• Romagna Sport
  • Marche Sport

Calcio

La serie A di calcio in provincia

08/10/2021

La serie A di calcio in provincia

Gli arbitri romagnoli di serie A, Marco Piccinini e Antonio Rapuano, tornano nei campi provinciali di Forlì e Rimini. 

Un’occasione unica per vedere in azione dei professionisti e per promuovere il nuovo corso Arbitri di Calcio che tutte le 14 Sezioni dell’Emilia-Romagna stanno programmando dal corrente mese per i giovani dai 14 ai 40 anni. 

Marco Piccinini, della Sezione di Forlì, sarà impegnato sabato 9 ottobre alle ore 15 all’Antistadio di Forlì in Viale Spazzoli 113 in Edelweiss Jolly - Torresavio (Under 17 Provinciale), mentre Antonio Rapuano della Sezione di Rimini dirigerà, allo Stadio Nanni di Bellaria, in Via Rossini 5, domenica 10 ottobre alle ore 10.30, l’Under 17 Provinciale, Bellaria Igea Marina – Verucchio.

In tribuna saranno presenti anche i Presidenti delle rispettive Sezioni.

La grande disponibilità dei due associati romagnoli vuole essere un segnale per tutti i giovani che vogliono intraprendere questo sport, ricco di valori e di responsabilità. Fare l’arbitro oggi significa dedizione, impegno, etica e passione. 

Il corso è completamente gratuito, come la tessera federale (che dà la possibilità di accedere a tutti gli stadi italiani) e il materiale tecnico. 

Ad ogni gara viene corrisposto anche un rimborso spese.

Ha preso il via, quest’anno, anche il progetto del “Doppio Tesseramento” che prevede la possibilità per ragazze e ragazzi, di diventare arbitri di calcio continuando anche a giocare nelle rispettive società sportive. Si tratta della possibilità, dal 14° e fino al compimento del 17° anno di età, di arbitrare ed essere anche tesserato per una società calcistica. 

L’iniziativa di Forlì e Rimini, concordata con il Comitato Nazionale Aia, con la CAN A, con il Comitato Regionale Arbitri e in piena sintonia con le altre Sezioni vuole essere anche uno stimolo per inserire nuovi ragazzi in Associazione in un momento delicato per il mondo arbitrale dove vi sono state, causa pandemia, notevoli defezioni.

AIA Sezione di Forlì

AIA Sezione di Rimini

Commenti

PUBBLICITA'