In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Motori

Team Terra e Moto, un poker da sogno per il 2018

13/03/2018


Team Terra e Moto, un poker da sogno per il 2018

 

La squadra corse faentina ha alzato il velo sulla prossima stagione agonistica tra mondiale, CIV e National Trophy. Ai nastri di partenza i piloti Pratna, Blin, Esposito e Cottini.

Nella splendida cornice del gremito Show Room imolese Marocchi Natural Living, il Team Terra e Moto ha scoperto le carte della stagione agonistica 2018 che ha raddoppiato l’impegno della squadra corse faentina nel pianeta delle due ruote motorizzate. Se la partecipazione della stella indonesiana Imanuel Putra Pratna nell’iridato SS300 era stata già annunciata alla stampa qualche settimana addietro, le novità principali riguardano un terzetto di centauri di assoluta valenza: Daniel Blin, Gabriele Esposito e Gabriele Cottini.

Il primo a prendere la parola è la rivelazione asiatica Imanuel Putra Pratna (Yamaha n.96) che da Jakarta punta dritto al palcoscenico mondiale che per lui, pluridecorato in patria e trionfatore nel 2014 della Suzuka 4 Hours, rappresenta un debutto assoluto. “L’eccitazione per l’inizio di questa esperienza mondiale con il Team Terra e Moto cresce di giorno in giorno così come il feeling con lo staff di una squadra che cura ogni minimo dettaglio. Ringrazio Ilaria Cheli ed i suoi collaboratori per la preziosa opportunità che permetterà di confrontarmi con quello che in molti reputano uno dei banchi di prova più selettivi in ambito motociclistico”.

Nella stessa classe scenderà in pista l’altra grande sorpresa stagionale del sodalizio capitanato dalla team manager Ilaria Cheli che ingaggia il talentuoso asso polacco Daniel Blin (Yamaha n.222). Dopo il trionfo all’Europeo Stocksport 300 (Alpe Adria), i titoli in patria e l’esperienza da wild card nel mondiale di categoria, Blin sigla l’accordo con la squadra corse di Faenza per un’avventura costante nel sempre più selettivo CIV. “Mi sto allenando duramente per farmi trovare al meglio in ottica del debutto nel campionato italiano velocità. Conosco la qualità della kermesse e la valenza del lotto avversario ma la Yamaha R3 allestitami dal Terra e Moto ha già dimostrato in passato di poter competere tranquillamente per le posizioni di vertice della categoria”, lascia un comunicato video il sedicenne di Torun che non ha potuto presenziare all’evento.

Ha 14 anni ed arriva da Monza il portacolori Terra e Moto nella classe Supersport 300 del CIV, stiamo parlando di Gabriele Esposito (Yamaha n.67) talentuoso manico già protagonista nel trofeo Yamaha R3 e nella Sport 4T del tricolore. “Sono davvero impaziente di incominciare questa stagione che mi vede al fianco di un team dalla grande esperienza nel panorama motociclistico nazionale ed internazionale – racconta Esposito – La mia passione è frutto del gene paterno, tutto è iniziato quasi per gioco ed adesso ci ritroviamo qui tra i protagonisti della classe Supersport 300 del CIV. Misano e Mugello sono le mie piste preferite ma non vedo l’ora di misurarmi in ogni singola tappa di questo sogno tricolore”.

Un matrimonio più volte sfiorato negli scorsi anni ed oggi diventato realtà. Terra e Moto e il Team Pa.sa.ma. si giurano fedeltà per la stagione 2018 con Gabriele Cottini (Yamaha n.15) nel National Trophy 600 in sella alla potente Yamaha R6 dalla livrea arancione. L’asso toscano di Chiusi, miglior rookie nella Supersport 600 del CIV (2012) e campione Under 25 Trofeo Yamaha (2004), non nasconde le proprie ambizioni: “Voglio battere tutti gli avversari perché il binomio con il Team Terra e Moto mi garantisce quell’affidabilità necessaria per competere con continuità nei quartieri altissimi della specialità. I rivali sono tosti ed il livello del National Trophy 600 cresce di anno in anno, partiamo con grandi aspettative e fiducia”. 

Meritata chiosa finale per la team manager Ilaria Cheli pronta ad immergersi nel primo lustro di attività del Team Terra e Moto: “Se abbiamo fatto qualcosa di buono in questi anni lo dobbiamo sicuramente ai nostri partner, un’autentica famiglia che rinnova il proprio impegno in nome di una genuina passione, ed alle persone che compongono un organico dalle radici ben salde nel romanticismo di questo sport. Il 2018 del Terra e Moto sarà decisamente più impegnativo perché abbiamo raddoppiato il numero dei piloti ed abbracciato il più completo ventaglio tematico spaziante dall’iridato SS300 al National Trophy 600 passando per la classe Supersport 300 del CIV”.

Mattia Grandi – Ufficio Stampa Team Terra e Moto

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'