In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio | Giovanili

Riceviamo e pubblichiamo

Perchè siamo discrimintati??....vogliamo giocare..!!..siamo sani..!!

24/10/2020


Riceviamo e pubblichiamo

Pubblchiamo il testo giuntoci dal genitore di uno dei bimbi "eslcusi" dalle partite di calco dall'ultimo DPCM.

 

 

Seguici su Facebook: EMILIAROMAGNA YOUNG

 

 

Spett.le Redazione,

innanzitutto vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione che potete dare a queste considerazioni.
 
Mi chiamo Gianluca Bertelli, papà di un bambino di 9 anni militante nella categoria Pulcini di una società calcistica della PROVINCIA di Bologna, anzi mi correggo, tesserato nella categoria che a breve verrà rinominata come quella “DEGLI SCARSI”....o degli “EMARGINATI”..!!!
 
Nella speranza di riuscire a creare un fronte comune, anch'io vi chiedo gentilmente di allegare e rendere pubbliche le mie considerazioni insieme alle tantissime arrivate nella vostra redazione, per far sì che il Sig. Spadafora e/o il nostro Presidente Conte spieghino ai nostri figli perché sono entrati a far parte della nuova categoria “UNTORI”, e di conseguenza perché vengono discriminati in questo modo attraverso divieti senza senso.
 
Decreti pensati, scritti e sottoscritti da persone che mai hanno messo piede in un terreno di gioco: invito i nostri “poteri superiori” a recarsi anche solo una volta in una scuola calcio, dove potranno rendersi conto con quale sana passione e divertimento questi bambini giocano, allora forse riusciranno a capire cosa si prova quando un bel giorno, dopo che hanno ripreso l'attività sportiva da nemmeno due mesi, gli venga detto “ok bimbi è stato bello ma da domani non potete più giocare”..!!...il perché noi genitori stiamo provando a spiegarglielo (anche se non lo capiamo nemmeno noi......ma proviamo a sforzarci anche se trovare le giuste parole non è facile).
 
Invito quindi il Sig. Spadafora ad aiutare in questo duro compito i genitori, rivolgendosi ai bambini (se ne ha il coraggio, perché nascondersi dietro ai decreti è facile per tutti..!!) e spiegando loro senza mezze parole perché il sabato non possono fare una partita di un ora in un campo all'aperto, in sicurezza dentro a centri sportivi che si sono adeguati ai protocolli che voi stessi avete richiesto non più di qualche settimana fa e facendo spostamenti brevi in quanto “PROVINCIALI”.
 
Nel frattempo non possiamo far altro che far divertire i nostri bimbi durante gli allenamenti “INDIVIDUALI”, dove non possono nemmeno avvicinarsi al loro compagno di squadra ma potranno avvicinarsi di più negli spogliatoi (al chiuso!!), sotto le docce (al chiuso!!), a scuola (al chiuso!!), sugli autobus (al chiuso !!)..ecc.....!!!
 
Per quanto riguarda il campionato del sabato, nel frattempo li terremo in casa dove bisognerà trovargli un alternativa alla Playstation, oppure li manderemo al parco a giocare con i loro amici sperando che non si avvicinino più di 99,99 cm......!!!.....anzi...mi è venuta un altra idea....possiamo invitare a casa i compagni di squadra????.....credo di si, se rimaniamo nel numero massimo di sei persone giusto???.....così potranno giocare a Subbuteo sempre naturalmente simulando un campionato PROVINCIALE..!!!
 
GRAZIE...VERAMENTE GRAZIE MILLE.....PER QUELLO CHE STATE FACENDO VIVERE AI NOSTRI FIGLI...!!!
 
Chiedo scusa se in tutte le mie considerazioni non ho citato gli altri sport discriminati, ma egoisticamente mi sono preso a cuore l'attività di mio figlio perché la vivo quotidianamente.
 
Chiedo scusa anche se non ho citato le persone che collaborano nei centri sportivi con passione, allenando e facendo divertire i bambini.
 
Cordiali saluti alla Redazione di Emiliaromagnasport,
 
e....un caro saluto al Sig. Spadafora.
 
 
Con grande rammarico,
 

 

Gianluca Bertelli   


Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'