In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket

Rekico vs Super Flavor 53- 81

La Rekico perde con Milano ma resta quarta

01/04/2019


Rekico vs Super Flavor 53- 81

 

Rekico vs Super Flavor 53- 81

(11-20; 26-38; 43-64)

 

FAENZA: Fumagalli 14, Costanzelli 8, Silimbani, Samorì ne, Casagrande 2, Venucci 5, Zampa 6, Petrucci 6, Pambianco ne, Santini ne, Sgobba 12. All.: Friso.

MILANO: Simoncelli 19, Piunti 9, Perez 11, Santolamazza 4, Albique, Paleari 10, Scanzi 16, Eliantonio 4, Toffali 2, Piatti, Negri 6, Sedazzari. All.: Villa

Arbitri: Roca e Rodia

NOTE. Uscito per falli: Venucci

 

Nonostante la sconfitta casalinga con l’Urania Milano, la Rekico resta in corsa per il quarto posto, che sarà con tutta probabilità un testa a testa con Padova. Le due squadre sono quarte a 34 punti e dunque decisive saranno le ultime tre giornate. I faentini giocheranno a Crema e ospiteranno Lecco e Bernareggio, mentre Padova riceverà Crema, andrà ad Orzinuovi e chiuderà in casa con Cesena: chi la spunterà?

 

Tornando al match con Milano, la Rekico paga una giornata negativa al tiro da tre e i pochi rimbalzi catturati (36-18 il computo totale per l’Urania) contro la squadra più in forma del girone, che può ancora puntare alla vittoria del campionato. Sempre senza Chiappelli, i Raggisolaris hanno comunque il merito di non mollare mai, incassando un passivo troppo pesante per quanto visto in campo.

 

L’Urania parte avanti 8-0 portandosi poi sul 20-8, ma la Rekico reagisce grazie anche al calore del PalaCattani e arriva fino al 20-29. Sgobba ha nelle mani il pallone del -7, ma la sua conclusione non va a segno e così la Super Flavor ne approfitta, piazzando un mini break andando sul 34-20, frutto delle alte percentuali offensive e di un’ottima difesa. 

 

All’intervallo Faenza si trova ad inseguire 26-38, ma al rientro in campo i tanti errori in attaccoe le palle perse, fanno il gioco di Milano che chiude il terzo quarto avanti 64-43, parziale frutto di altissime percentuali offensive. Nell’ultimo periodo gli equilibri non cambiano, ma la Rekico non smette mai di lottare, mostrando lo spirito giusto che servirà per conquistare il quarto posto.

 

PROSSIMO TURNO La Rekico ritornerà in campo domenica 7 aprile alle 18 a Crema nell’ultima trasferta di regular season, poi ospiterà Lecco domenica 14 aprile alle 18 e Bernareggio, sabato 20 aprile alle 20.30.

 

Per maggiori informazioni

Luca Del Favero

Capo Ufficio Stampa Rekico Raggisolaris Faenza

Mail: addettostampa@raggisolaris.it

Tel. 339/4363963




Rekico: con Milano un big match che mette in palio il terzo posto

30/03/2019


Rekico: con Milano un big match che mette in palio il terzo posto

La volata finale per le prime quattro posizioni non poteva iniziare con un incontro più spettacolare. Domenica alle 18 al PalaCattani andrà in scena il big match tra Rekico e Super Flavor Milano, scontro diretto che metterà in palio il terzo posto. Entrambe sono infatti appaiate a Padova nel gruppo alle spalle della coppia di testa Orzinuovi-Cesena, avanti quattro punti, e tutto lascia presagire che questo terzetto si giocherà gli ultimi due posti nel salotto buono del girone, che garantiranno il fattore campo a favore nei play off. La Rekico arriva a questo incontro ben sapendo di dover essere perfetta per battere una delle corazzate del campionato, ma avrà tanta voglia di riscattare il beffardo ko di Ozzano dell’ultima giornata.

 

LE INIZIATIVE - Rekico - Milano sarà #MATCHDAY IOR. Per la seconda partita consecutiva, saranno presenti al PalaCattani i volontari dell’Istituto Oncologico Romagnolo, che raccoglieranno offerte per finanziare il progetto dell'assistenza domiciliare rivolta ai malati e alle loro famiglie: un servizio presente in tutta la provincia di Ravenna. Per l’occasione i giocatori della Rekico indosseranno una sopramaglia con il logo dello IOR.

