In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Volley | Reg.li Femm.le | Serie D/F

Riviera Volley Rimini vs Volley Cesenatico RIV 2-3

(26-24)(13-25)(16-25)(25-19)(10-15)

30/11/2015


Riviera Volley Rimini vs Volley Cesenatico RIV 2-3

La giovanissima terza squadra femminile di Riviera Volley Rimini prosegue nella sua crescita tecnica ed agonistica, ma perde in casa al PalaRinaldi, al tiebreak, la settima partita del campionato regionale femminile contro le romagnole del Cesenatico, quinte in classifica del girone D.
Come segnalatoci nella sintetica cronaca del dirigente Paride Urbinati: “nel primo set partono meglio le ospiti, lentamente però le “principesse”, nonostante i tanti errori, riescono a rientrare a contatto, aggiudicandosi il parziale in volata. Troppi gli errori delle riminesi nel secondo (addirittura 21) e nel terzo parziale per potersela giocare di fronte ad una attenta ed ordinata squadra ospite.
Nel quarto set il riscatto di Riviera Volley Rimini fondando la reazione su una buona difesa e tanta grinta soprattutto nel finale dopo l’espulsione dal campo per cartellino rosso all'allenatore Randy Nortey.
L’assenza della guida tecnica in panchina si fa sentire nella parte finale del tiebreak, dopo aver tenuto bene sino al cambio di campo sul 8-6 le giovani riminesi si perdono permettendo alle avversarie di imporsi.
La squadra ha dimostrato grande carattere e spirito di gruppo, riuscendo a reagire nonostante i tanti errori commessi alcuni dei quali veramente banali. E’ vitale riuscire a limitarli per poter vincere le partite.
Un altro punto, il secondo in meno di una settimana, conquistato con squadre più forti ed esperte di noi, che fa ben sperare”.
Giornata “molto sfortunata” nei “fischi” dal seggiolone anche qui a Viserba, dove la classica e non scritta regola sportiva per cui “l’arbitro migliore è quello che non si nota” non è stata purtroppo utilizzata.
 
 
 

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'