• Romagna Sport
  • Marche Sport

Motori

Moto2, titolo mondiale a al romagnolo Enea Bastianini

di Massimo Brizzi

22/11/2020

Moto2, titolo mondiale a al romagnolo Enea Bastianini

foto Gianni Vanacore

 

 

 

 

 

 

La corona della Moto2 torna in Italia. Merito di Enea Bastianini che a Portimao conquista il titolo di campione del mondo della classe di mezzo, succedendo ad Alex Marquez e riprendendo il filo avviato dalle corone di Franco Morbidelli (2017) e Francesco Bagnaia (2018) nella stessa categoria. In Portogallo a Bastianini basta il 5° posto, nella gara vinta da Remy Gardner davanti a Luca Marini e Sam Lowes, per essere iridato. Corsa sofferta per Enea, che alla vigilia aveva un margine di 14 punti su Lowes , 18 su Marini e 23 su Bezzecchi: non ha avuto artigli per graffiare e si è dovuto difendere, ma è riuscito nell'impresa. Marini ha dato tutto nel cercare di sparigliare le carte iridate, con un testa a testa con Gardner perso solo a due giri dal termine: alla fine il fratello di Valentino Rossi è 2° e vicecampione del mondo (a 9 punti da Bastianini), ma non gli sarebbe bastato nemmeno la vittoria per festeggiare il campionato. Applausi a Lowes, terzo e davvero eroico con il polso destro rovinato nella caduta a Valencia: le condizioni fisiche hanno decisamente menomato l'inglese (a -9 da Bastianini, ma terzo nel mondiale per i piazzamenti) nella volata irridata

 

Seguici su Facebook: MOTORI EMILIAROMAGNA

 

 

IL CAMPIONE  

 

Enea Bastianini, non ancora 23 anni, colleziona la sua vittoria più prestigiosa dopo una carriera in cui vanta un titolo in minimoto nel 2011 nella MiniGP70 e un titolo nazionale (2012) nel trofeo dedicato alle Honda NSF250R. Nel motomondiale dal 2014, ha 3 vittorie in Moto3, dove nel 2016 è vice campione con il team Gresini, prima del salto in Moto2, l'anno scorso: quest'anno la consacrazione con 3 vittorie e 7 podi. Veloce e tecnico, Enea è cresciuto in maturità alzando il livello la domenica. Dopo i trascorsi giovanili con tuffi e ginnastica artistica le sue evoluzioni sono state premiate in pista, dove la sua parabola proseguirà verso l'alto: l'anno prossimo infatti c'è il salto in MotoGP con il passaggio sulla Ducati Avintia dove farà coppia con Luca Marini.

 

Fonte la gazzetta.it

Commenti

PUBBLICITA'

PUBBLICITA'