In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Pallamano

La Casalgrande Padana coglie una nuova affermazione al pala Keope

Le biancorosse si impongono anche nel derby amichevole con il Marconi jumpers.

27/09/2020


La Casalgrande Padana coglie una nuova affermazione al pala Keope

MATTEO CORRANDINI


 

 

Seguici su Facebook: HANDBALL EMILIAROMAGNA

 

 

Nuova vittoria in amichevole per la Casalgrande Padana: ieri pomeriggio, al Pala Keope, le nostre beniamine hanno prevalso nel derby contro il Marconi Jumpers Castelnovo Sotto. Per quanto non fosse una gara ufficiale, si è comunque trattato della prima sfida ufficiale di questa stagione tra le due contendenti reggiane: entrambe le squadre disputeranno il girone A della serie A2 di pallamano, e dunque si tratta di un confronto che avrà modo di ripetersi anche nei prossimi mesi.

 

 

“Ieri la vittoria è arrivata con il punteggio di 38-23 – spiega Matteo Corradini, tecnico della Padana – Confrontando la nostra prova con quella di sabato scorso, stavolta abbiamo incontrato qualche difficoltà in più: tuttavia, si tratta di un aspetto che avevamo ampiamente messo in preventivo. Castelnovo Sotto è infatti avversaria con potenzialità maggiori rispetto a quelle della Tushe Prato: il Marconi Jumpers ha senza dubbio i mezzi che servono per costruire un cammino di campionato tutt’altro che trascurabile, e credo proprio che la formazione della Bassa possa puntare a collocarsi stabilmente nella parte sinistra della classifica. Per quanto riguarda nel dettaglio l’andamento della sfida, le dimensioni del punteggio finale non dicono tutta la verità su ciò che si è visto in campo – rimarca Corradini – La nostra superiorità è stata meno netta di quanto le cifre possano dare a intendere: le nostre ragazze sono comunque state capaci di fornire una prova di buon livello, con numerosi spunti di apprezzabile spessore sia in attacco sia in fase difensiva. A questo punto, dovremmo perfezionarci evitando certe leziosità: alcune volte tendiamo infatti a mettere da parte il gioco di squadra, pensando invece a sviluppare degli spunti individuali che però si rivelano spesso troppo elaborati e inconcludenti. Quando riusciremo a limare questo difetto, compieremo un ulteriore passo avanti di grande importanza e significato”.

 

 

La Casalgrande Padana si è presentata al completo, e l’infermeria continua a essere sgombra: “Inoltre ho applicato un’ampia rotazione, come sempre in amichevole – sottolinea l’allenatore – A livello di singole giocatrici, credo che la prova del giovane portiere Valentina Bonacini vada evidenziata con una particolare nota di merito. Spicca inoltre il buon esordio in Prima squadra di Asia Mangone, proveniente dalla nostra Under 17: lei è un’ala polivalente, perchè sa esprimersi con efficacia pure nel ruolo di terzino”.

Come più volte annunciato nei giorni scorsi, il campionato di A2 prenderà il via soltanto sabato 7 novembre: di conseguenza, c’è tempo e spazio per organizzare delle ulteriori partite-test. “A metà ottobre, in una data ancora da stabilire, affronteremo la formazione di A2 dell’Ariosto Ferrara – annuncia il trainer casalgrandese – Inoltre, sempre a ottobre, è prevista un’amichevole di ritorno a Castelnovo Sotto”.

 

 

E a proposito di Castelnovo Sotto, il tecnico del Marconi Jumpers non manca di  elogiare la Padana: “L’amichevole di ieri ha pienamente confermato le mie impressioni – afferma Gianluca Poli – Casalgrande dispone di tutti i mezzi che servono per navigare in modo costante nei piani alti della graduatoria: la formazione di Corradini è a pieno titolo tra le maggiori favorite in ottica promozione, e abbiamo già iniziato ad accorgercene pure in questo test. Del resto, solo per citare qualche nome, giocatrici come Ilenia Furlanetto e Francesca Franco sono due autentici lussi per l’A2. Al di là del risultato, ritengo che la nostra prova sia comunque stata soddisfacente – prosegue Poli – Peraltro, non va dimenticato che per noi si trattava pur sempre della prima uscita stagionale. Anche noi eravamo al completo: durante il primo tempo la gara ho schierato un possibile sette titolare, e la gara ha seguito binari di sostanziale equilibrio. Nella metà iniziale dell’incontro mi sono orientato su una difesa 5-1, schema a cui il nostro gruppo è ben poco abituato: nonostante ciò, i riscontri sono stati ugualmente apprezzabili e incoraggianti. A seguire ho applicato vaste sperimentazioni, schierando molte ragazze fuori ruolo: in questo modo il divario a favore della Casalgrande Padana è man mano cresciuto, ma le mosse attuate nella ripresa mi hanno permesso di capire ulteriormente le reali caratteristiche di ciascuna delle nostre giocatrici”.



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'