In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket

Intervista a Matteo Millina nuovo capo allenatore del Granarolo Basket

22/07/2019


Intervista a Matteo Millina nuovo capo allenatore del Granarolo Basket

Matteo Millina (figlio d'arte il papà Piero è allenatore di basket professionistico) , ha iniziato a giocare a basket all'età di otto anni a Castenaso nel paese dove abita ,e poi dagli Esordienti fino all'Under 19 , tutto il percorso delle giovanili alla Virtus Bologna , Matteo in Virtus ha vinto due scudetti nazionali giovanili , dopo ha iniziato il percorso senior con due anni a Granarolo poi un anno in Serie "C1" alla Ghepard , e poi a Castel Guelfo dove ha vinto il campionato di Serie "C" Silver , dopo ha avuto un infortunio serio e qui Matteo ha deciso di smettere di giocare . Invece il percorso di allenatore è iniziato molto presto all'età di 20 anni a Granarolo quando giocava in prima squadra. prima come assistente a Emilio Marcheselli per tre anni, poi ho  iniziato il percorso come capo istruttore  sempre Granarolo e l'anno scorso ho svolto anche le mansioni di vice allenatore a Luca Carrera.                                                 

 

MATTEO SEI CONTENTO DI ESSERE IL PRIMO ALLENATORE DEL GRANAROLO BASKET PER LA PROSSIMA STAGIONE.

Certamente ,sono molto contento è una nuova esperienza molto diversa dalle mie ultime stagioni che ho allenato le giovanili è un esperienza che prima o poi ambivo a farla, è arrivata questa opportunità e l'ho presa al volo , la mia priorità era allenare le giovanili e mi piace  stare a contatto con i ragazzi perché secondo me per Società come la Granarolo Basket i giovani sono fondamentali perché se si lavora bene con il Settore giovanile dopo anche la prima squadra ne trae vantaggi. 

 

ADESSO CHE SEI IL CAPO ALLENATORE TI DEVI RAPPORTARE CON GIOCATORI CHE HANNO PIU' ANNI DI TE, COME L'AFFRONTERAI?

Questo certamente non mi spaventa è sicuramente una cosa molto diversa di prima che allenavo le giovanili, penso che ci sia il rispetto dei ruoli , poi attraverso il rispetto reciproco si possa installare un rapporto professionale e rispettoso.

 

MATTEO SICURAMENTE HAI DELLE PERSONE CHE TI HANNO AIUTATO IN QUESTO PERCORSO CHE VUOI RINGRAZIARE

In primis Emilio Marcheselli che mi ha sempre seguito nel mio percorso da istruttore dandomi tanti consigli e poi Paolo Paoloni e Massimo Argilli tutte persone della Granarolo Basket che mi hanno aiutato moltissimo e sono stati loro a volermi come capo allenatore e li ringrazio.

Ora Matteo mi vuole parlare dei suoi ragazzi del 2003 che allena da quando ha iniziato l'esperienza di istruttore. "Sono debitore a loro per avermi permesso di coltivare una passione nuova , quella di istruttore/allenatore. Sono ragazzi che porto nel cuore , che avrò ancora il piacere di allenare il prossimo anno , e verso i quali sarò sempre debitore , anche al di fuori del campo" .

 

COME IMPOSTERETE LA SQUADRA PER IL PROSSIMO CAMPIONATO DI SERIE "C" SILVER, E QUALI SONO GLI OBBIETTIVI.

Abbiamo quasi tutti ragazzi di nostra proprietà a parte  Giuseppe Pani del '98 e Marco Bianchi del '93 e un ragazzo under  Riccardo Nanni , ma sarà sicuramente una squadra che cambia pochi elementi dalla scorsa stagione, il nostro obbiettivo finale ora non te lo posso dire , quando avremo costruita la squadra in toto dopo potremo fare una valutazione sull'obiettivo finale .

IN BOCCA AL LUPO MATTEO



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'