In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Ciclismo

Gran galà del ciclismo a Fusignano

05/12/2018


Gran galà del ciclismo a Fusignano

 

Metti un LIKE  sulla pagina facebook Ciclismo EmiliaRomagna

 

Martedì 4 Dicembre al nuovo teatro comunale di Fusignano, organizzato dal “Pedale Fusignanese” si è svolto il Gran Galà del Ciclismo; serata durante la quale il Comune di Fusignano ha inteso premiare con la “Caveja” quegli atleti che si sono messi in particolare evidenza durante questa stagione.

Alla simpatica serata erano presenti: Nino Ceroni, che fu l’organizzatore del Campionato del Mondo del 1968,che si svolse ad Imola e che vide la vittoria di Vittorio Adorni, Monica Bandini Campionessa del mondo nella 50 Km a cronometro a squadre a Renaix nel 1988; la giovane Sofia Collinelli Campionessa Mondiale inseguimento a squadre su pista; Vittorio Adorni, Campione del Mondo ad Imola nel 1968;Morena Tartagni, Prima Atleta Azzurra a salire sul podio Mondiale ad Imola nel 1968, a Leicester 1970 e a Mendrisio nel 1971; Arrigo Sacchi ex allenatore del Parma,del Milan ed ex C.T. della Nazionale Azzurra di Calcio oltre a tanti campioni del ciclismo di ieri e di oggi.

Durante la simpatica serata in un teatro stracolmo di appassionati di ciclismo si sono rievocati aneddoti legati alle vicende sportive dei personaggi presenti.

Molto interessanti i racconti di Vittorio Adorni, che ha ricordato alcuni episodi della sua brillante carriera sportiva e quello di Nino Ceroni che ha ricordato come si giunse a far svolgere il campionato mondiale ad Imola.

Al termine della serata sono stati consegnati premi alla carriera a Manica Bandini, Arrigo Sacchi, Vittorio Adorni e a tutti i campioni presenti.

Sono state premiate con la “Caveja” la giovane Sofia Collinelli e Morena Tartagni.

Una tradizione quella della consegna delle “Caveje” che il Comune di Fusignano intende riprendere anche negli anni futuri.

 

                                            Marco Sandali

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'