In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Mattia Bersanetti: il calcio per me? Passione e divertimento

di Enrico Ferranti

04/11/2020


Mattia Bersanetti: il calcio per me? Passione e divertimento


"Quando entro in campo, stacco la mente da tutti i problemi quotidiani e mi rilasso."

Mattia Bersanetti ed il calcio: un rapporto davvero molto speciale. Classe 1998: "Sono nato a Segrate - in provincia di Milano - ma all'età di 7 anni, insieme alla mia famiglia, ci siamo trasferiti a Serravalle, una frazione del Comune di Berra."
Una passione per questo meraviglioso sport sbocciata fin da bambino e trasmessa da sua papà: "Lui ha sempre giocato a buoni livelli", incalza Mattia, "ed io mi divertivo a seguire tutte le sue partite alla domenica pomeriggio."
Centrocampista dotato di senso tattico ed ottima visione di gioco; una carriera - la sua - di prestigio: "Ho iniziato a Berra, nella squadra del mio paese dove ero stato visionato da diverse società importanti.... facendo anche dei provini. Nel 2012 ero entrato a far parte della squadra che rappresenteva la città di Ferrara nel Torneo delle Regioni. Sempre nel 2012, in estate, il mio passaggio nella società Adriese, dove avevo fatto tutta la trafila delle giovanili. Attualmente gioco con l'A.S.D. Sorgente che milita nel campionato di Seconda Categoria ferrarese. Faccio parte della prima squadra da quando avevo 17 anni: nonostante la mia giovane età, sono uno dei veterani dello spogliatoio (siamo una squadra giovane)."

Significativo un suo pensiero. "Le persone più importanti sono indubbiamente mio papà che è sempre stato il mio primo tifoso e non si è mai perso una mia partita. Vincenzo Conti: è stato il mio Presidente qui alla Sorgente, è venuto a mancare da poco. Se gioco ancora a calcio e non ho smesso di divertirmi è soprattutto merito suo, a lui devo tanto. Inoltre tutti i miei compagni di squadra che sono come dei fratelli, perchè nello spogliatoio si crea un rapporto fraterno." Mattia Bersanetti e Francesca Cusinatti -pluricampionessa di ju jitsu - sono legati da un amore unico: "Francesca è una botta di vita, è una ragazza straordinaria che si impegna sempre tantissimo in ogni ambito.... raggiungendo risultati straordinari. Adesso si è cimentata come tifosa: ogni domenica viene a guardare le mie partite, anche se a dire il vero quello che vorrebbe guardare le sue gare in giro per il mondo sono io. Amo guardarla mentre si allena con il suo compagno di gare (Salvatore Girlando) e soprattutto quando allena i suoi bambini perchè trasmette tutta la sua passione. Lei è la cosa più bella che mi potesse mai accadere: sono felice, fiero ed orgoglioso di averla al mio fianco, è meravigliosa."

Enrico Ferranti. 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'