In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Vigor Carpaneto 1922 mai così in alto nella storia

26/12/2018


Vigor Carpaneto 1922 mai così in alto nella storia

il presidente della Vigor Carpaneto 1922 Giuseppe Rossetti


CARPANETO (PIACENZA), 26 DICEMBRE 2018 – Mai così in alto. E’ un Natale da record quello trascorso dalla Vigor Carpaneto 1922, che sotto l’albero ha trovato una classifica che aggiunge un altro capitolo alla favola biancazzurra nel corso degli anni. Nel secondo anno in serie D, infatti, la compagine del presidente Giuseppe Rossetti ha varcato la boa di metà campionato nel girone D in piena zona play off, come testimonia il quarto posto condiviso con i “cugini” del Fiorenzuola e con il Fanfulla dell’ex Andrea Ciceri a quota ventotto punti conquistati in diciassette partite.

I numeri della Vigor parlano di sette vittorie, altrettanti pareggi e tre sconfitte, patite contro la capolista Modena e contro le bresciane Ciliverghe e Calvina. I tre ko sono arrivati tutti lontano da Carpaneto, con il “San Lazzaro” fin qui fortino inespugnabile per tutti, come testimoniano i 19 punti in 9 partite, frutto di cinque successi, quattro pareggi e nessuna sconfitta.

A livello generale, la formazione di Stefano Rossini ha segnato 22 gol, posizionandosi a circa metà graduatoria nelle reti messe a segno, mentre solo dodici sono le marcature subite, cifra che elegge la difesa della Vigor come quella meno perforata del girone a braccetto con il Reggio Audace. Il “bomber” è il francese Julien Rantier, classe 1983 e a segno nove volte, mentre a quota 4 ci sono i giovani (nota lietissima di questa Vigor) Alessandro Carrozza – classe 2000 – e Nicolò Corioni (1999).

Il bottino di fine 2018 è ancora più sostanzioso di quello dello scorso anno in D, il primo della Vigor in quarta serie, quando Fogliazza e soci varcarono la boa di metà stagione al decimo posto con 25 punti, conquistati però in 19 partite.

Il Carpaneto, dunque, non finisce di stupire, proseguendo un’ascesa nel panorama calcistico iniziata nell’estate 2012, periodo dove la società venne presa per mano dal presidente Giuseppe Rossetti, imprenditore piacentino residente in paese. Partendo dalla Seconda categoria, arrivarono tre promozioni consecutive che catapultarono i biancazzurri in Eccellenza, categoria conosciuta poi con un quarto posto prima della cavalcata trionfale di due stagioni fa con il conseguente approdo in serie D. Nella prima esperienza della quarta serie arrivò la salvezza diretta, evitando anche le sabbie mobili dei play out, mentre quest’anno la formazione allenata da Stefano Rossini ha saputo far ancor meglio, a suon di prestazioni convincenti, il tutto supportato da una società in crescita, anche nel settore giovanile.

E ora?  Il 2019 inizierà con la suggestiva sfida interna con il Modena F.C. 2018 primo in classifica nel giorno dell’Epifania, prima tappa di un girone di ritorno tutto da vivere che deciderà le sorti dei biancazzurri, ora in zona play off, a +10 sull’area-play out e a +15 su quella retrocessione.

La prima parte del campionato ha evidenziato la capacità della Vigor di giocarsela alla pari con tutti, comprese le formazioni più forti del girone. Le premesse per continuare a  far bene, insomma, ci sono tutte e per la squadra del patron Rossetti non c’è che da proseguire su questa strada. La salvezza è sempre stato l’obiettivo minimo, poi - come si sa -  l’appetito vien mangiando. Intanto, la ripresa degli allenamenti, Capodanno e una manciata di giorni per uno dei match storici della storia biancazzurra.

 

 

 

Ufficio stampa Vigor Carpaneto 1922

Luca Ziliani



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'