In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket

Tutto sull'ultimo turno del campionato di promozione

Gironi A e B

30/01/2019


Tutto sull'ultimo turno del campionato di promozione

 

GIRONE A

BASKET JOLLY 94

FULGORATI FIDENZA 78

Jollly: Manini(K) 24, Pirelli 2, Vologni 15, Spaggiari 10, Zannini 2, Ardolino 3, Menozzi, Moscatelli

8, Taddei 16, Tondelli 2, Pellini 8, Damiani 4. All. Bartoli.

Fidenza: Orsi L., Rivetti 4, Molinari(K) 11, Dalla Turca 3, Ferrari 4, Gaudenzi 24, Orsi D. 2, Rubini,

Giraud 11, Baldi 15, Poggi 4. All. Giacobbi.

Arbitri: Del Rio S., Gabbi M.

Parziali: 26-23, 54-42, 72-56.

Mvp del match: Manini

 

 

SB CAVRIAGO 81

VICO BASKET 53

Cavriago: Zecchetti M. 17, D'Amore L. 17, Bernardoni E. 12, Pezzi O. 10, Martinelli

M. 7, Bertozzi T. 7, Mursa D. 6, Ancora A. 3, Cantagalli L. 2, Lari A., Rosi G. All. Castellani, Vice

All. Sorba.

Vico: Roma F. 11, Guerra 9, Calzi A. 8, Cristini M. 8, Lavega Pesca F. 5, Masola M. 5,Calzi

F. 3, Zambelli 2, Mastroberardino F. 2, Caggiati S., Sisti, Lori. All. Morocutti.

Arbitri: Delrio e Tosi.

Mvp del match: Zecchetti

IRA TENAX CORTEMAGGIORE

BASKET PODENZANO

In programma il 4/02 alle ore 21.15

 

 

EXPRESS DUCALE MAGIK 70

VIRTUS PONTEDELLOLIO 65

Pontedellolio: Gregori P. 20, Cottini F. 16, Di Giorgio J. 16, Markovic A. 10, Bacigalupi L. 3,

Bricchi N., Villani T., Maggi U., Massari L., Merli F., Paraboschi A. All. Lucev.

Arbitri: Spiridon e Predieri.

GAZZE CANOSSA 73

PLANET BASKET 45

Canossa: Franzini 10, Fantuzzi, Bigliardi, Ferretti 2 Maggiali 21, Salati 6, Tubertini 4, Pezzi 1,

Bizzocchi 8, Fontanesi 19, Pignedoli 2. All. Brevini.

Parma: Cavaglieri 7, Garetto 4, Giublesi 13, Paschetta 13, Modica 2, Ecclesie, Kema 2, Alberti 2,

Medici 2. All. Paletti.

Arbitri: Trivini Bellini e Bigliardi.

Parziali: 27-12, 48-24, 61-32.

Mvp del match: Fontanesi

 

 

CUS PARMA 81

SANT’ILARIO BASKETVOLLEY 65

Parma: Manuto 8, Furia, Pattini (K) 10, Franchini 9, Schianchi, Parizzi F. 8, Carretta 8, Lezzerini 8,

Cornacchione 11, Chezzi 17, Giampellegrini Gi. 2, Ghezzi n.e. All. Marcucci.

Sant’Ilario: Cervi 3, D’Amore 12, Bertolini 5, Rosi 3, Giglioli 11, Violi 11, Micucci (K) 9, Amponsah

6, Dallarigine, Fava 2, Guasti 3. All. Violi.

Arbitri: Saglia e Oddi.

Parziali: 22-15, 39-34, 61-49.

Note: Usciti per 5 falli: nessuno. T.L.: CUS 9/16 – S.Ilario 10/13.

