Stampa questa pagina - Chiudi


Basket | Professionisti | Serie A

Pallacanestro Reggiana Unahotels è perfetta e domina l’Openjobmetis Varese

24/10/2021


Pallacanestro Reggiana Unahotels è perfetta  e domina l’Openjobmetis Varese

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA  

 

 

OPENJOBMETIS VARESE - UNAHOTELS REGGIO EMILIA: 67 - 106

ENERXENIA ARENA 24/10/2021 20:00

La UNAHOTELS Reggio Emilia sbanca l’Enerxenia Arena con una prova di autorità contro un’Openjobmetis Varese rimasta in partita solo nel primo quarto. Top scorer dell’incontro è Crawford (18 punti), seguito dai lombardi Kell (17 punti) e Jones (14 punti). Ennesima doppia doppia per Cinciarini da 12 punti e 11 assist.

Zona 2-3 è la scelta immediata di coach Caja per limitare lo strapotere fisico degli avversari. Tuttavia, Kell apre subito la scatola da tre punti e i reggiani tornano ad accoppiarsi a uomo. In attacco la UNAHOTELS muove bene la palla e tutti i titolari sfruttano il playmaking di Cinciarini per provare a scappare (5-9). Dall’altra parte però Varese stringe le viti in difesa, trova Gentile ed Egbunu in taglio in area e soprattutto un Kell prolifico da fuori. Nessuna delle due squadre riesce ancora a prendere il sopravvento: nella fase centrale del primo quarto, i backdoor di Thompson, il primo canestro di Cinciarini e le uscite pulite dai blocchi di Olisevicius ribattono ad un paio di accelerazioni di Gentile (14-18). Man mano che si svuotano le panchine, il numero 5 varesino si prende sempre più responsabilità offensive e il suo assist per la bomba di De Nicolao limitano i canestri segnati contro Kell da Candi e Diouf (19-25 dopo 10’). Ad inizio secondo periodo, Crawford prima beffa De Nicolao siglandogli in faccia 7 punti consecutivi e dopo serve Baldi Rossi in contropiede per il massimo vantaggiano UNAHOTELS sul +13. Dopo il timeout chiamato da coach Vertemati, Kell da tre punti e finalmente Jones in taglio fanno momentaneamente respirare l’Openjobmetis ma Baldi Rossi e un presentissimo Hopkins mantengono le distanze tra le due squadre (25-38). Reggio Emilia continua a giocare sul velluto e, considerando le difficoltà di Egbunu nel mettersi in partita, Cinciarini prosegue nel parziale attaccando un’area avversaria sguarnita: i liberi di Olisevicius ed Hopkins siglano il nuovo massimo vantaggio emiliano sul 26-47. Nel finale di periodo, proprio Olisevicius prosegue nell’ottimo lavoro difensivo su Gentile e il jumper di Johnson annulla gli effetti di un paio di contropiedi finalizzati da Jones (30-49 all’intervallo).

Il copione non cambia ad inizio ripresa, dato che un concreto Thompson manda subito a bersaglio la tripla del +22. Varese trova poi una reazione di orgoglio con Gentile, un contropiede solitario di Kell e un post-basso di Jones ma questo break di 6-0 viene interrotto da Strautins e dal solito Crawford autore di 5 punti mentalmente pesanti (37-60). Nella seconda metà del terzo quarto, sebbene Egbunu cominci a farsi sentire maggiormente a rimbalzo in attacco, Reggio Emilia non alza il pedale dall’acceleratore e allunga ancora trascinata da Strautins, Candi e Crawford (50-76 dopo 30’). Nell’ultimo periodo di gioco, i due allenatori svuotano le panchine e Johnson e Jones sono i due principali protagonisti del lunghissimo garbage time. Finisce 67-106, con tanto di fischi del pubblico di casa.

Area Comunicazione e Stampa

LBA