In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Baseball

Gara6, San Marino – Fortitudo Bologna 6-1

No-hit di Baez e Kourtis, fuoricampo di Reginato

29/09/2020


Gara6, San Marino – Fortitudo Bologna 6-1

 

 

 

Seguici su Facebook: BASEBALL EMILIAROMAGNA

 

 

È con una prestazione di squadra di grande orgoglio che il San Marino Baseball vince gara6 e manda l’Italian Baseball Series alla bella di gara7. Sul monte Baez (vincente) e Kourtis combinano per sette inning di no-hit, in battuta Mattia Reginato è il protagonista della svolta, col fuoricampo del sorpasso. Tanti i protagonisti, perché l’attacco ha battuto otto valide con sette uomini e la difesa ha messo insieme le giocate decisive. Siamo al redde rationem, mercoledì a Serravalle è in programma gara7. Playball alle 20.

CONTRIBUTO PRO ISS. Come anticipato, l’incasso di gara6 sarà interamente devoluto all’ISS, Istituto per la Sicurezza Sociale di San Marino. In tutto 1.700 euro, destinati a progetti ed interventi che l’ISS ha avviato e sta finanziando dopo l’emergenza Covid-19.

LA CRONACA, VANTAGGIO BOLOGNESE. Sul monte è sfida tra Scotti e Baez e il primo inning sembra già mettere la partita su binari favorevoli alla Fortitudo. Didder guadagna una base ball, ruba la seconda ed è in terza su errore nella stessa azione. Helder (base ball) e Oduber (colpito) riempiono le basi, ma basta una volata di sacrificio di Loardi per il vantaggio bolognese, 1-0. Quasi un affare, visto che poi Bertossi è eliminato al piatto da Baez per il terzo out e prima la situazione sembrava volgere al peggio.

LA SVOLTA DI REGINATO. Al primo Scotti concede due basi ball, ma San Marino non ne approfitta, al secondo invece è Bologna, che, a specchio, non sfrutta due passaggi in base gratuiti di Baez. In battuta San Marino c’è e lo dimostrano anche le due valide di Garbella e Monello, pur senza punti, del secondo inning. Bologna rimane sopra, ma al terzo arriva la svolta. Celli va col singolo al centro, Avagnina e Angulo sono eliminati e nel box c’è Mattia Reginato. Il dh dei Titani, che già l’aveva sparata fuori al Gianni Falchi, replica a Serravalle: giro di mazza eccelso, fuoricampo al centro e gara ribaltata col 2-1 San Marino.

AL QUARTO INNING I TITANI VOLANO CON AVAGNINA. A inizio quarto inning sul monte, per la Fortitudo, c’è ancora Scotti, che però purtroppo s’infortuna durante il turno di Giovanni Garbella. Il partente ospite deve uscire sul conto di due ball e zero strike e al suo posto sale Zotti, che concede la base a Garbella, elimina Monello, subisce il singolo a destra di Pulzetti ed elimina al piatto Di Fabio. Celli è passato in base intenzionalmente e il moneto è decisamente importante. A basi piene e due out, è fondamentale la valida da due punti di Lole Avagnina, che manda il punteggio sul 4-1 per San Marino. Non solo, perché arrivano anche valida di Angulo per il 5-1 e la palla che cade tra gli esterni sulla battuta di Reginato per il 6-1.

BAEZ E KOURTIS NON CONCEDONO NULLA, SI VA A GARA7. Sul monte Baez cresce enormemente e tra terzo e quinto inning concede appena un arrivo in base. Poi è la volta di Kourtis, che al sesto concede la base ball a Bertossi e al settimo invece è perfetto: Astorri strike out, Dreni strike out, Didder strike out. No-hit per Baez e Kourtis, San Marino vince 6-1. Si va a gara7.

 

 

SAN MARINO BASEBALL – UNIPOLSAI FORTITUDO BOLOGNA 6-1

BOLOGNA: Didder ss (0/2), Grimaudo es (0/3), Helder 1b (0/2), Oduber dh (0/2), Loardi ed (0/2), Bertossi ec (0/1), Agretti 3b (0/2), Astorri r (0/2), Dreni 2b (0/2).

SAN MARINO: Celli ec (1/2), Avagnina es (1/3), Angulo ss (1/3), Reginato dh (1/3), Caseres 1b (0/3), G. Garbella ed (2/2), Monello r (1/3), Pulzetti 2b (1/3), Di Fabio 3b (0/3).

BOLOGNA: 100 000 0 = 1 bv 0 e 1

SAN MARINO: 002 400 X = 6 bv 8 e 1

LANCIATORI: Scotti (L) rl 3, bvc 4, bb 3, so 2, pgl 3; Zotti (r) rl 3, bvc 4, bb 1, so 3, pgl 2; Baez (W) rl 5, bvc 0, bb 5, so 6, pgl 1; Kourtis (r) rl 2, bvc 0, bb 1, so 4, pgl 0.