 

L’AVVERSARIO – Bastava soltanto dare tempo all’Urania Milano per vederla tra le regine del girone. L’altalenante squadra dell’andata che aveva chiuso la prima parte di stagione con nove vittorie in quindici gare, è ora diventata una macchina perfetta, come dimostra l’attuale terzo posto in coabitazione con Rekico e Padova: un ruolino di marcia che legittima l’obiettivo stagionale di salire in serie A2. Merito di questa scalata è stato anche l’arrivo di Daniel Perez da Desio, autore di 17 punti di media nelle tre gare disputate, tassello mancante che ha completato un roster che annovera tanti giocatori con un lungo e vincente passato in serie B. Non ci sono dubbi che a livello di nomi, la squadra di coach Davide Villa sia quella con il palmares più ricco del girone. Anche le statistiche confermano le qualità dell’Urania: con 79.8 punti di media è l’attacco più prolifico del girone, mentre con 69.3 punti concessi è la terza migliore difesa.

 

Oltre a Perez, under classe 1997, sono sei i giocatori che viaggiano costantemente in doppia cifra, coprendo tutti i ruoli in campo. L’ala Giorgio Piunti viaggia a 13.8 punti e si è già messo in luce nella vittoria per 74-64 dell’andata siglandone 26, poi ci sono la guardia Andrea Scanzi con 13.8, il capitano Andrea Paleari, centro da 11 punti di media, il suo compagno di reparto Giacomo Eliantonio (10.5), e il playmaker Alexander Simoncelli (10.3). Completano il reparto esterni la guardia tiratrice Andrea Negri e il regista Riccardo Santolamazza, uomo d’ordine con tanti anni di militanza in A2. Per quanto riguarda gli under, oltre a Perez, sono la guardia Davide Toffali (’98) e il centro Luca Albique (’97) ad avere il maggiore minutaggio nelle rotazioni.

 

Raggisolaris e Urania Milano si sono affrontate tre volte: due nella stagione 2016/17 in serie B e lo scorso dicembre in terra meneghina. Il bilancio vede i lombardi avanti 2-1, ma indimenticabile resterà la vittoria della Rekico nell’unico precedente al PalaCattani (8 dicembre 2016), arrivata all’ultimo secondo grazie ad un canestro di Alessio Donadoni.

 

IL PREPARTITA – “La classifica dice che contro Milano sarà la partita più importante della stagione – sottolinea il capitano Mattia Venucci – e la dovremo affrontare nella maniera migliore, senza però avere pressione. In questo ultimo mese di campionato bisognerà avere intensità per tutti i quaranta minuti, limitare gli errori e restare uniti nelle difficoltà. 

 

È difficile trovare un punto debole nell’organico dell’Urania, perchè ha davvero tanta qualità in ogni reparto e ora con l’arrivo di Perez è ancora più pericolosa e completa. Per caratteristiche tecniche, la guardia era il giocatore che mancava e lo stanno dimostrando anche i risultati. Simili partite vanno affrontate con il giusto spirito, mettendo in primo piano la forza del gruppo, l’arma che ci ha permesso di conquistare tante importanti vittorie.

 

Arriviamo alla gara con l’Urania dopo una settimana di intenso lavoro e siamo davvero motivati, perché sappiamo che in poche settimane ci giocheremo un’intera stagione: possiamo arrivare terzi come quinti e sarebbe un peccato non avere il fattore campo a favore nei play off dopo un simile campionato vissuto sempre nelle prime posizioni. Sono certo che nel girone ci sarà grande equilibrio fino all’ultima giornata, ma tre delle ultime quattro gare le giocheremo in casa e dovrà essere un importante vantaggio da sfruttare per aggiudicarci questa volata”.

 

PROSSIMO TURNO La Rekico ritornerà in campo domenica 7 aprile alle 18 a Crema nell’ultima trasferta di regular season, poi ospiterà Lecco domenica 14 aprile alle 18 e Bernareggio, sabato 20 aprile alle 20.30.

 

Luca Del Favero

Capo Ufficio Stampa Rekico Raggisolaris Faenza

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'