In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Nuoto

Mondiali nuoto 2019, Federica Pellegrini d'oro nei 200 stile: quarto titolo mondiale

Due anni dopo Budapest Federica Pellegrini si conferma campionessa del mondo sui 200 stile libero

24/07/2019


Mondiali nuoto 2019, Federica Pellegrini d'oro nei 200 stile: quarto titolo mondiale

Federica Pellegrini compie l’ennesima impresa di una carriera leggendaria. Conquista il suo quarto oro mondiale nei 200 stile. Nei primi 150 metri controlla le avversarie, la temibile australiana Titmus e la svedese Sjostroem, poi negli ultimi 50 metri aziona la sua progressione e se le sbrana tutte. Un successo enorme con un tempo eccezionale: 1'54''22 è il miglior tempo in tessuto nuotato dalla fuoriclasse veneta. La Titmus chiude argento (1’54”66), bronzo alla Sjostroem (1’54”78). Braccia al cielo di fronte alla vera regina del nuoto mondiale, la più forte nuotatrice della storia. Mai nessuno come lei. Per successi e per longevità. All’arrivo piange Fede. È il suo ultimo Mondiale, ma non è la nostalgia che inizia: è l’emozione di aver realizzato un sogno con quell’ultima vasca nuotata in 29''22. Roba da strabuzzare gli occhi. Unica Fede.

 

Le parole dopo la gara: "È il mio ultimo Mondiale"

Le parole della Pellegrini dopo la gara: “Io non ci credo ancora, perché in acqua ho fatto quello che ho voluto, sentendomi come volevo 50 dopo 50. Incredibile il tempo che ho fatto, significa che tutto il lavoro che stiamo facendo paga tanto, come non mai. Sono molto contenta perché è il mio ultimo Mondiale, piango non per dispiacere ma per felicità" ha detto commuovendosi. "A me piace lavorare perché mi piace trarre i risultati del lavoro che ho fatto. Non sempre è arrivato nella mia carriera. Oggi me la stavo facendo sotto come non mai, abbiamo deciso di fare questa gara al Sette Colli. A 31 anni sono felice: Budapest è stato fortemente voluto ma mai avrei immaginato l’oro, arrivando qui sono successe cose strane una dietro l’altra e mi sono trovata a giocarmi qualcosa di importante quasi di passaggio. Il tempo mi sorprende ancora di più".

 

Le parole dopo l'inno: "Questa medaglia si chiama Amore"

Salita sul podio, tutto il pubblico ha accompagnato l'inno italiano battendo le mani, emozionando ancora una volta la campionessa azzurra: "Più che il podio è l’inno che è stato incredibile, ancora non riesco a rendermi conto. Non ci si abitua proprio mai alle vittorie. Abbiamo lavorato tanto, ci abbiamo sempre creduto anche se è un po’ inaspettato. Sono contenta perché abbiamo scommesso e abbiamo vinto puntando sulla velocità, ricominciando a spingere da gennaio sempre in progressione. Sono contenta per me, per il mio staff e la mia famiglia. Il nome della medaglia di quest’anno? Amore".

 

fonte: skysport.it



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'