In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Ginnastica

Ginnastica ritmica: Pontevecchio Bologna premiata alla festa dei 150 anni FGI

11/09/2019


Ginnastica ritmica: Pontevecchio Bologna premiata alla festa dei 150 anni FGI

Nell’anno dei grandi festeggiamenti per i 150 anni della Federazione Ginnastiche d’Italia, apertosi con lo spettacolo celebrativo al teatro La Fenice di Venezia dello scorso aprile e che proseguirà con un’udienza dal Pontefice e con una cerimonia conclusiva al Foro Italico di Roma, anche la Polisportiva Pontevecchio Bologna ha celebrato il suo momento di festa.

 

Sabato 7 settembre, infatti, è andata in scena la festa dei 150 anni FGI del comitato regionale dell’Emilia Romagna, ospitata presso il Parco di Oltremare di Riccione e impreziosita dalla presenza del numero uno della ginnastica azzurra, Gherardo Tecchi, del presidente della federazione sanmarinese Fabrizio Castiglioni, del presidente del CONI regionale Umberto Suprani, del componente del CDF Fabio Massimo Anglani, del sindaco Renata Tosi e di tanti campioni del passato e del presente.

Oltre 100 le società emiliano-romagnole invitate alla serata di gala, che ha visto la premiazione dei sodalizi con più di 50 anni di affiliazione, degli ex atleti olimpici della nostra regione e degli atleti emiliano-romagnoli attualmente in forza alla nazionale azzurra. 

 

A ricevere un riconoscimento ufficiale fra gli atleti che hanno contribuito a fare la storia del comitato regionale FGI, distinguendosi in nazionale o addirittura conquistando medaglie nelle più importanti manifestazioni internazionali, è stata anche la ginnasta bolognese Anna Basta, nata e cresciuta all’interno della Pontevecchio Bologna Ginnastica Ritmica e attuale componente delle Farfalle Azzurre, con cui proprio in quei giorni era impegnata in Portogallo per l’ultima prova di World Challenge Cup prima dei Mondiali (Baku, 16-22 settembre). A ritirare il riconoscimento è stata la consigliera amaranto Manuela Verardi, in rappresentanza dell’intera sezione di ginnastica ritmica, fiore all’occhiello della Polisportiva Pontevecchio Bologna e punto di riferimento per l’intera città di Bologna, con un vivaio di oltre 500 giovani ginnaste e unica squadra dell’Emilia Romagna a disputare il massimo campionato nazionale, la Serie A.

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'