NOTE: fuoricampo di Reginato (2p. al 3°); doppio di G. Garbella.

ARBITRI: Spera (casa), Caser (prima), Fabrizi (seconda), Pizziconi (terza).

 

Loriano Zannoni
Ufficio stampa San Marino Baseball
 

 

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

L’UnipolSai parte bene con 1 punto ma San Marino rimonta e vince gara 6 grazie ad una no-hit del duo Baez-Kourtis ed al fuoricampo da 2 punti di Mattia Reginato che da il via al 6 a 1 finale. ‘’Abbiamo tenuto fino all’infortunio di Scotti, poi loro hanno allungato e sulle 7 riprese recuperare è più difficile...’’ queste le parole di Crepaldi nel post partita. Le Italian Baseball Series si decideranno a gara 7, mercoledì 30 settembre alle ore 20:00 a San Marino.

 

 

 

Tornano in parità le Italian Baseball Series grazie alla vittoria di San Marino in gara 6 per 6 a 1 sull’UnipolSai Fortitudo Bologna. A partire bene sono gli uomini di Frignani, rientrato dopo la squalifica, che segnano subito un punto al primo inning poi, salgono in cattedra i lanciatori di Chiarini e per il team bolognese è notte fonda. La risposta sammarinese, al vantaggio bolognese, arriva al terzo inning con il fuoricampo da 2 punti di Mattia Reginato mentre il colpo del KO arriva la ripresa successiva con un big inning da 4 punti che indirizza definitivamente il match a favore dei padroni di casa. Inizio positivo di gara per la Fortitudo che passa subito in vantaggio con Didder. L’interbase bolognese ottiene una base ball, ruba la seconda ed arriva in terza su un errore difensivo. La base ad Helder ed il colpito ad Oduber riempiono invece le basi. Con basi piene ed un eliminato la volata di Loardi vale l’1 a 0 felsineo. La risposta dei padroni di casa arriva al terzo inning. Celli batte un singolo e raggiunge la seconda sul sacrificio di Avagnina. Angulo è il secondo eliminato. Con due out e uomo in seconda nel box si presenta Reginato. L’ex di turno, già autore di un fuoricampo in gara 5, si ripete spedendo oltre le recinzioni la pallina per il vantaggio sammarinese. Gli uomini di Frignani non riescono a rispondere ai 2 punti subiti ed allora, al quarto inning, i padroni di casa allungano nel punteggio. Garbella riceve una base ball che mette fine alla partita di Scotti (problemi fisici). Al posto del partente bolognese sale sul monte Zotti che, dopo aver eliminato Monello, subisce il singolo di Pulzetti. Con corridori agli angoli e due eliminati, la base intenzionale a Celli riempie i cuscini mentre il successivo singolo di Avagnina vale il 4 a 1 per i padroni di casa. Il singolo di Angulo e l’errore difensivo bolognese sulla battuta di Reginato fissano il punteggio sul 6 a 1. Dopo un ottimo Baez, in difficoltà solo nella prima ripresa, sale sul monte sammarinese Kourtis che completa il lavoro del compagno di squadra terminando il match con 0 valide subite e mettendo cosi a segno una NO-HIT combinata.

 

Le Italian Baseball Series si decideranno domani, 30 settembre, al Serravalle di San Marino , a gara 7 ,playball alle ore 20:00, con l’UnipolSai Fortitudo Bologna squadra di casa.

 

 

 

 

 

Le parole di Filippo Crepaldi

 

‘’ Oggi la pressione era tutta sui ragazzi di San Marino, una partita da dentro o fuori per loro mentre noi eravamo in vantaggio nella serie. Siamo venuti qua per vincere ed abbiamo tenuto fino all’infortunio di Scotti poi loro hanno allungato e sui sette inning è più difficile recuperare. Questo freddo è sicuramente un fattore che sta penalizzando le due squadre e lo abbiamo visto con gli infortuni dei due lanciatori da loro e quelli di Dobboletta e Claudio da noi però noi dobbiamo essere più forti, cosi è e cosi dobbiamo giocare...’’ queste le parole di Filippo Crepaldi nel post partita al microfono di Daniele Mattioli e Marco Nanni. Il pitcher bolognse ha poi chiuso l’intervento parlando di gara 7 : ‘’...penso che gara 7 non abbia bisogno di stimoli, ogniuno dentro di se trova qualcosa in più da ‘’buttare’’ dentro il campo poi viene tutto da solo...’’

 

 Fortitudo B.C. 1953 – Ufficio Stampa

 
Mirco Monda


Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'