CUS → Il CUS centra la terza del 2019. Terza vittoria consecutiva per il Cus Parma, che contro

S.Ilario porta a casa il risultato, lasciando però ancora l’amaro in bocca a coach Marcucci ed al

suo staff, giustamente convinto che la squadra non sfrutti al massimo le tante potenzialità. Ad

ogni modo sono arrivati i due punti per Pattini e compagni, partiti forte, poi rilassatisi ed infine

ancora con l’acceleratore pigiato.

La Partita. Come detto il Cus parte forte, non tanto in difesa, quanto in attacco, dove riesce a

correre in molte situazioni ed a sfruttare la maggior prestanza fisica dei suoi lunghi. Molto

bravo Marco Master Scatizzola Chezzi, che sfrutta il lavoro dei compagni per chiudere a

canestro con un inusuale tocco morbido (che poi purtroppo per lui non riesce a replicare al

Ratafià di Parma). S. Ilario però non molla la presa sulla partita, e nel secondo quarto prova

quantomeno a rosicchiare qualche punto, sfruttando anche il passaggio a vuoto del Cus Parma,

che rallenta di colpo e concede troppo a rimbalzo, pur rimanendo sempre in controllo della

partita. Controllo che però il Cus sembra perdere ad inizio terzo periodo, quando S. Ilario riesce

addirittura a sorpassare i padroni di casa, che dopo il time out di Marcucci cambiano marcia,

servendo palla sotto e soprattutto muovendosi meglio sul perimetro. Lo strappo è quello

decisivo, con S. Ilario che non riesce a trovare le energie e le risorse per rispondere. L’ultimo

quarto serve solo al Cus per arrotondare il punteggio ed a S. Ilario per dimostrare di essere

squadra vera che non molla mai (come puntualmente avvenuto). Ottima prova di Chezzi,

miglior marcatore della gara, ma MVP del Cus è Carretta, che in uscita dalla panchina porta

aggressività in attacco ed in difesa. MVP: Carretta (CUS).

Sant’Ilario → Buona prestazione dei ragazzi versione green di Santilario fino a metà terzo

quarto con apice del vantaggio con una tripla di Giglioli sul 42-43. Time out interno e poi una

tripla irregolare con un piede fuori dal campo risveglia i nobili parmensi, che da li alla fine

sfoggiano gioco versione " rugby " ...Punteggio finale severo e non rispecchia andamento

partita . Ma conferma la forza dei "cussini" e quella dei reggiani....

Mvp del match: Carretta

 

 

CLASSIFICA

1 SB Cavriago 26

2 CUS Parma 26

3 Basket Jolly 24

4 Virtus Pontedellolio 18

5 Gazze Canossa 16

6 Vico Basket 14

7 Fulgorati Fidenza 12

8 Basket Salso 12

9 Express Ducale Magik 12

10 Sant’Ilario Basketvolley 10

11 Ira Tenax Cortemaggiore* 10

12 Basket Podenzano* 6

13 Planet Basket 4

* una partita in meno

 

 

 

 

 

GIRONE B

POLISPORTIVA IWONS 38

CRAVATTIFICIO CONTI 70

SPORT CLUB CASINA 76

GELSO 46

Casina: Benvenuti R. 19, Zenevredi D. 13, Vezzosi F. (K) 11, Menechini D. 10, Penserini

D.7, Pompili L. 6, Meglioli L. 5, Nasi D. 5, Canovi M., Bolzoni L.

Gelso: Legisma M. 12, Bonetta N. 9, Vaiani F. 7, Bigi S. 5, Pedrazzi S. 5, Gramoli G. 3,Marzi

F. 3, Domenichini M. 2, Acosta Ponce A., Cattani F., Clemente L., Panciroli M. All. Iotti.

Arbitri: Casi e Mussini.

Sport Club Casina → Gara molto importante a Casina e si sente fin dai primi possessi. I padroni

di casa sono contratti e attaccano male, il Gelso con un Vaiani perfetto dalla media distanza

provano a scappare e obbligano al Timeout Bellezza, 6-11. Benevenuti dalla panchina da la

svolta e si impatta a fine primo quarto 14-14. Nel secondo quarto Casina prova a svoltare con la

press tutto campo. I palloni recuperati aprono la strada a canestri facili ed il Gelso inizia a

sentire l’assenza dei diversi indisponibili. All’intervallo lungo lo SportClub conduce per 38 a 29.

