• Romagna Sport
  • Marche Sport

Basket | Dilettanti | DNC

Copra Elior LPR Piacenza Basket Club vsSan Marino 80-59

(15-24; 35-43; 62-52; 80-59)

Pagina 1 di 1

13/03/2016

Copra Elior LPR Piacenza Basket Club vsSan Marino 80-59

 

Piacenza Basket Club ospita in una importante gara del campionato di Serie C Gold Asset Banca San Marino, squadra attrezzata per competere fino in fondo nel torneo.

L'inizio di partita è piuttosto rapido da ambo le parti, entrambe le squadre sembrano piuttosto sciolte. Tagliabue e Verri riescono a dare il primo vantaggio al Piacenza Basket Club, con Frigoli bravo a tenere le distanze serrate sul 7-5 al 3'.

Le squadre continuano ad affrontarsi a viso aperto; San Marino si dimostra più lucida nelle conclusioni, dopo un inizio di partita a favore dei ragazzi di coach Galli, con Ravaioli e Caronna che danno il primo vantaggio agli ospiti al 6'. 9-12.

Piacenza Basket Club, grazie a Galli e Sifford, prova a rimanere attaccata alla partita, nonostanteottime percentuali dal campo dei sanmarinesi. Cardinali, con un'altra tripla per i ragazzi di coach Foschi, prova a dare la prima spallata alla partita alla fine del primo quarto. 15-24.

Nel secondo quarto si inizia con grande fisicità da ambo le parti: la posta in gioco è alta, e l'aggressività e la presenza di Sifford diventano un vero fattore a rimbalzo. Piacenza continua a latitare offensivamente, e Macina è abile a punire con un'altra tripla. 21-30 al 15'.

E' capitan Massari a provare a dare fiducia ai ragazzi di coach Galli al 17', con la tripla che vale il 26-34. San Marino conferma tuttavia le sue caratteristiche molto temibili, con una panchina profonda in grado di garantire punti  di sostanza.

Con un importante gioco da 3 punti Verri riesce a portare Piacenza a due possessi pieni di vantaggio, ma Caronna di prepotenza, sull'azione seguente, riporta il punteggio sul 33-41. La prima metà di gara si chiude sul 35-43, con Asset Banca San Marino meritatamente in vantaggio.

Al rientro in campo dagli spogliatoi, Degrada prova subito a scuotere i biancorossi con una importante tripla personale, prima che Sifford mandi in visibilio il PalaBanca. 42-43, con time out obbligato per coach Foschi al 24'.

Piacenza Basket Club non si ferma, anzi mette prepotentemente la freccia e sorpassa con il fade away di Verri in contropiede. 47-43. Asset Banca San Marino, grazie soprattutto a Caronna, riesce a rimanere a contatto, ma i ragazzi di Alessandro Galli sembrano aver messo la giusta marcia. Sifford continua a catturare rimbalzi, mentre Gorla con 5 punti personali consecutivi apre la forbice tra le squadre. 57-48 al 28'.

Milo Galli si traveste da Manu Ginobili, e con scorribande personali riesce a portare i biancorossi sopra la doppia cifra di vantaggio. 62-52, punteggio con cui si chiude il terzo quarto.

Gli ultimi 10 minuti di gara iniziano con Piacenza che continua a portare l'inerzia della gara a suo favore, grazie a 6 punti personali di Degrada che stordiscono ulteriormente San Marino 71-52 al 33'.

La partita scivola via senza troppi ulteriori sussulti, San Marino non riesce ad avere una reazione all'ondata che lo ha travolto nel secondo tempo. Massari con un'altra penetrazione puntella il risultato al 39' sull'80-59, con i titoli di coda che scorrono alla gara.

Il finale è di 80-59, con il Piacenza Basket Club che concede minuti ai giovani Livelli, Villani, Inzani, Petrov ed attende ora in turno infrasettimanale l'insidioso derby con Pallacanestro Fiorenzuola 1972. Appuntamento mercoledì 16 marzo 2016 alle ore 21.00. Il luogo? Sempre al PalaBanca di Piacenza

 

 

Piacenza Basket Club: Verri 20; Galli 16; Villani; Degrada 16; Massari 9; Inzani; Livelli; Gorla 8; Tagliabue 6; Sifford 5; Petrov; Bracci. All. Galli A.

Asset Banca San Marino: Frigoli 13; Gamberini; Macina 3; Polverelli 6; Cardinali 3; Borello; Ravaioli 13; Zannoni 6; Balestri; Tonini 2; Caronna 13. All. Foschi

Arbitri: Savelli - Ragazzi

Basket Piacenza vs San Marino 80-59

Pagina 1 di 1

13/03/2016

Basket Piacenza vs San Marino 80-59

 
Dura due quarti il sogno di coach Foschi di compiere l'impresa a Piacenza.
Come il Palazzetto dello sport teatro dell'evento, anche il gruppo piacentino alla fine si dimostra di altra categoria rispetto alla serie C gold.
L'assenza di Merchant, uno dei due americani di casa, non cambia le carte in tavola, anzi dà modo al talento dei suoi compagni di potersi esprimere a pieno.
Nel primo quarto, dopo il 3/3 iniziale dei padroni di casa (7-2 Piacenza dopo 1'30"), Ravaioli prende il timone della partita e con 10 punti (4/6 dal campo con 2/3 da tre) e 2 assist guida l'Asset Banca al contro break (22-8 Titans) che sigilla il 24-15 della prima sirena. Molto bene il gruppo di coach Foschi anche nel secondo periodo, con il massimo vantaggio in avvio con il tap in di Polverelli (26-15), buono l'impatto dell'ala riminese e di Macina, il vantaggio rimane pressoché invariato fino all'intervallo lungo, quando Asset Banca conduce 43-35, con 10 a testa di Ravaioli e Caronna da una parte e 10 di Verri e 9 di Galli per i piacentini.
Nella ripresa spazio alla devastante fisicità di casa, al 24' arriva il sorpasso con il 2+1 di Galli (45-43 Piacenza), dopo 28'30" ancora Galli realizza il 59-48 che vale la doppia cifra, prima che nel quarto finale Degrada permetta ai suoi addirittura di dilagare.
Il 45-16 Piacenza maturato nella seconda metà gara e' un parziale che non necessita di commenti se non per evidenziare i meriti del gruppo di casa, mai come in questi 20' i Titans in stagione sono stati messi alle corde.
Martedì prossimo ci sarà occasione per provare a rifarsi nel clasico di Bertinoro, il derby con lo Scirea.

IL TABELLINO: Piacenza - Asset Banca RSM 80-59 (15-24; 35-43; 62-52)
Piacenza: Verri 20, Galli 16, Villani, Degrada 16, Massari 9, Inzani, Livelli, Gorla 8, Tagliabue 6, Sifford 5, Petrov, Bracci. All.: Galli, Vice: Pelati e Gorchs
Asset Banca RSM: Frigoli 13, Gamberini ne, Macina 3, Polverelli 6, Cardinali 3, Borello, Ravaioli 13, Zannoni 6, Balestri, Tonini 2, Caronna 13. All.: Foschi, Vice: Bartolini
Arbitri: Savelli di Forlì e Ragazzi di Ferrara
 

Commenti

PUBBLICITA'