Stampa questa pagina - Chiudi


Basket | Professionisti | Lega 2

Benedetto XIV Tramec Cento , oggi alla Milwaukee Dinelli Arena ariva la Tezenis Verona

17/10/2021


Benedetto XIV Tramec Cento  , oggi  alla Milwaukee Dinelli Arena ariva la Tezenis Verona

Seguici su Facebook - BASKET EMILIAROMAGNA  

 

«Il successo non è un caso, ma è frutto di duro lavoro, perseveranza e sacrificio» affermò Pelé in un’intervista di qualche anno fa. Peculiarità che non mancano di certo alla Tramec Cento che, dopo due sconfitte negative e grazie all’alacre lavoro di coach Matteo Mecacci, cercherà di riprendere il proprio percorso interrotto all’inizio di questo campionato ed iniziare la propria scalata della classifica.

Ospite dei biancorossi alle 18 sotto i riflettori della Milwaukee Dinelli Arena sarà la Tezenis Verona di coach Alessandro Ramagli, formazione già incontrata nella stagione 2018/2019 dove, i biancorossi, subirono due sconfitte di misura (80-83 in casa all’andata; 74-70 in trasferta al ritorno) al debutto assoluto nella categoria. Gli scaligeri, dopo la falsa partenza con Latina (61-60 il risultato finale al PalaBianchini), nell’ultimo turno hanno avuto ragione della Lux Chieti grazie ad una partenza bruciante (+10 alla prima sirena). Mattatori della sfida dell’AGSM Forum (ed osservati speciali per la sfida di domani) sono stati Johnson, Udom e Anderson con, rispettivamente, i primi due 17 punti e quest’ultimo 22. Una produzione offensiva che non sorprende particolarmente, quanto le percentuali al tiro dei “tre moschettieri” della Tezenis, ben oltre il 50%, con Liam Udom addirittura vicino al 90%. Una formazione dai molteplici pericoli, che produce a partita oltre 70 punti di media con buon percentuali, dominante sotto i tabelloni, ma che si affida più spesso al gioco dei singoli che alla manovra corale (come testimoniato dal numero di assist a partita non troppo elevato.

«In queste partite ci è mancata la capacità di reagire ai momenti di difficoltà» ha affermato Mecacci in vista dell’impegno con la Tezenis «il nostro ritmo in attacco e in difesa, ma soprattutto la forza di non cadere di fronte alle prime spallate degli avversari. Chiaro che la squadra ha sempre venduto cara la pelle, però le ultime due partite sono state condizionate dalla metà finale del secondo quarto dove, in una situazione di sostanziale equilibrio, abbiamo subito un break importante degli avversari, che ha poi condizionato la partita. Ora ci manca la solidità di saper reagire, di non disunirci nelle difficoltà e di saper soffrire: abbiamo lavorato per aver una maggiore concentrazione mentale, per provare ad essere più compatti e gestire meglio il ritmo della partita».

Una sfida, quella con Verona, complicata, ma che Cento affronterà con la voglia di esultare per la prima volta in campionato, di fronte al proprio pubblico. «Verona? Sicuramente sono una squadra costruita per i primi posti del campionato, hanno un grande talento offensivo e possono contare su tanti tiratori, anche nel reparto dei lunghi. Candussi è molto alto e capace di portare fuori i diretti avversari tirando dalla distanza con alte percentuali; Johnson l’anno scorso ha prodotto numeri davvero importanti a Capo D’Orlando; possono permettersi di gestire un giocatore esperto come Rosselli, facendolo partire in quintetto o dalla panchina; oltre ad Anderson e due playmaker affidabili come Penna e Caroti, hanno aggiunto la freschezza, il talento e la fisicità di Udom e Grant, due ragazzi molto giovani e con percentuali da tre punti molto importanti. Verona ha una grande taglia, è una squadra difficile da affrontare e che ha tanti punti nelle mani, dovremo essere bravi a limitarla al meglio delle nostre capacità per ottenere la prima vittoria stagionale».

Appuntamento fissato dunque alla Milwaukee Dinelli Arena per le 18 di domani, con i biglietti per il match acquistabili dal sito www.ticketsms.it (link https://www.ticketsms.it/it/event/FED4GWQ1 ), oppure direttamente alla biglietteria del palazzetto che aprirà alle ore 16.

 

Ufficio Stampa Benedetto XIV Tramec Cento