Nel terzo quarto i montanari cambiano proprio il ritmo della gara e con le bombe di Zenevredi e

Pompili affondano un Gelso poco brillante e sulle gambe. Parziale di 26-4 che chiude la partita.

Finale 76 a 46. Arbitri: Casi 4 Palloni, Mussini 3 palloni.

Mvp del match: Benvenuti

Coppia Arbitrale: Casi Mussini

 

 

 

NUBILARIA BASKET 73

NUOVA CUPOLA 80

Nubilaria: Baracchi A. 14, Gasparini, Pietri 6, Bertani Fe. 17, Mariani Cerati 12, Bertani Fi. 2,

Baracchi M. 9, Rossi 2, Barazzoni 4, Pizzetti 2, Freddi 5, All. Perricone, Ass. Spaggiari.

Cupola: Manfredi 4, Sassi 23, Setti 6, Gasparini, Libertini 11, Galavasi 2, Negri 6, Trivelloni 7,

Facchini, Olivi, Buzzegoli 21, Lasagni 4 All. Sfondrini.

Arbitri: Benassi e Mora.

Parziali: 20-27, 35-45, 70-59.

Nubilaria → LA NUOVA CUPOLA ESPUGNA IL PALA MALAGOLI. Il Nubilaria cade in casa con la

penultima della classe, la U.S. Nuova Cupola di Reggio Emilia. L'approccio molle dei padroni di

casa dimostra come fin da subito abbiano sottovalutato l'avversario; i 45 punti subiti nei primi 2

quarti ne sono la prova. Nonostante una difesa pessima, nel 3° quarto arriva la prima reazione

degli oro-neri; con un netto parziale di 35 a 14, i ragazzi di coach Perricone chiudono il quarto

sul +11; ma li ospiti non ci stano e reagiscono immediatamente punendo tutti gli errori difensivi

novellaresi. Nell'ultima frazione di gioco il Nubilaria mette a segno solamente 3 punti, segno

anche di un netto crollo nella fiducia offensiva. Grande merito va alla Nuova Cupola per aver

disputato un'ottima partita, ma il Nubilaria di stasera è stato senza dubbio il peggiore della

stagione.

Mvp del match: Sassi

 

 

NAZARENO CARPI 39

SBM BASKETBALL 54

Carpi: Goldoni S. 7, Ricchetti L. 7, Menon L. 6, Antonicelli R. 4, Cantarelli F. 4,Sbisà F. 4, Magrì

F. 3, Guidetti T. 2, Mazzini S. All. Lodi.

Modena: Ferrari F. 15, Monari C. 13, Benati E. 10, Tagliazucchi M. 8, Asperti

A. 5, Barbieri 2,Fantinati F. 1, Vidoni, Lanza M., Ullo N., Miranda A. ne.

Arbitri: Benatti e Marescotti.

Mvp del match: Ferrari F.

 

 

I GIGANTI DI MODENA 54

RADIO BRUNO CAMPAGNOLA 46

Modena: Scattolin 8, Ruiu 14, Bernardelli 4, Pederzoli, Fantuzzi 4, Basilicò 6, Vellata 3, Bernabei

2, Bardelli 2, Marescotti, Franceschi 8, Forastiere 2. All. Berbieri, Vice all. Cosentino.

Campagnola: Lucchini 14, Delbue 1, Gelosini 3, Parmiggiani 7, Soccetti, Piuca 2, Sueri 2, Sacchi

4, Rustichelli 13, Carpi. All. Foroni.

Arbitri: Ferrari e Frigieri.

Parziali: 13-9, 33-25, 39-30.

