• Romagna Sport
  • Marche Sport

Volley

Roberto Ciamarra (Modena Volley): Siamo quotidianamente alla ricerca del miglioramento,

"questi giocatori hanno dimostrato serierà ed attaccamento alla maglia"

10/04/2021

Quello che hai fatto quest'anno, andando in panchina, è una novità per il volley italiano e in parte anche internazionale. Tu nasci come scout e ora hai un ruolo da match analyst.

"Nel tentativo di cercare delle novità in ogni stagione, abbiamo pensato, visto anche l'abbondanza qualitativa che abbiamo all'interno del nostro staff, di ottimizzare i ruoli. Abbiamo deciso, con Giani e il resto dello staff, di trovare un modo per suddividere il lavoro in maniera più efficiente e creare un livello di comunicazione più limpido e semplice. Ho abbandonato, anche se la mia storia parte da lì e non escludo di tornarci, il ruolo di scout e ora sono al fianco di Giani e Carotti e comunico direttamente con Chiara Zanasi e Nicolò Zanni che da fuori raccolgono ed elaborano dei dati che ci permettono di lavorare meglio. Abbiamo dunque la possibilità di ampliare le nostre competenze e permettere alla squadra e all'allenatore di poter attingere in un modo diverso ai dati. La società ci ha messo a disposizione uno staff completo, è un qualcosa di nuovo che nella pallavolo avviene raramente e ci siamo basati su esperienze che abbiamo avuto in altre discipline tra cui calcio e pallacanestro".

Possiamo dire che la pallavolo è uno sport più difficile da leggere e meno intuitivo rispetto ad altri?

"E' uno sport difficile di tanti altri da "leggere", sicuramente meno intuitivo. Abbiamo la possibilità di provare a capire come la pallavolo sia un "po' di più" rispetto a ciò che dice il tabellino. Faccio un esempio pratico, ci è stata fatta la critica che quest'anno la squadra ha raccolto pochi muri punto, ed è vero, ma non è stato fatto un approfondimento dei numeri:  Modena Volley chiude la stagione regolare al quarto posto nella classifica di rendimento nella fase break con il 34% contro il 36,5% di Civitanova. La fase break si può fare in tanti modi, con muri diretti e anche con un lavoro di muro difesa che è un po' più oscuro. Quello che interessa ad una squadra è fare punto e per farlo, lo ripeto, ci sono tanti modi. Modena quest'anno ha lavorato nella fase break anche meglio rispetto ad altri, ma spesso ci si sofferma al tabellino fine a sé stesso".

 

 

Commenti

PUBBLICITA'

PUBBLICITA'