In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Formigine-Rosselli vs Folgore Rubiera 0-1

20/01/2019


Formigine-Rosselli vs Folgore Rubiera 0-1

Dopo una prova gagliarda e all’insegna della concretezza, la Folgore Rubiera può finalmente festeggiare la prima vittoria del 2019: oggi, in occasione della 20esima giornata di Eccellenza, i biancorossoblù hanno espugnato con pieno merito il “Pincelli” di Formigine. Gara grintosa da parte degli ospiti, che peraltro hanno brillato anche sotto l’aspetto delle energie: infatti mister Semeraro non ha praticato cambi, mantenendo lo stesso undici durante tutto l’incontro. Bene pure l’esordio da titolare di Niccolò Vena, oggi tra i migliori in campo.

Per la cronaca, i nostri beniamini iniziano a rendersi pericolosi già al 5′: nella circostanza Hoxha potrebbe finalizzare al meglio un imperioso contropiede, ma la sua conclusione da posizione favorevole viene intercettata e spazzata via da Ruopolo. Al 6′, Milos Malivojevic si rende autore di una pregevole conclusione dal limite: Malpeli si getta sulla propria sinistra per salvare la propria porta, e sulla respinta Hoxha centra il palo da pochi passi. Modenesi pericolosi al 17′, quando Lanzotti esce per allontanare la parabola di Migliorini dalla bandierina di destra: a quel punto Scarlata cerca la via del gol dal limite dell’area, con palla che però si stampa sulla traversa. Al 21′, Milos Malivojevic scodella un ottimo traversone a beneficio di Hoxha: quest’ultimo anticipa tutti e cerca di colpire sottomisura, ma il suo tentativo da posizione ravvicinata si perde sul fondo.

Nella ripresa, all’ 11′ la Folgore Rubiera mette a segno la rete che poi risulterà decisiva: l’autore della realizzazione è Judmir Hoxha, che giunge così al settimo centro stagionale in campionato. Nella circostanza l’attaccante di origine albanese entra in area, coglie di sorpresa la retroguardia formiginese e conclude di potenza da posizione decentrata: l’estremo di casa riesce a intuire la direzione della palla, ma non può fare nulla per evitare lo 0-1. Al 32′ Simoni cerca poi il pareggio con una fiondata dai 22 metri, ma anche in questo caso Lanzotti si fa trovare attento e devia sopra la traversa.

 

FORMIGINE ROSSELLI MUTINA – FOLGORE RUBIERA 0 – 1

 

RETE: 11’st Hoxha.

 

FORMIGINE ROSSELLI MUTINA: Malpeli, Casini (dal 31’st Sereni), Sghedoni, Vaccari, Shehu, Ruopolo, Pilia, A. Migliorini (dal 16’st M. Simoni), Scarlata, Brini Ferri (dal 27’st Marverti), M. Ficarelli (dal 16’st Iattici). A disp.: Simoni N., Zeni, Di Guglielmo, Sarnelli, Lucchi. Allenatore: Davide Balugani.

 

FOLGORE RUBIERA: Lanzotti, Paglia, Vacondio, Rinieri, S. Ficarelli, Dallari, Hoxha, Tognetti, Vena, Milos Malivojevic, Porrini. A disp.: Burani, Dosso, Blotta, Acquafresca, Bassoli, Zogu, Ma. Malivojevic, Durantini, Agrillo. Allenatore: Alessandro Semeraro.

 

ARBITRO: Calzone di Ravenna (assistenti Hounga e Spatrisano di Cesena).

 

NOTE: spettatori 200 circa. Ammoniti Casini (Formigine), Porrini e Vena (Folgore). Espulsi al 25’st mister Semeraro (Folgore) per proteste e al 48’st Sghedoni (Formigine) per pesante intervento falloso.

 

 

“I tre punti sono ampiamente meritati – commenta a fine gara il trainer rubierese Alessandro Semeraro – Ci siamo imposti disputando una buona gara, e oggi si trattava di un compito per niente facile. Innanzitutto il manto erboso era in condizioni tutt’altro che buone: su una superficie simile, era davvero difficile riuscire a sviluppare il nostro abituale tipo di manovra. Inoltre, provenivamo da due pareggi che non esito a definire amarognoli: pur avendo impattato contro due avversarie di pregio come Piccardo Traversetolo e Cittadella Vis San Paolo, avremmo meritato la vittoria in entrambe le occasioni. Dopo due partite in cui si è raccolto meno di quanto seminato, il rischio di smarrire per strada un po’ di entusiasmo può sempre essere dietro l’angolo – rimarca il trainer veneziano – Invece oggi la Folgore ha macinato parecchio gioco, con efficacia e personalità: peraltro noi abbiamo creato parecchie proiezioni in zona-gol, e inoltre siamo riusciti ad arginare bene un Formigine Rosselli che di fatto non è mai riuscito a tirare in porta. La differenza di punti in classifica tra noi e loro non deve certo ingannare – ribadisce Semeraro – I verdeblù modenesi possono contare su numerosi elementi di talento ed esperienza: sono certo che i nostri odierni avversari abbiano tutti i mezzi necessari per arrivare a risollevarsi in graduatoria. Intanto noi possiamo festeggiare tre punti molto preziosi, ottenuti contro una squadra senza dubbio competitiva”.

 

 

Ora la Folgore Rubiera è sesta nel girone A di Eccellenza, a quota 32: per la cronaca, il secondo posto dell’Agazzanese dista otto lunghezze. “La vittoria conquistata a Formigine è importantissima, innanzitutto per allontanarci ulteriormente dalla zona play out – evidenzia il tecnico biancorossoblù – Stiamo infatti vivendo un campionato molto livellato, dove il primato della Correggese rappresenta l’unica certezza granitica: per il resto, tutto è davvero ancora in divenire. Adesso non dobbiamo commettere l’errore di pensare di essere già salvi: siamo solo alla ventesima giornata, e oggi alcune squadre di medio-bassa classifica hanno piazzato risultato di primo piano. Basti pensare al pareggio del Campagnola con la Bagnolese, o al successo casalingo della Solierese contro il Castelvetro. Di certo, i tre punti ottenuti oggi ci permettono di guardare all’immediato futuro con ulteriore tranquillità: ogni altra valutazione su eventuali sogni di gloria è prematura. Per proiettarci con decisione verso l’alto, dovremo cogliere ulteriori vittorie nel giro di breve tempo – sottolinea Semeraro – Intanto, la concentrazione è già massima in vista del duello casalingo di domenica prossima: al “Valeriani” arriverà il Nibbiano, che peraltro oggi ha ceduto di stretta misura contro l’Agazzanese. Sono certo che la formazione valtidonese ci renderà la vita parecchio difficile, anche perchè loro possono contare su parecchi giocatori con esperienze in categorie superiori: il nostro compito primario sarà quello di proseguire con decisione sulla falsariga di ciò che abbiamo fatto oggi, dove siamo riusciti a coniugare bel gioco e risultato”.

 

ASD Folgore Rubiera



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'