In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Volley

Doppio colpo in posto quattro per la Canottieri Ongina: torna Caci e arriva Amorico

19/06/2019


Doppio colpo in posto quattro per la Canottieri Ongina: torna Caci e arriva Amorico

MONTICELLI (PIACENZA), 19 GIUGNO 2019 – Un ritorno di lusso e il primo arrivo di qualità. Dopo due conferme, è giunta l’ora delle prime novità in casa Canottieri Ongina, società piacentina che desidera alzare l’asticella dopo l’ottavo posto in serie B maschile e provare a tornare ai piani alti da sempre frequentati in ambito cadetto.

 

Blindata la diagonale palleggiatore-opposto con Federico Boschi ed Henry Miranda, entrambi confermati, il sodalizio giallonero presieduto da Fausto Colombi forma un asse di posto quattro di assoluto livello: a comporlo saranno Sandro Caci e Nicola Amorico.

 

Classe 1993 e alto due metri, Caci è originario di Gela e torna a vestire giallonero dopo l’esperienza in A2 a Taviano, mentre in precedenza aveva già schiacciato per tre anni a Monticelli, conquistando in un’occasione la seconda serie nazionale. In carriera ha giocato prima da opposto poi da schiacciatore e nel 2012 aveva centrato un successo di grido con la medaglia d’oro all’Europeo Juniores in Polonia con l’Italia di Marco Bonitta. Nell’occasione, Caci fu nominato mvp della manifestazione.

 

Amorico, invece, è originario di Foggia, dove è nato l’8 luglio 1985 ed è uno schiacciatore di 199 centimetri. Nella scorsa stagione ha calcato – al pari di Caci – i campi di A2 vestendo la maglia della Conad Reggio Emilia, dopo tantissime esperienze di alto livello tra B1 e B2 e infine nella B unica a Mantova e Motta di Livenza.

 

BENTORNATO SANDRO – “Torno a Monticelli – spiega Caci – con tanta voglia di riscatto dopo un’annata altalenante a Taviano. Ritrovo un ambiente che avevo già vissuto per tre anni, conosco Fausto (Colombi, il presidente), come lavora e questo mi ha dato una grossa mano, unitamente all’idea di squadra che si vuole costruire con un programma ambizioso. La mia precedente esperienza è stata fondamentale nella mia crescita, penso di essere migliorato un po’ in tutto nell’arco degli anni; qui ho raccolto grandi soddisfazioni, difficili da ripetere, ma si prova sempre a fare meglio”.

 

BENVENUTO NICOLA -  “Tra le mie esperienze – racconta Amorico – c’è stata anche quella di Sant’Antioco insieme a Maikel Cardona e sapevo come la Canottieri Ongina allestisse sempre formazioni che puntavano in alto in categoria. Mi ha convinto il progetto e in primis mi ha colpito il modo di fare del presidente Colombi: non avevo mai conosciuto un presidente che prima dell’accordo si preoccupasse a fondo di ogni minimo dettaglio, anche logistico. La scorsa annata in A2 a Reggio è stata condizionata in parte da metà stagione ai box per infortunio (operazione alla schiena), ma a marzo sono tornato  disponibile. Le mie caratteristiche? Premesso che mi piace le dicano gli altri, ma se dovessi dire qualcosa citerei che mi piace ricevere la palla dopo il 20; anche i fondamentali di seconda linea mi danno soddisfazione. Ho avuto la fortuna in passato di trascorrere due mesi a Perugia con un grande come Vujevic in campo e Kovac in panchina.  Mi sono avvicinato tardi alla pallavolo, circa a 22 anni, mentre prima giocavo a tennis”.

 

 

 

 

Ufficio stampa Canottieri Ongina

 

Luca Ziliani



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'