• Romagna Sport
  • Marche Sport

Volley

Consar, c’è di nuovo Monza nel mirino

23/01/2021

 

 

 

 Due settimane dopo il recupero dell’andata, Mengozzi e compagni affrontano il Vero Volley al Pala de Andrè (domani alle 20.30). Bonitta: “Faremo di tutto per vincerla: la squadra sta bene, si allena bene e merita di conquistare altri punti”. Rientra Grozdanov dopo la felice qualificazione agli Europei

 

Seguici su Facebook: VOLLEY  EMILIAROMAGNA

 

Reduce dal successo di Verona, la Consar Ravenna prova a concedere il bis nel match casalingo valido per la 20ª giornata, nona di ritorno, del campionato di SuperLega Credem Banca, contro il Vero Volley Monza (si gioca domani sera al Pala de Andrè alle 20.30). Le due squadre si ritrovano 17 giorni dopo il match d’andata, slittato di due mesi rispetto al calendario iniziale causa Covid in casa ravennate, “e rispetto a quella partita dovremo sicuramente battere meglio – osserva Marco Bonitta, coach della Consar - e proporci con qualcosa di più dal punto di vista del cambio palla sapendo che loro sono molto bravi in battuta”. In quella occasione, la compagine allenata da Eccheli, che ha diviso con Bonitta diversi corsi di aggiornamento e una formazione nel settore giovanile, era reduce da sei vittorie di fila. Questa volta si presenta al culmine di una settimana che l’ha vista scendere in campo due volte: martedì in casa contro la Callipo, contro cui ha vinto 3-1, e giovedì a Civitanova, dove ha perso con analogo risultato rimanendo per la prima volta nel ritorno a secco di punti. Ma Bonitta sgombra il campo dalla possibilità di trovare un avversario stanco. “Nella partita di Civitanova non ho visto alcun segno di stanchezza nel Monza, anzi ha fatto una partita molto chiara nella volontà di prendere punti e molto decisa perché ha lottato fino all’ultimo ed è andato vicino ad arrivare al tie-break. Mi aspetto un avversario motivato, carico, che cercherà i tre punti per chiudere la stagione regolare nelle prime cinque”.

Guardando la classifica, la vittoria di Verona ha messo Mengozzi e compagni, con quattro partite ancora da giocare (tre delle quali al Pala de Andrè), nelle condizioni di tentare l’assalto al nono posto. Un tentativo che richiederà di fare punti anche in questa partita, confidando magari nella tradizione che ha visto Ravenna vincere le ultime cinque partite casalinghe contro i brianzoli. “E’ chiaro che cercheremo di vincere perchè la squadra sta bene, e in questo momento per ciò che sta facendo in allenamento merita, devo dire la verità, di prendere punti. Ma di classifica non parliamo assolutamente: non abbiamo mai pensato fin dal primo giorno di allenamento al giorno in cui è stata bloccata la retrocessione a traguardi diversi da quello della salvezza. Adesso col blocco della retrocessione non pensiamo a una posizione precisa di classifica, anche se lasciarci dietro due squadre, come è adesso, non ci dispiacerebbe. Andiamo avanti partita dopo partita cercando di completare e perfezionare un percorso di crescita individuale e collettivo”.

 

Le ultime dal campo Con il rientro di Grozdanov dal girone di qualificazione agli Europei vinto nettamente in Israele, Bonitta torna ad avere la squadra al completo “Aleks l’ho ritrovato bene: si è allenato e ha giocato sempre. Forse è un pochino giù di condizione dal punto di vista della preparazione fisica perché ha fatto poche sedute pesi però il ritmo ce l’ha, è pronto per tornare con noi”.

 

Gli arbitri di domani Sono Daniele Rapisarda di Udine Gianfranco Piperata di Bologna i direttori di gara designati per questa sfida. Il fischietto friulano è alla 15ª stagione in SuperLega dove ha diretto fin qui 230 partite (l’ultima con la Consar il 14 ottobre a Milano) mentre l’arbitro felsineo sta disputando la quinta stagione in SuperLega con 18 partite dirette tra cui una sola con la Consar, quella casalinga del 17 marzo 2019 contro la Kioene.

 

La partita in tv e sui social La gara di domani sarà trasmessa in diretta su Eleven Sports, con teleradiocronaca su Oa Sport e Sport 2u e aggiornamenti sul profilo facebook della società.

