In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Riunione del CRER a Ferrara, si punta sui giovani

29/08/2019


Riunione del CRER a Ferrara, si punta sui giovani

 

Nell'incontro tenutosi martedì sera con le Società del territorio è emersa la grande attenzione nei confronti dei campionati giovanili. I numeri sono in crescita anche a livello regionale

 

Buona la partecipazione delle Società del territorio (33 su 54), molto buona l'attenzione nei confronti dei campionati giovanili, il futuro del movimento.

Sono queste le indicazioni principali emerse dalla riunione dei vertici del Comitato Regionale dell'Emilia Romagna e della Delegazione Provinciale di Ferrara con i Club del territorio.

Tavolo d'eccezione con il Presidente Regionale Paolo Braiati, i due Vice Presidenti Dorindo Sanguanini (Vicario con delega all'attività agonistica) e Celso Menozzi (con delega all'attività giovanile), il Delegato locale Giovanni Aretusi ed il Presidente della sezione AIA di Ferrara Giampaolo Droghetti, mentre in prima fila sedeva il Consigliere Regionale Biagio Dragone. 

 

Il tema della violenza nei confronti dei direttori di gara affrontato da Braiati è stato centrale, anche a fronte dell'inasprimento delle sanzioni previste dal nuovo codice di giustizia sportiva e dal recente decreto sicurezza. Poi il Presidente ha illustrato le modifiche introdotte dalla Circolare AIA n.1 o almeno il sunto predisposto dal CRA e pubblicato sul c.u. del Comitato. 

Tanti i temi affrontati, dalla normativa che fa chiarezza sulle gare interrotte a quella relativa al tesseramento dei calciatori stranieri, al prestito dei calciatori, all'obbligo di utilizzo degli allenatori abilitati, alla numerazione delle maglie da gioco (non più da 1 a 99 ma da 1 a 22 con i numeri 1 e 12 riservati rispettivamente al portiere titolare e a quello di riserva) fino all'importanza per le Società di rinnovare l'iscrizione al Registro CONI. Grande curiosità per il progetto ESPORT, che porterà i Club della regione interessati a sfidarsi in un vero e proprio torneo di Playstation 4 con il "game" FIFA 19. Sarà riservato ad un numero di Società ancora da definire (da 6 a 8) e la squadra vincitrice staccherà il biglietto per il Torneo delle Regioni a Bolzano in cui affronterà i campioni delle altre regioni italiane.

 

Importante l'intervento del Vice Presidente Celso Menozzi che ha sottolineato come questa sarà una stagione particolare. Prenderà infatti il via il nuovo format, in via sperimentale, dei campionati Allievi e Giovanissimi. Ad un campionato Elite a 32 squadre, divise in due gironi da 16 formazioni ciascuno, sarà infatti affiancato un altro campionato organizzato secondo la formula adottata in queste ultime stagioni: una fase autunnale a carattere provinciale, le cui vincenti accederanno ad una fase primaverile regionale, con 6 gironi da 8 squadre ciascuno sia per gli Allievi, sia per i Giovanissimi.

Le squadre vincitrici di ogni girone avranno diritto a partecipare l'anno seguente al campionato regionale Elite che quest'anno inizierà a settembre per concludere la fase d'andata a dicembre e ripartire con quella di ritorno a gennaio.

Dal campionato regionale Elite retrocederanno 3 squadre in ogni girone: una direttamente, le altre due attraverso il meccanismo dei playout.

Sia negli Allievi, sia nei Giovanissimi si registra un aumento delle iscrizioni a livello regionale: 6 squadre in più per i primi, 13 in più per i secondi.

 

Il problema della variazione delle gare è un tema delicato ed è stato affrontato dal Vice Presidente Vicario Dorindo Sanguanini, ricordando che per i problemi legati alla pioggia e alla nebbia deciderà l'arbitro (salvo situazioni fuori dal comune), mentre per la neve, sia nei campionati provinciali sia in quelli regionali, si pronuncerà il Comitato Regionale.

Sottolineata quindi l'importanza della partecipazione al Torneo delle Province.

 

Il Delegato Provinciale Giovanni Aretusi ha fatto il punto sull'attività locale. Ringraziate le Società per la grande collaborazione dimostrata nella scorsa stagione in cui la Delegazione ha saputo gestire ben 3.500 gare compresa l'attività giovanile interprovinciale. Quest'anno Ferrara avrà un solo girone di Seconda Categoria, avendo "dato in prestito" alcune Società alle Delegazioni di Bologna e di Modena per permettere loro di completare i gironi di competenza.

Il campionato di Seconda comincerà il 22 settembre, il 15 dicembre terminerà il girone d'andata mentre quello di ritorno si disputerà dal 19 gennaio al 19 aprile.

La Terza Categoria inizierà l'8 settembre. Il 15 dicembre si concluderà l'andata ed il ritorno partirà il 19 gennaio per concludersi il 3 maggio. La settimana successiva comincerà il Memorial Tavolini.

Il campionato Juniores si disputerà dal 20 settembre al 7 dicembre nel girone d'andata e dall'8 febbraio al 25 aprile nel girone di ritorno.

15 Club nel campionato Allievi che partirà l'11 settembre.

Nei Giovanissimi presenti 25 formazioni, divise in un girone da 13 e uno da 12. Stagione al via il 22 settembre.

Nei Piccoli Amici e nei Primi Calci prevista la possibilità di un "mini campionato" con 4 o 5 Società: comincerebbe ad ottobre e terminerebbe la prima decade di novembre.

Valutata la possibilità di svolgere attività di Calcio Femminile con alcune Società che ne hanno fatto richiesta.

 

Damiano Montanari

Ufficio Stampa e Comunicazione CRER FIGC LND

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'