In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Baseball

Finale scudetto, gara1- Bologna – San Marino 3-1

17/08/2019


Finale scudetto, gara1- Bologna – San Marino 3-1

 

 

Battuto 3 a 1 il San Marino dopo una gara intensa ed equilibrata. Merito della staffetta vincente formata da Perakslis (vittoria), Gouvea e Rivero (salvezza), decisivo Marval in attacco (3 su 4, doppio, RBI).

Dopo una gara intensa ed equilibrata, è della UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna il primo successo nella finale scudetto del baseball italiano, le Italian Baseball Series 2019. Con un Falchi gremito ma non esaurito, battuto il San Marino Baseball con il risultato di 3 a 1. La replica domani sera, stesso luogo, stesso orario per gara2, riservata ai lanciatori di formazione italiana. Ancora ai box l'infortunato Leonora, Frignani ha presentato identica formazione rispetto a gara5 di semifinale, con la sola eccezione della scelta sul lanciatore partente, ricaduta su Stephen Perakslis (6 IP, 7 H, 2 BB, 8 K, 1 ER), che ha svolto il suo compito in modo esemplare ottenendo l'ennesimo successo personale, concedendo un solo punto, ottenuto dal primo battitore affrontato, Federico Giordani, autore di un fuoricampo a sinistra. Decisivo Osman Marval (3 su 4, con doppio e RBI), che in attacco ha contribuito in tutte e tre le segnature felsinee.

Dopo il pareggio al quarto inning sulla volata di sacrificio di Alessandro Vaglio, il prima base venezuelano ha segnato il vantaggio al sesto inning (punto “forzato” entrato sulla base ball a Fuzzi) e battuto il terzo punto nel successivo attacco. Dopo l'ottimo rilievo di Gouvea, l'imperiosa salvezza di Raul Rivero (4 K su 4 battitori affrontati) mentre la girandola di cambi sul mound operata da Chiarini non ha avuto i risultati sperati dal manager sammarinese. Da rimarcare infine il 2 su 2 di Filippo Agretti.

Inizia in salita la gara di Perakslis e della Fortitudo. Il primo battitore al box, Federico Giordani, la spara ben oltre la recinzione di sinistra, portando in vantaggio i suoi. Ma l'attacco non finisce qua: dopo l'out di Rondon, Romero guadagna quattro ball e Flores lo fa avanzare sino in terza con una valida, ma il partente biancoblu si riprende e chiude con due strikeout. Tarda ad arrivare la reazione dei padroni di casa, che comunque trovano la prima valida al secondo inning, battuta da Paz. In situazione di due eliminati, San Marino diventa di nuovo pericolosa al terzo inning, con la valida di Romero, che avanza sulla base ball a Flores e corre fino a casa base sul singolo a destra di Celli, ma c'è l'assistenza di Nosti sul taglio di Marval, che a sua volta assiste a Paz, in netto anticipo sull'arrivo del corridore, out a casa base. Scampato il pericolo, Bologna prova il pareggio al cambio di campo, aprendo con la valida a sinistra di Agretti, che avanza in posizione punto sul perfetto bunt di sacrificio di Dobboletta, ma Nosti e Ferrini falliscono il colpo decisivo. Il pari comunque si materializza al quarto inning, quando i biancoblu mettono per la prima volta due valide in fila: singolo al centro di Polonius che va in terza sul singolo a destra di Marval sul conto pieno. Tocca a capitan Vaglio che batte la volata di sacrificio a destra del 1 a 1. 

Al quinto inning si presenta identica situazione dell'inning precedente: valida a destra di Agretti, che avanza sulla smorzata di Dobboletta. Questa volta Nosti va ad occupare la prima base, ricevendo quattro ball, ma Ferrini vanifica tutto, battendo in doppio gioco. Il sesto inning è aperto dalla settima valida degli ospiti, battuta da Celli, ma il partente biancoblu rimedia alla grande con tre out consecutivi, l'ultimo al piatto. Nella parte bassa, con un eliminato, ancora Marval, ancora sul conto pieno, ancora dà una scossa al match, battendo un doppio lungolinea destra ed arrivando salvo in piedi in seconda base. Lo sfidante Quevedo, con 95 lanci sul groppone, viene sfiduciato da Chiarini e sostituito dal rilievo Perez, che concede base intenzionale a Vaglio e il singolo a sinistra di Paz, che riempie le basi. A sorpresa, Chiarini sale di nuovo sul mound, sostituendo, dopo un solo lancio, Perez con il mancino Simone ad affrontare Grimaudo. La mossa è azzeccata perché l'esterno biancoblu finisce al piatto. Frignani allora si affida al pinch hitter destro Fuzzi, che con un intelligente turno in battuta prende quattro ball e forza il punto del vantaggio felsineo. Mentre Dobboletta è al box, Albanese perde per un momento la palla, Vaglio prova a correre a casa base, ma il ricevitore ospite recupera il controllo della palla e assiste all'accorrente Simone per l'eliminazione del capitano biancoblu. Al settimo inning, Gouvea prende in consegna la partita da Perakslis, esordendo con tre strikeout consecutivi. Nella parte bassa, con due out, Nosti e Polonius in base per ball, nuovo cambio sul mound dei titani, con l'ingresso di Baez. Uno scatenato Marval battezza il nuovo lanciatore con una valida al centro, quella del 3 a 1. All'ottavo attacco ospite, con due uomini in base (Flores su errore difensivo, Reginato per 4 ball), Frignani inserisce Rivero nel match, che con le sue bordate toglie respiro agli avversari, 4 K di fila e salvezza in pochi lanci.