I Giganti → I Giganti si rialzano dopo la sconfitta di settimana scorsa battendo una Campagnola

ampiamente rimaneggiata. Partono bene i padroni di casa con un Ruiu finalmente in palla (6

punti nel parziale) ben spalleggiato da un ottimo Franceschi mentre dall’altra parte è la coppia

Lucchini/Parmiggiani (tutti loro i 9 punti del quarto) a tenere testa ai modenesi; i Giganti

nonostante la poca precisione in attacco e le troppe palle perse vanno avanti 6-2 (al 5’) e coach

Foroni è costretto a chiamare timeout. Sono questi quattro punti il divario alla fine del primo

parziale di gioco: 13-9. Nel secondo quarto gli attacchi prendono il sopravvento coi modenesi

che provano ad allungare: grazie ad una buona circolazione di palla che crea tiri a campo aperto

(Scattolin e il solito Ruiu su tutti) si arriva anche al +16 per i padroni di casa (31-16 al 17’); i

reggiani però reagiscono piazzando un parziale di 9-2 targato Rustichelli che porta le squadre

alla pausa lunga sul 33-25. Al rientro in campo le due squadre paiono tese tanto da smarrire la

via del canestro….non resterà certo negli annali questo terzo quarto che si chiude sul 6-5 per i

Giganti e in cui vedere la palla nel canestro è un’assoluta rarità: il tabellone all’ultima pausa

recita 39-30. E’ Fantuzzi ad aprire le danze nell’ultimo parziale con uno splendido gioco da 3

punti preludio all’ennesimo tentativo di fuga dei padroni di casa (44-32 al 32’); Lucchini e

Parmiggiani non ci stanno e con 2 canestri riportano a 10 lunghezze Campagnola (46-36 al 35’).

Basilicò con una tripla e Forastiere però scavano un solco importante (51-38 al 37’)che non sarà

più colmabile dagli ospiti nonostante Lucchini e Rustichelli ci provino fino alla fine. Mvp: Ruiu.

Radio Bruno → Terza giornata di ritorno Campionato Promozione. Campagnola cerca di fare il

colpo nella fortezza dei Giganti di Modena, provenienti da una sconfitta in casa BasketReggio.

Primo periodo segnato da un sostanziale equilibrio ma Campagnola si mostra troppo timida sul

lato offensivo, mentre i padroni di casa controllano e rispondono bene da sotto canestro. Nel

secondo quarto al gruppo di coach Carpi non basta un buon Rustichelli per ricucire le distanze,

la squadra di Modena approfitta delle incertezze difensive e allunga a +8 alla pausa lunga. Il

ritorno dagli spogliatoi smorza notevolmente il ritmo di gioco, instaurando una fase di stallo per

entrambe le compagini che mantengono pressoché invariato il risultato. L’ultimo periodo

mostra infine un altro volto e Campagnola sembra aver trovato nuova linfa e spunti offensivi

grazie a Lucchini e Rustichelli; il cambio di marcia è però replicato anche da Modena che non si

fa prendere di sorpresa e ancora una volta riesce a sfruttare le falle difensive della squadra

ospite, che ricuce ma non abbastanza il distacco subito. Finale 53-46.

Mvp del match: Ruiu

 

 

PALLACANESTRO GUASTALLA 60

AQUILA LUZZARA 66

Dopo un tempo supplementare

Guastalla: Sermolini 3, Cani 13, Montanari M, Truzzi 1, Vallini 5, Arisi, Fagandini 4, Berni 7,

Camellini 13, Pavesi (K), Barbieri 3, Montanari 9. All. Masoni Ass. Ferrari.

Luzzara: Ploia ne, Folloni M. 3, Poma L. , Altomani (K) 11, Franzini ne, Corradini 4, Magnanini 9,

Poma G. 6, Mazzola 6, Malagutti, Ruina 8, Folloni F. 19. All. Cavalaglio.

