In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Juniores regionali, sabato scatta il campionato

Folgore Rubiera San Fao di scena nella trasferta sul campo del Fiorano

13/09/2019


Juniores regionali, sabato scatta il campionato

alex-corradini-gobbi


 

Il campionato Juniores regionale Figc è ai nastri di partenza: la prima giornata è in agenda per domani, sabato 14 settembre, e gli Under 19 della Folgore Rubiera San Fao inizieranno il cammino con un'impegnativa trasferta in terra modenese. A partire dalle ore 15, la formazione di mister Roberto Cavalletti sarà di scena sul sintetico "Ferrari" di piazza dei Ciliegi a Fiorano: gli avversari di turno saranno ovviamente i "Gatti" biancorossi, in un duello che sarà arbitrato dal sig. Ahmed Farchak di Modena.

 

Intanto, i biancorossoblù provengono da un'amichevole di lusso. Sabato scorso, a Villa Bagno, i nostri beniamini sono stati sconfitti per 4-1 dalla Reggiana Berretti: il gol dei padroni di casa porta la firma di Matteo Piredda. "In effetti, ci siamo resi autori di un precampionato piuttosto opaco sotto l'aspetto dei risultati - spiega l'attaccante rubierese classe 2000 Alex Corradini Gobbi - Purtroppo, non siamo ancora riusciti a vincere una partita: va comunque detto che abbiamo affrontato avversarie di primo piano e molto ben attrezzate, come ad esempio la stessa Reggiana Berretti. Più in generale, ritengo che questa assenza di successi non debba indurre ad alcun tipo di drammatizzazioni: anche se fin qui i risultati non sono stati dalla nostra parte, abbiamo comunque lasciato intravedere un insieme di doti che ci autorizzano a guardare al campionato con motivata fiducia".

 

Nella fattispecie, Corradini Gobbi, dove risiedono i vostri principali punti di forza? Quali sono gli aspetti su cui dovreste puntare, per fare risultato già a parte dalla trasferta fioranese?

"A livello generale, ritengo che grinta e tenacia rientrino già a pieno titolo nel dna del nostro organico: inoltre mister Cavalletti sta plasmando un modo di giocare concreto e convincente, dandoci un'impostazione collettiva che valorizza al meglio le prerogative di ogni singolo giocatore. Di conseguenza, credo proprio che questa Folgore Rubiera San Fao abbia ciò che serve per essere tra le realtà più competitive del campionato che va a iniziare: ovviamente il patrimonio di base da cui partiamo andrà affinato nel corso delle settimane, correggendo i principali difetti che al momento ci affliggono".

 

E dunque, cosa ci sarebbe da migliorare all'interno della Folgore Juniores?

"Penso che vada sistemato qualcosa sul piano dell'atteggiamento: come detto siamo una squadra molto coriacea, ma in alcune occasioni questa nostra dote si affievolisce come non dovrebbe. Nella fattispecie tendiamo a scoraggiarci dopo essere andati in svantaggio, riprendendo quota e smalto soltanto con il passare dei minuti: in più, certe volte ci innervosiamo troppo quando le cose non vanno come dovrebbero o quando gli avversari si rivelano ancora più ostici rispetto al previsto. Ad ogni modo, stiamo lavorando a fondo per sistemare quanto prima queste pieghe caratteriali: quando ci saremo riusciti, di certo la Folgore Rubiera San Fao sarà un'avversaria parecchio severa per tutte le squadre del girone C".

 

Come vi presenterete contro i "Gatti"? Sarete al completo, o dovrete fare fronte a qualche assenza?

"In settimana Gabriele Romoli ha fatto i conti con qualche acciacco, ma dopodomani dovrebbe comunque essere a disposizione. Di sicuro mancheranno il lungodegente Filippo Paterlini e Daniel Minniti, quest'ultimo ancora interessato dall'infortunio al braccio: comunque sia entrambi sono in fase di recupero, e dovrebbero rientrare in tempi non lunghissimi".

 

A livello personale, tu sei ormai un veterano della Folgore Juniores: cosa ti ha spinto a proseguire l'esperienza in biancorossoblù, declinando le altre proposte che sicuramente ti saranno arrivate?

"In effetti avrei avuto l'opportunità di cambiare casacca, iniziando già quest'anno a cimentarmi con le categorie calcistiche "adulte": ad ogni modo, ho di gran lunga preferito dare continuità a questo mio percorso rubierese. Come altri hanno già giustamente ribadito più volte, l'ambiente della Folgore è davvero l'ideale per fare calcio: inoltre, noi giovani siamo sempre posti nelle condizioni migliori per crescere in modo rilevante sotto ogni aspetto. 

Per giunta, credo che la Juniores di quest'anno possa ragionevolmente puntare a un ruolo di alta classifica: raggiungere i play off regionali è sempre difficile per chiunque, ma nel nostro caso non si tratta affatto di un sogno così azzardato. La guida di mister Cavalletti saprà senz'altro darci gli elementi giusti per portare avanti i nostri sogni di gloria. 

Inoltre, qui alla Folgore ho anche l'opportunità di allenarmi con la Prima squadra: non a caso io sono tra i giocatori che hanno iniziato la preparazione proprio con l'organico di Eccellenza, diretto da mister Semeraro. L'insieme di tutti questi fattori rappresenta un incentivo di primissimo piano per continuare a impegnarmi con costanza e convinzione nele file della Folgore Rubiera San Fao".

 

NUOVO ARRIVO. Intanto c'è una novità che riguarda l'organico: da ora in poi, la Folgore Rubiera San Fao Juniores potrà contare anche sul centrocampista Achref Kethiri. Classe 2002, lui ha all'attivo una rilevante esperienza nelle giovanili della Reggiana: Kethiri proviene dal Santos con la formula del prestito, e sarà schierabile già a partire da dopodomani.

 

Le altre partite del turno che inaugurerà il girone C sono Vezzano-Scandianese/Casalgrandese, Castellarano-San Michelese, Castelvetro-Arcetana, Atletico Montagna-United Albinea, Savignano-Maranello e Real Formigine-Vignolese.



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'