In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio | Giovanili | Allievi

Zola Predosa 6 - Sasso Marconi B 1

20/09/2016


Zola Predosa 6 - Sasso Marconi B 1

UN NUOVO CAPITOLO

Zola Predosa 6 - Sasso Marconi B 1
18° Zigù, 29° Cinti, 33° Zigù, 40° Boccalupo, 47° Tedeschi A., 67° Hannani (Billy)

Zola Predosa: 1 Iandolo, 2 Fusca (dal 60° Russo), 3 Tedeschi A., 4 Raiano R., 5 Tedeschi D. 6 Golisciano (dal 52° Boaretto), 7 Zigù (dal 50° Raiano C.) 8 Feze (dal 55° Rotiroti), 9 Boccalupo (dal 41° Hammami) 10 Cilona, 11 Cinti.

Sasso Marconi B. 1 Calisti, 2 Germani, 3 Ruggero, 4 Novi, 5 Fari, 6 Dozzi, 7 Galluzzo, 8 Berni, 9 Zoli, 10 Noto, 11 Rouchi, 12 Zappoli, 13 Costantini, 14 Viggiano, 15 Luca.



L’estate è finalmente, calcisticamente parlando, finita ed un nuovo campionato è iniziato ufficialmente ieri, Sabato 17 Settembre. Non solo una nuova stagione prende il via ma io non avrei difficoltà a dire che inizia anche una nuova era per i nostri ragazzi dello Zola 2000. Non posso non cominciare gli articoli di quest’anno senza portare alla mente il 14 Luglio, la data in cui si ha avuto la certezza che la squadra si sarebbe fatta, che ci si poteva cominciare a preparare ad una nuova avventura. Fino a quel momento gli abbandoni che si erano registrati avevano messo in grave crisi il gruppo, più da un punto di vista morale che tecnico, mi viene da aggiungere. Se qualche ragazzo ci ha lasciato per cercare più spazio e maggior opportunità altrove è stato compreso e la cosa accettata con grande serenità; In altri casi invece certe decisioni sono parse inspiegabili (quanto meno a noi, a chi scrive certamente…), e hanno un po’ destabilizzato il resto del gruppo incredulo di fronte ai fatti. Ma si è deciso di fare una nuova scommessa, di ripartire da chi aveva messo il cuore davanti a tutto e aveva deciso, malgrado le sirene fossero suonate per molti, di andare avanti e di proseguire insieme e compatti. D’altronde questo avevano deciso insieme TUTTI i ragazzi prima della fine della stagione. Merito a chi ha mantenuto la parola data ai compagni, agli altri… buona fortuna.
Da quel momento è partito un rinnovamento profondo, oggi contiamo la presenza di otto nuovi giocatori, praticamente metà squadra, ai quali diamo un grande benvenuto e un in bocca al lupo che sia bene augurante per loro e, di riflesso, per tutta la squadra. Zigù, Billy, Simo, Commy, Boa, Raffa, Ciro, questi gli amichevoli soprannomi che hanno già conquistato con la loro voglia di fare gruppo, un gruppo particolare, vincente, almeno fino ad oggi. Con le sue luci e le sue ombre, la sua grande voglia di amicizia e condivisione ma anche i suoi caratteri irrequieti e ruvidi. Infine un paragrafo particolare lo dedico al ritorno a quasi due anni dall’infortunio di Matteo, io a lui l’ho già detto, il suo impegno e la sua voglia di esserci il prima possibile sta stupendo tutti e ci sta ricordando il motivo per il quale è l’UNICO vero capitano di questa squadra… da sempre.
Sulla partita mi soffermo il giusto, il Sasso Marconi si è presentato ai nastri di partenza di questo campionato con due squadre e nel nostro girone è finita la seconda, quella che non fa classifica, quindi poco più che un’amichevole ieri a Riale per i nostri ragazzi. Certo in questo momento di forti cambiamenti giocare è sempre importante per trovare il prima possibile l’intesa e preparare un futuro, se possibile, più importante del passato. Il risultato finale è stato di 6 a 1, la nota positiva sta nel fatto che quattro gol sono stati segnati, come potete leggere nel tabellino, da chi è arrivato quest’anno, e questo può solo farci ben sperare.
Concludo però dedicando le ultime due righe ad un ragazzo che è al secondo anno con noi e che, con pazienza ed impegno, ha saputo allenarsi senza mai fare polemica anche quando guardava le partite dalla panchina. Credo che oggi lui sia la prova vivente del fatto che credendoci e non mollando mai i risultati prima o poi vengono ed infatti si è preso la maglia numero 3 e sta mettendo in forte difficoltà Mister Chiodo qualora dovesse decidere di togliergliela. Chi ci conosce sa già che sto parlando di lui, agli altri invece dico che è il nostro Andrea tedeschi, Ted per noi e per chiunque gli voglia bene.
La prossima Domenica si comincerà a giocare per i tre punti, vedremo di fare il meglio, comunque, come sempre, il massimo.
Ci si legge sul sito
Emanuele Cilona

Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'