In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Imolese vs Arzignano, atto secondo: restano solo 90’

29/06/2020


Imolese vs Arzignano, atto secondo: restano solo 90’

 

 

Saranno trascorse solamente 72 ore dalla gara d’andata del Gavagnin-Nocini quando, a circa 200 km di distanza, in un Romeo Galli privo di pubblico ma col nastro dei lavori in corso per la costruzione delle torri-faro, il signor Andrea Colombo di Lecco fischierà l’inizio di Imolese-Arzignano. Sarà il secondo round, se così si può chiamare, di un playout più che anomalo dopo tre mesi di stop forzato causa Covid-19. 

 

Seguici su Facebook: ROMAGNASPORT

 

Dopo i circa 32°C respirati in terra veneta, la colonnina di mercurio a Imola non dovrebbe essere più clemente con una temperatura attesa, al calcio d’inizio delle 17:30, attorno ai 34°C. E, come se non bastasse, a rendere ancora più incandescente l’atmosfera ci sarà la posta in palio di questa doppia sfida. 

Un playout che, dopo i primi 90’, sta premiando l’Imolese. Infatti, oltre al beneficio ottenuto grazie alla classifica di regular season – in caso di complessiva parità nel punteggio sarà l’Imolese ad avere la meglio –, i ragazzi di Mister Roberto Cevoli potranno approcciare la sfida di ritorno con la consapevolezza del vantaggio maturato al Gavagnin-Nocini: un 1-2 che obbliga gli ospiti a vincere con due goal di scarto. Nonostante ciò, Checchi e compagni dovranno tenere alta la soglia di attenzione soprattutto a causa dell’unico neo presente nella gara d’andata: la rete in pieno recupero che ha permesso all’Arzignano Valchiampo di continuare a sperare. 

NON C ARRENDIAMO! 

QUI IMOLESE – Le parole di Mister Roberto Cevoli alla vigilia della gara di ritorno contro l’Arzignano: «In una prestazione più che sufficiente come quella di Sabato l’unico neo è che nel finale siamo calati forse più a livello mentale che fisico e sinceramente sapevo che togliendo Belcastro avremmo fatto fatica nel ripartire. Già ieri, i ragazzi si sono allenati tranquilli e fiduciosi, tutti stanno bene tranne qualche lieve acciacco ma resto fiducioso sul fatto di trovare domani tutti pronti a chiudere il discorso salvezza. Dubbi di formazione? Mi prenderò tutto il tempo a mia disposizione per capire le condizioni e scegliere i primi undici ma, e i ragazzi lo sanno, in queste partite la differenza verrà fatta dalla gestione dell’intera gara e saranno perciò fondamentali i cinque cambi a partita in corso. Credo sia indispensabile che tutti siano presenti soprattutto a livello mentale». 

Il tecnico rossoblù ha poi analizzato quella che potrebbe essere la gara di domani: «Loro dovranno fare due gol in più di noi e cercheranno, forse già dall’inizio, di provare a fare qualche cosa di più, magari anche nella scelta dei singoli. Noi dobbiamo essere consapevoli di questo sfruttando ciò per fare male in ripartenza perché, riuscire a fare un gol sarebbe fondamentale. Il campo più grande aiuta chi si deve difendere e, in questo senso, potrebbe essere un vantaggio per noi. Dipenderà, però, dall’andamento della partita. Io credo che questa sarà una gara più importante dal punto di vista mentale piuttosto che da quello fisico e quindi dovremo fare in modo di rimanere sempre in partita mantenendo i vantaggi che ci siamo guadagnati fino a qui». 

Infine, Mister Cevoli ha ringraziato la vicinanza della società e dei tifosi: «Voglio ringraziare i tifosi che sabato, a fine partita, ci hanno aspettato allo stadio. Erano parecchi e, ad essere sincero, è stata una cosa inaspettata. Abbiamo capito il loro attaccamento alla squadra con questa manifestazione d’affetto. Devo ringraziare anche la società che, dal primo giorno, ha dimostrato tanta vicinanza nei miei confronti e voglia di risolvere questa situazione. Il Presidente è quasi sempre stato presente e c’è un confronto continuo con lui e con i Direttori – Montanari e Zocchi, ndr – che non hanno saltato un solo allenamento. Credo che questo sia un grande vantaggio perché fa capire a giocatori e staff che si sta cercando di fare tutto il possibile per ottenere questa salvezza».

I CONVOCATI

PORTIERI: 1 Libertazzi, 22 Rossi.

DIFENSORI: 2 Alboni, 5 Checchi, 19 Boccardi, 14 Adorni, 23 Garattoni, 26 Carini, 27 Valeau, 28 Della

Giovanna, 29 Ingrosso, 30 Schiavi.

CENTROCAMPISTI: 4 Marcucci, 6 Alimi, 8 Tentoni, 10 Belcastro, 16 D’Alena, 17 Maniero, 25 Artioli.

ATTACCANTI: 7 Scarlino, 18 Padovan, 20 Sall, 21 Chinellato.

 

 

Dott. Valerio Matteo Celotti

Ufficio Stampa Imolese Calcio 1919 SRL



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'