. Ancora Bertacchini riporta sotto la Crei, ma Osellieri risponde alla giocata dell’avversario. La palla adesso inizia a pesare sempre più, e la Despar sbaglia due volte con Magnolfi e Ghirelli la tripla del KO: Granarolo rimane così sul -1 a 30 secondi dalla sirena. Errori da una parte, errori dall’altra: Lorenzo Paoloni questa volta sbaglia un buon tiro dall’arco, e il rimbalzo è catturato da Ghirelli, che subisce immediatamente un fallo tattico; dalla lunetta il neoacquisto granata fa solamente 1/2, lasciando a Granarolo l’ultima occasione per pareggiare o vincere la partita. Si prende questa grande responsabilità Salicini, ma il suo tiro dalla lunga distanza è sputato fuori dal ferro: il tabellone sentenzia 69-71 per la Despar.

La prima vittoria del 2022 per i ferraresi arriva al termine di una partita sofferta ma di carattere, durante la quale la squadra ha dimostrato grandi compattezza, unità e determinazione. Il morale e la fiducia conquistati con tanta fatica vanno adesso conservati fino a sabato prossimo, per la penultima sfida della prima fase di campionato: al Pala 4T arriva una Correggio che, seppur in difficoltà, è in piena lotta per il secondo posto e a soli due punti di vantaggio sui granata.

 

Area Comunicazione e Stampa

4 Torri Despar Ferrara

Nicolò Govoni

Despar 4 Torri Ferrara , a Granarolo per i 2 punti

Di Nicolò Govoni

Pagina 1 di 1

02/03/2022

Despar 4 Torri Ferrara , a Granarolo per i 2 punti

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA  

 

Despar 4 Torri Ferrara , a Granarolo per i 2 punti

Dopo quattro sconfitte consecutive la Despar 4 Torri è chiamata alla reazione, quando mancano solamente tre partite al termine della prima fase: Granarolo e Scandiano in trasferta, Correggio in casa. Tutte squadre sulla carta alla portata della Despar, soprattutto dopo l’ultima, buonissima prestazione nel recupero contro Novellara, con la vittoria sfumata solo nel finale e una grande prova sfoderata dai giovanissimi come Pevere e Marongiu.

I prossimi avversari saranno i bolognesi del Granarolo Basket, anch’essi in striscia negativa con tre sfide perse di fila, e attualmente ultimi a pari punti (8) con Omega; tra le mura amiche Granarolo ha raccolto solamente due vittorie nel corso del campionato, ma sono pericolosissimi Bertacchini, Tugnoli e Luca Paoloni, le punte d’attacco della squadra di coach Millina. All’andata i bolognesi avevano costretto la Despar al secondo stop stagionale, imponendosi per 68-79 al Pala 4T, trascinati da Tolomelli e Tugnoli: un grandissimo terzo quarto ad alte percentuali dalla distanza affossò ogni tentativo di rimanere in partita da parte dei granata, a cui non bastarono i 20 punti di Osellieri.

Con sole tre partite da giocare, la Despar ha l’assoluto bisogno di consolidare il quarto posto in classifica per accedere alla seconda fase, soprattutto per non gettare al vento quanto di buono è stato fatto fino a dicembre: in virtù della differenza canestri si trova quarta a 12 punti, ma è appaiata a Rebasket, Casalecchio e Scandiano. Con la classifica corta e un campionato equilibrato può succedere ancora di tutto nei prossimi venti giorni di sfide. In vetta Anzola sembra ormai avere chiuso i conti per il primo posto: se la giocano Correggio e Novellara per il secondo posto, con la Despar che deve farsi trovare pronta nel caso di un passo falso degli avversari. Palla a due domenica 6 marzo 2022 alle ore 18:30 a Granarolo.

Classifica: Anzola Basket 22; Pallacanestro Correggio, Pallacanestro Novellara 16; Despar 4 Torri Ferrara, Rebasket, CVD Casalecchio, Pallacanestro Scandiano 12; Granarolo Basket, Omega Basket 8.

 

Area Comunicazione e Stampa

4 Torri Despar Ferrara

Nicolò Govoni

Commenti

PUBBLICITA'