In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Entusiasmo motivato e tangibile a Castellarano

08/11/2018


Entusiasmo motivato e tangibile a Castellarano

In occasione della vittoria sul Baiso Secchia, Davide Maffei ha fatto il proprio esordio in Prima squadra: il centrocampista classe ’99 è entrato in campo alla mezz’ora della ripresa, per sostituire Glein Sana. “Nei giorni precedenti alla partita, non mi aspettavo proprio di scendere in campo durante la sfida con i gialloblù – spiega Maffei – Ovviamente sapevo delle tante assenze a livello di Prima squadra, ma solo a ridosso del derby ho iniziato a immaginare di poter giocare. Più precisamente, Pivetti ha parlato con me nella serata di venerdì: il mister mi ha chiesto informazioni sulle mie precedenti esperienze calcistiche, in particolare per quanto concerne il ruolo di mezzala. Il resto è storia che già sapete”.

 

 

 

Una domanda scaturisce quindi in modo naturale: quali stati d’animo hai provato quando hai messo piede in campo?

“Se dicessi che ero particolarmente teso o emozionato, si tratterebbe di una falsità. Certamente ho avvertito una fortissima carica motivazionale, e sono sceso in campo con un entusiasmo davvero consistente: però al tempo stesso ero anche tranquillo, sia per l’accurata preparazione svolta in settimana sia per le forti qualità tecnico-agonistiche che la Prima squadra ha espresso anche domenica scorsa. In più, prima di entrare, le parole del viceallenatore Andrea Zini mi hanno ulteriormente aiutato a sviluppare un approccio convincente e non nervoso. Oltre a tutto lo staff tecnico della Prima squadra, devo senza dubbio ringraziare Roberto Lanzafame: come sapete lui è l’allenatore del Castellarano Juniores di cui io faccio parte, e il “grazie” va ovviamente esteso al suo vice Andrea Accardi. Sono inoltre grato a tutti i miei compagni di squadra, sia nella Juniores sia in Promozione, per la considerazione e la stima che ogni giorno mi vengono assegnate”.

 

 

A livello generale, pure tu pensi che il successo sul Baiso Secchia possa dirsi meritato?

“Certo che sì. E’ vero che sul finale abbiamo rischiato di subire il pareggio, e sarebbe stata un’autentica beffa: tuttavia di fronte c’era una tra le maggiori potenze del girone B, e dunque qualche difficoltà da parte nostra era quasi inevitabile. Osservando l’andamento dei 90 minuti, siamo stati capaci di fornire una prova tenace, efficace e accorta: inoltre, la profonda determinazione nel volere questi 3 punti è stata tra gli elementi che hanno fatto la differenza. A inizio stagione, dopo i primi risultati non così esaltanti, c’era chi pensava che questo Castellarano fosse arrendevole o addirittura rinunciatario: i fatti dimostrano però il contrario, e ora possiamo guardare al futuro nutrendo una rinnovata dose di fiducia e autostima”.

 

 

A Castelnovo Monti bisognerà fare nuovamente i conti con le assenze. Proprio come nell’ultima partita, mancheranno ancora gli infortunati Paganelli, Koduah, Andreoli, Cotella e Castellani: tutto ciò senza dimenticare il forfait di bomber Barozzi, che ha ricevuto 2 turni di squalifica e dunque sarà di nuovo fermato dal Giudice Sportivo. In queste condizioni, come si può pensare di fermare una compagine sbarazzina e coriacea come l’Atletico Montagna?

“Nell’ambito della Prima squadra, le assenze sono purtroppo una costante fin da inizio stagione: ad ogni modo, con il passare delle settimane, il gruppo ha maturato quelle caratteristiche che servono per affrontarle in maniera sempre più efficace. Intendiamoci: sarebbe molto meglio avere un Castellarano al completo, anche per poter sprigionare al meglio le notevoli potenzialità su cui l’organico può contare. D’altro canto, stiamo imparando a fronteggiare i forfait con lucidità e buoni riscontri: inoltre, noi giovani provenienti dalla Juniores stiamo dando un buon contributo impegnandoci davvero a fondo”.

 

L’ambiente bismantovino sta attendendo questo derby con impazienza: per giunta la squadra di mister Montermini proviene da due sconfitte consecutive contro Modenese e La Pieve Nonantola, dunque vorrà sfruttare il duello con il Castellarano per rilanciarsi in grande stile…

“E’ una partita molto attesa anche da noi. Siamo perfettamente a conoscenza delle doti che caratterizzano l’Atletico Montagna, che peraltro ha a disposizione un goleador di primo livello come Predelli: d’altro canto noi a livello offensivo non siamo affatto da meno, e i 9 punti che il Castellarano ha ottenuto nelle ultime 4 gare sono senz’altro una buona rassicurazione. Di certo il compito si presenta tutt’altro che agevole, anche perchè l’Atletico ha un approccio e un modo di giocare che per tanti versi somiglia al Baiso: comunque sia, l’elevato spessore della prova fornita domenica scorsa rappresenta la base su cui poggiare le nostre possibilità di vittoria”.

 

 

Espugnando il campo castelnovino, molto probabilmente il Castellarano entrerebbe in zona play off: i numeri hanno una loro importanza, non trovi?

“I play off sono l’obiettivo minimo dichiarato dalla società, e i mezzi per raggiungerlo ci sono davvero tutti: per di più, quando l’organico tornerà al completo o quasi, credo proprio che si potrà parlare degli spareggi per l’Eccellenza con rinnovata convinzione. Intanto, è un traguardo che va meritato partita dopo partita: di conseguenza, la trasferta di Castelnovo Monti costituisce un duello che ha grandissima importanza per continuare a coltivare le ambizioni che nutriamo”.

 

Tu sarai della partita?

“Questa settimana mi sono allenato con la Prima squadra, e di certo sono tra i convocati per la trasferta che la Juniores disputerà sabato a Pavullo. Quanto a domenica, starà ovviamente a Pivetti decidere: io sono a piena disposizione, nelle forme e nei minutaggi che il mister riterrà opportuni”.

 

A proposito del mister, domenica Pierfrancesco Pivetti non potrà accomodarsi sulla panchina del Castellarano: il trainer azulgrana è stato squalificato fino al 28 novembre, a causa dell’espulsione rimediata nella vittoriosa sfida del 1° novembre scorso sul campo della Falkgalileo.



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'