 

Fortitudo B.C. 1953 – Ufficio Stampa
Claudio Adelmi

 

---------------------------------------------------------------------------------------

 

 

Gara1 di finale scudetto è di Bologna, che rimonta il fuoricampo iniziale di Giordani e ha la meglio 3-1 sul San Marino Baseball. Al Gianni Falchi il vincente è Perakslis, perdente Quevedo e salvezza per Marval. 

INIZIO SUPER PER I TITANI. I partenti scelti dai due manager sono Perakslis e Quevedo e a iniziare meglio è decisamente San Marino. Al quinto lancio della partita, sul conto di due ball e due strike, Federico Giordani manda lunga a sinistra la pallina dell’1-0. È il primo punto di queste Italian Baseball Series, ottenuto con un fuoricampo che galvanizza la squadra in avvio di match. I primi tre inning di Quevedo sono sciolti, senza particolari pressioni, e ad andare più vicini a pestare il piatto di casa base, nel primo terzo di match, sono ancora Albanese e compagni (due lasciati in base al 1° e al 3°, quando Romero è out a casa).

BOLOGNA PAREGGIA AL 4°. Dopo aver lanciato abbastanza poco, Quevedo viene messo a dura prova in avvio di 4° da due lunghi turni in battuta di Polonius e Marval, con entrambi a battere valido. Con uomini agli angoli, è la volata di sacrificio di Vaglio a scrivere 1-1 a tabellone. Al 5° Di Fabio innesca un bel doppio gioco su Ferrini che chiude l’inning senza danni e fa rimanere il punteggio sull’1-1, mentre al 6° Bologna passa in vantaggio.

PADRONI DI CASA AVANTI GRAZIE A UNA BASE BALL. Il 6° è l’inning difensivo più problematico per San Marino. Dopo aver messo strike out Polonius, Quevedo subisce un doppio da Marval ed è sostituito. Entra Perez, che dopo aver concesso intenzionalmente la base a Vaglio viene toccato dal singolo di Paz. Con le basi piene, sul monte per i Titani ci va Valerio Simone, che prima elimina al piatto con freddezza Grimaudo e poi affronta Fuzzi, pinch hitter per Agretti. La battaglia è aspra e giocata sui fili, ma alla fine vengono chiamati quattro ball che significano punto automatico del 2-1 per i padroni di casa. San Marino si salva eliminando poi a casa Vaglio in una giocata successiva, ma in questa fase la partita ha preso una svolta favorevole ai felsinei. Al 7°, in situazione di due eliminati e due in base, Simone viene rilevato da Baez, che viene toccato al primo lancio da Marval per il 3-1 bolognese. All’8°, con uomo del pareggio per San Marino in prima (Flores in base su errore e base ball a Reginato), Rivero sostituisce Brolo Gouvea e chiude l’inning mettendo strike out Epifano. Al 9° non accade nulla di particolarmente significativo, Bologna vince 3-1. 

 

 

SAN MARINO: Giordani ec (1/5), Rondon 2b (0/4), Romero dh (2/3), Flores 1b (1/3), Celli ed (2/4), Reginato es (0/3), Epifano ss (1/4), Albanese (Avagnina 0/1) r (0/3), Di Fabio (Pulzetti 0/1) 3b (0/3).

BOLOGNA: Nosti ed (0/2), Ferrini 3b (0/4), Polonius ss (1/3), Marval 1b (3/4), Vaglio 2b (0/2), Paz r (2/4), Grimaudo es (0/4), Agretti (Fuzzi 0/1) dh (2/2), Dobboletta ec (0/1).

SAN MARINO: 100 000 000 = 1 bv 7 e 0

BOLOGNA: 000 101 10X = 3 bv 8 e 1

LANCIATORI: Quevedo (L) rl 5.1, bvc 6, bb 1, so 4, pgl 2; Perez (r) rl 0.0, bvc 1, bb 1, so 0, pgl 0; Simone (r) rl 1.1, bvc 0, bb 3, so 1, pgl 1; Baez (f) rl 1.1, bvc 1, bb 0, so 3, pgl 0; Perakslis (W) rl 6, bvc 7, bb 2, so 8, pgl 1; Brolo Gouvea (r) rl 1.2, bvc 0, bb 1, so 3, pgl 0; Rivero (S) rl 1.1, bvc 0, bb 0, so 3, pgl 0.

NOTE: fuoricampo di Giordani (1p. al 1°); doppio di Marval.

 

Loriano Zannoni
Baseball San Marino

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'