In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Motori

SBK 2020. Davies vince Gara2 all’Estoril

19/10/2020


SBK 2020. Davies vince Gara2 all’Estoril

foto Gianni Vanacore


 

18 ottobre 2020 - Davies domina l’ultima gara della stagione davanti a Redding e Razgatlioglu. Rea scivola al nono giro e chiude quattordicesimo. Sesto Rinaldi e nono Caricasulo. Cade anche Gerloff

 

Prova di carattere di Chaz Davies che lascia il team Aruba.it Racing Ducati con una vittoria fortemente voluta.  Scattato dalla quarta posizione della griglia, il gallese si è portato subito in seconda posizione dietro a Razgatlioglu, che era partito a cannone dalla pole, tentando di ripetere le due precedenti gare di questo weekend portoghese. Ma la determinazione con la quale Chaz ha passato Toprak all’inizio del secondo giro non ha lasciato margine di dubbio: oggi voleva vincere lui. Alle loro spalle c’era inizialmente Garrett Gerloff, che è però scivolato al terzo giro rientrando poi al suo box. Nel frattempo Rea a forza di giri veloci superava Van der Mark, e si portava alle spalle di Toprak. I due facevano a gara a chi staccava più forte. Il Cannibale superava il giovane turco che rispondeva subito ed al nono giro il colpo di scena che ha con ogni probabilità cambiato le sorti della gara. Rea cercava di superare Toprak all’interno della curva , ma scivolava. Rientrato in pista concluderà al quattordicesimo posto.

 

 

Seguici su Facebook: MOTORI EMILIAROMAGNA

 

Uscito di scena il Campione del mondo, Davies continuava nella sua cavalcata solitaria, mentre nei giri finali Toprak andava in crisi con le gomme, e doveva cedere il secondo posto a Redding che una volta messa nel mirino la Yamaha numero 54 ha aumentato il suo ritmo andando a completare il trionfo della sua squadra. 

 

Quarto posto per Van der Mark, davanti a Bautista ed al nostro Rinaldi, apparso meno brillante rispetto alle sue precedenti gare. Haslam è settimo con la seconda Fireblade e precede un generoso Xavi Fores, che con il suo ottavo posto permette alla Kawasaki di aggiudicarsi il mondiale costruttori per un solo punto di vantaggio nei confronti della Ducati. Così come era successo nella Superpole Race la casa di Akashi non ha potuto contare sull’apporto di Alex Lowes caduto al diciassettesimo giro. Buono il nono posto di Federico Caricasulo, che precede un anonimo Sykes, la wild card Jonas Folger e la seconda BMW di Eugene Laverty. Mercado, Rea e Ferrari completano la zona punti. 

Fonte moto.it  



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'