Stampa questa pagina - Chiudi


Basket | Dilettanti | Regionale

AICS Forlì – VB Grifo Imola 66-77

17/10/2015


AICS Forlì – VB Grifo Imola 66-77


Vittoria esterna per la Grifo che fa morale e coppia con quella della settimana precedente e terzo finale thrilling su tre gare giocate. Ma andiamo con ordine. Parte meglio la squadra di casa i cui lunghi mettono in croce quelli imolesi: la coppia Totaro-Crocini si spartirà equamente alla fine dei primi 10 minuti la torta dei 16 punti di Forlì. Forlì scappa sul 11-5 con Imola prestissimo in bonus. Poi la difesa prende le misure ai due forlivesi, e la panchina imolese fa la differenza (i 10 uomini a referto di coach Zarifi hanno già assaggiato il campo nel primo quarto. Dirella che pareggia sul 14-14 e Linguerri che sorpassa dalla lunetta 14-15 sono entrati entrambi a partita in corso. Alla fine 38 punti saranno prodotti dalla panchina con quattro giocatori e 39 dal quintetto per Imola, mentre solo i 10 di “Molly” e gli 11 di Zamagni vengono dalla panchina forlivese. Nel secondo quarto la VB sembra poter scappare (25-30) guidata da un positivo  Castelli (8 punti nel periodo), altro uscito dal pino. L’AICS non ci sta e una tripla ignorante di Molinari completa la rimonta e riporta Forlì avanti (32-30). Sull’inerzia Forlì prova a riscappare (37-33 a un minuto dalla pausa lunga). Al rientro Zudetich prova a ricucire lo strappo (42-41) ma Valgimigli ne mette 5 in fila (47-41). Grifo di nuovo sotto (53-52) e nuovo strappo di Valgimigli (58-52) per i 10 punti nel quarto del play di casa. Il quarto si chiude con un’azione da quattro punti di Castelli che subisce un fallo su una delle triple che spara dal suo cortile di casa. In apertura di ultimo quarto ci pensano due canestri più fallo di Pejicic e Dirella a riportare avanti la Grifo per l’allungo che si pensa decisivo (58-62), ma Troni non ci sta e siamo di nuovo pari (62-62). Sul 62-64 esterno le squadre stanno senza segnare per ben 5 minuti finché Baruzzi non dà il la ai fuochi d’artificio dei due minuti finali. Qui Pejicic, Dirella e lo stesso Baruzzi dalla lunetta danno la vittoria alla VB.
Alla fine come già detto in cronaca la vittoria è il frutto di una squadra lunga che alla distanza paga su giocatori come quelli forlivesi che arrivano alla fine stremati, mentre la VB ne ha ancora molto da spendere. Squadra lunga che permette ai suoi giocatori di spegnersi e riaccendersi ogni partita o nella stessa partita senza che il gioco ne risenta. A Forlì per esempio Sgorbati è parso appannato, ma è uscito un Dirella mai visto nelle due gare precedenti, Pejcic e Zudetich in ombra all’inizio hanno chiuso da dominatori del pitturato. Lanzoni, Linguerri e Zaccherini hanno fatto la solita partita di sostanza facendo il lavoro sporco che si chiede loro, Castelli usato col bilancino è un lusso per la categoria, perché se lucido è pericoloso in ogni angolo del campo, i due play si completano a vicenda, più difensore e ruba-palloni Bartoli anche se questo gli fa fare qualche fallo di troppo, più offensivo Baruzzi anche se talvolta eccede.


AICS: Valgimigli 11, Troni 7, Criveto, Bergantini, Bacchini, Cortini, Ferri, Totaro 16, Molinari 10, Crocini 11, Zamagni 11, Bombardini. All. Chiadini
VB: Sgubbi ne, Bartoli 5, Canè ne, Baruzzi 8, Lanzoni 3, Pejicic 13, Linguerri 1, Zaccherini, Sgorbati 2, Dirella 15, Zudetich 16, Castelli 14. All. Zarifi
Arbitri Baldrati di Feanza e Alessi di Lugo