In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Enrico Malandri (Cervia): "Siamo stati polli in avvio di partita"

di Davide Maddaluno

16/09/2019


Enrico Malandri (Cervia):  "Siamo stati polli in avvio di partita"

Cinque pareggi su cinque tra Coppa e Campionato. Continua la pareggite acuta di fine estate in casa Cervia che davanti al pubblico amico del "Todoli" impatta anche con la Sampierana. Così come per il dirimpettaio Mariani sulla panchina bianconera, anche il tecnico cervese Enrico Malandri analizza lucidamente il match: "Siamo stati polli in avvio di partita nel subire alla prima occasione ma la reazione è stata da squadra. Con il passare del tempo abbiamo preso campo e siamo riusciti a riprendere la partita poi nella ripresa bene o male la gara si è mantenuta sul binario dell'equilibrio: potevamo vincer noi, potevano vincer loro ed alla fine ci prendiamo il punto sperando di ingranare la marcia verso i tre punti dalla prossima". Tra i dati che emergono da questo avvio di stagione, i goal subiti a freddo dai gialloblu: "Oltre alle disattenzioni che non devono più capitare - prosegue Malandri - c'è da oleare l'intera fase difensiva che naturalmente non coinvolge i soli giocatori di reparto ma tutti. A volte teniamo troppo palla, in settimana lavoreremo sodo per smussare questi difetti. Lavoriamo dal 25 Luglio, migliorare il risultato dell'anno scorso non è semplice ma il Cervia ha l'obbligo di scendere in campo per cercare di ottenere sempre il massimo, poi a Maggio faremo i conti. Il Russi viaggia a vele spiegate, potrebbe essere il Ronco dell'anno scorso, ma in questi campionati è difficile fare pronostici: andiamo avanti per la nostra strada con la consapevolezza che una volta sbloccatici, potremo divertirci". In conclusione un plauso ai giovanissimi: "Abbiamo tanti giovani bravi che si allenano con la giusta dedizione e mi mettono in difficoltà nelle scelte domenicali - conclude il tecnico romagnolo - Mi auguro continuino così e come accaduto oggi per chi è sceso in campo dall'inizio o a gara in corso (ieri per chi legge, ndr) ci saranno spazio e gratificazioni per tutti". 

 

Davide Maddaluno



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'