In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Il CRER chiama, Reggio Emilia risponde alla grande

10/09/2019


Il CRER chiama, Reggio Emilia risponde alla grande

Alla riunione con le Società reggiane tenutasi ieri sera all'hotel Classic hanno partecipato i rappresentanti di 77 Club su 100. Il Delegato locale Emore Manfredi: "Abbiamo 496 squadre. Questo è il calcio a Reggio Emilia"

 

 

Tante, tantissime persone tra presidenti, dirigenti e giocatori hanno affollati ieri sera la sala conferenze dell'hotel Classic a Reggio Emilia dove si è tenuta la riunione dei vertici del Comitato Regionale dell'Emilia Romagna e della Delegazione locale con le Società del territorio.

 

Davanti ad una platea che aveva completamente occupato tutti i posti a disposizione, restando addirittura in piedi in alcuni casi per assistere all'importante appuntamento, il Delegato locale Emore Manfredi ha subito fatto gli onori di casa e presentato il tavolo a cui sedevano il Presidente Regionale Paolo Braiati, il Vice Presidente Vicario Dorindo Sanguanini, il Vice Presidente Celso Menozzi, il Consigliere Regionale Biagio Dragone ed il Presidente della Sezione AIA di Reggio Emilia Alessandro Ruini. Accomodati in prima fila il Consigliere Regionale Alberto Zucchi, il Delegato di Parma Romano Martini, quello di Piacenza Luigi Pelò e i due Vice Presidenti della sezione AIA di Reggio Emilia Antonio Apicella e Daniele Iori.

 

 

Il Delegato Manfredi ha proceduto ad illustrare la situazione del calcio dilettantistico nella provincia di Reggio Emilia, una realtà virtuosa che, al netto di un lieve calo complessivo del numero delle Società, annovera comunque ancora nelle proprie file ben 496 squadre, 263 dei quali riferibili all'attività di base. Un bel segnale che permette di guardare il futuro con ottimismo.

 

A seguire la premiazione delle Società che hanno vinto i rispettivi campionati nella scorsa annata sportiva: il Real Casina (girone D) ed il San Faustino (girone E) in Seconda Categoria e la Virtus Bagnolo nel girone unico di Terza.

 

 

Poi è stata la volta del Presidente Braiati, che ha presentato le principali novità regolamentari per la stagione sportiva 2019/20, dalla nuova normativa sulle gare interrotte a quella relativa al tesseramento dei calciatori stranieri, al prestito dei calciatori, all'obbligo di utilizzo degli allenatori abilitati, fino all'importanza per le Società di rinnovare l'iscrizione al registro del CONI. Grande curiosità per il progetto ESPORT, che porterà i Club della regione interessati a sfidarsi in un vero e proprio torneo di Playstation 4 con il "game" FIFA 19. Sottolineata una volta di più la necessità da parte di tutti i giocatori, gli allenatori e i dirigenti di mantenere sempre un comportamento corretto nei confronti dei direttori di gara, evitando tassativamente ogni forma di violenza fisica o verbale nei loro confronti.

 

 

Significativo l'intervento del Presidente dell'AIA locale Ruini che prima ha posto l'attenzione sull'alto numero di partite da coprire settimanalmente (più di 90) e sulla situazione difficile in cui versa il movimento arbitrale, costretto a fronteggiare un calo nei propri organici a fronte di impegni sempre più gravosi, e poi ha illustrato le principali novità regolamentari contenute nella circolare n.1 dell'AIA per la stagione sportiva 2019/20.

 

 

Successivamente il Vice Presidente Vicario Sanguanini ha affrontato temi caldi come la necessità di ridurre il numero delle variazioni delle gare e di prestare la massima attenzione alla corretta omologazione degli impianti sportivi, mentre il Vice Presidente Menozzi ha esposto le principali novità legate ai campionati giovanili, in particolare l'introduzione di un campionato regionale d'Elite per le categorie Allievi e Giovanissimi.

 

 

Consegnati i Premi Disciplina alle Società distintesi per il fair play nella scorsa stagione: la Sammartinese in Seconda Categoria, il Real Reggiano in Terza, il Fabbrico e la Povigliese (ex aequo) nella Juniores, il Progetto Aurora negli Allievi Provinciali e la Reggio Audace nei Giovanissimi Provinciali.

 

 

Momento conclusivo con il dibattito fruttuoso tra i partecipanti in sala e i dirigenti al tavolo, a coronamento di un appuntamento che si è rivelato un vero e proprio successo.

 

 

Damiano Montanari

 

Ufficio Stampa e Comunicazione CRER FIGC LND



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'