Arbitri: Morini, Bonini.

Parziali: 12-19, 31-28, 49-37, 58-58.

Aquila → Partita incredibile a Reggiolo, dove va in scena il derby Guastalla-Luzzara che non

tradisce le attese, dando vita a un match combattutissimo, contornato da una bellissima

cornice di pubblico. Partono subito forte gli Eagles con un ottimo Ruina che si fa valere sotto

canestro e una difesa che sembra inizialmente contenere bene gli avversari. L’ottimo avvio

bianco-verde è però un fuoco di paglia che viene spento con il pesante parziale 21-9 con cui

Guastalla si porta avanti di 3 lunghezze all’intervallo. (31-28) I padroni di casa non si fermano,

ed iniziano la terza frazione sfruttando l’inerzia positiva della precedente. Il margine di

vantaggio si allunga sino alla doppia cifra per i ragazzi di coach Masoni che si affidano ai

centimetri in più sotto canestro per cercare di creare il largo spinti dai propri tifosi. Luzzara

fatica in attacco e in difesa, i lunghi hanno problemi di falli e le rotazioni portano quindi ad

inediti quintetti “piccoli” che soffrono in particolare a rimbalzo. (49-37) Nell’ultimo quarto

Guastalla sembra in controllo del match, gli ospiti continuano a litigare con il ferro e a 6 minuti

dal termine il tabellone recita ancora un -12 che sembra lasciare poco sperare. Qui però arriva

il colpo di coda luzzarese, che, trascinata dai canestri di Folloni F., ricucisce il margine sino a un

possesso di svantaggio. L’attacco guastallese, con l’uscita per falli di Cani e successivamente di

Camellini, si blocca, trovando grandi difficoltà anche dai tiri liberi. Gli Eagles prendono coraggio

e con il passo e tiro di Mazzola impattano sul 55-55. La situazione falli si fa però molto

complicata per coach Cavalaglio che negli ultimi dieci minuti vede uscire di scena ben 5

giocatori, lasciando un solo lungo di ruolo a disposizione. Guastalla si riporta avanti di un

possesso con l’ 1/2 di Sermolini e Fagandini , ma dall’altra parte del campo a pochi secondi dalla

sirena Altomani subisce fallo e rimane freddo dalla lunetta ristabilendo la parità sul 58-58 ,

rimandando tutto all’overtime. La tensione comincia a salire vertiginosamente e le squadre

sembra abbiano quasi paura di segnare, lasciando il punteggio immutato per i primi 3 minuti. La

risblocca ancora guastalla, dalla lunetta con Barbieri, il cui 1/2 sarà l’ultimo punto a referto dei

padroni di casa. Gli Eagles invece non si fermano e si portano avanti di 2 con il canestro di

Magnanini (60-62). Coach Masoni disegna la rimessa per cercare il pareggio ma l’attacco

guastallese non trova il fondo della retina e dalla lotta serrata a rimbalzo la spunta Altomani

che nel tentativo di correre in contropiede subisce fallo antisportivo. Dalla lunetta è ancora un

2/2 ai quali si aggiunge il 2/2 di Poma G. sulla successiva rimessa, chiudendo il match

defintivamente. Termina così 60-66 in favore di Luzzara , una partita da infarto, che alla fine

grazie alla reazione negli ultimi 5 minuti e alla precisione ai liberi ha portato gli Eagles ad un

vittoria quasi insperata per come si erano messe le cose, ma di un importanza capitale.

MVP: Folloni F.

Mvp del match: Folloni F.

 

 

CLASSIFICA

1 Nubilaria 26

2 I Giganti 24

3 Reggiolo 22

4 Cravattificio Conti 22

5 Sport Club Casina 20

6 Gelso 16

7 Aquila Luzzara 14

8 Radio Bruno 10

9 Iwons 10

10 Guastalla 10

11 Sbm Basketball 10

12 Nuova Cupola 6

13 Nazareno 0



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'