 

 

Porto Robur Costa 2030

Massimo Montanari

Addetto stampa

Ravenna-Monza 1-3 (25-22, 21-25, 15-25, 15-25)

25/01/2021

 

Mengozzi e compagni disputano un match brillante fino al 10-8 del terzo set, poi restano senza energie e la potenza offensiva e la qualità di Monza fanno la differenza. Grozdanov, al rientro, raggiunge i 100 muri in carriera in Italia

 

Contro la quinta forza del campionato di SuperLega, la Consar Ravenna gioca due set e un po’ di ottimo livello, poi sul 10-8 del terzo set cala di energie e di tensione e il Vero Volley Monza dispiega tutta la sua qualità e i suoi valori tecnici, esaltati non solo dai suoi riconosciuti cannonieri, Dzavoronok (mvp come all’andata, con 17) e Lagumdzija (19 punti), ma anche dai suoi centrali, Galassi e Beretta, pure loro in doppia cifra, imponendosi per 3-1, mettendo nel mirino il quarto posto di Vibo Valentia, ora lontano un solo punto. Dopo cinque vittoria di fila in casa contro Monza, Ravenna manca la sestina ma si consola con il suo tridente offensivo - Loeppky, Recine e Pinali – che arriva in doppia cifra, con il buon contributo di Mengozzi (9 punti, con 3 muri, e un 67% di attacchi positivi), e festeggia il traguardo di Grozdanov che, con i 3 di oggi, fissa i 100 muri in carriera in Italia. E mercoledì la Consar si concederà la vetrina dei quarti di Coppa Italia nella sfida di Perugia contro la Sir Safety Conad.

 

I sestetti Bonitta ritrova Grozdanov dopo la vittoriosa campagna di qualificazione agli Europei. Con lui in posto 3 Mengozzi in un sestetto completato da Redwitz-Pinali, Loeppky-Recine e dal libero Kovacic. Eccheli, coach di Monza, conferma il sestetto che ha tenuto testa alla Lube nel match di giovedì, con la diagonale Orduna-Lagumdzija, i centrali Galassi-Beretta e gli attaccanti Dzavoronok-Lanza. Federici è il libero.

 

La cronaca della partita Grozdanov si ripresenta subito con un muro, imitato da Pinali. Poi un errore ospite e la Consar vola sul 3-0 ed Eccheli è costretto subito al timeout. Poi c’è spazio ancora per Pinali e per il 4-0 Ravenna. Monza si rianima con Lanza che spezza la serie e con Dzavoronok che con un ace e un attacco dal centro porta Monza al -1 (6-5). Galassi poi a muro timbra la parità a quota 7 e lo stesso Galassi mette la freccia (8-9). Ma la Consar è pronta a reagire: sfrutta due errori ospiti e un angolo vincente di Pinali per tornare davanti (14-11) e difendere con le unghie e con i denti questo vantaggio fino al termine del set, suggellato da Loeppky.

E’ del Vero Volley la prima accelerata del secondo set con un break di 3 punti (3-6), in cui si distingue Lagumdzija. La Consar però è perfettamente dentro il match e pian piano rosicchia punti fino alla parità a quota 16 che matura con un acuto di Grozdanov nel turno al servizio positivo di Recine. Monza prova un nuovo allungo dal 19 pari portandosi a +2 (19-21) e costringendo Bonitta al time out. Al rientro in campo Monza non molla e chiude con un muro di Galassi, il quinto di questo set.

L’inizio del terzo set si sviluppa su continui cambi palla, poi Loeppky e Grozdanov aprono il gas e portano la Consar sull’8-5. Pinali timbra due punti per la quota 10 (a 8). Ma qui la Consar si spegne e il Vero Volley piazza un tremendo break con cui ribalta l’inerzia del parziale contro una Consar in difficoltà in questo frangente e non più in grado di arginare gli attacchi avversari.

Il Vero Volley continua a tenere ritmi alti anche nel quarto set e la Consar, dopo un inizio equilibrato, accusa l’allungo ospite (4-7 e 5-10) e poi il guaio al ginocchio sinistro di Grozdanov, che lascia il campo sul 7-11. Il Vero Volley sale fino al +7 (7-14) Arasomwan, col turno al servizio, spinge Ravenna al -4 (10-14) ma la spia delle energie segna rosso. Sono soprattutto Beretta e Galassi a spingere Monza in questa parte finale del set verso la vittoria.

Il commento di coach Bonitta “Abbiamo fatto due ottimi set, il primo e il secondo, giocati alla pari contro la quinta in classifica, che stava esprimendosi al meglio e non ci stava regalando nulla. Poi la squadra si è spenta fisicamente, mentalmente e tecnicamente. Forse questo livello è un po’ difficile da tenere per noi. Monza è più forte e, quando abbiamo perso brillantezza e ritmo, è venuta fuori di prepotenza”.

 

 

Seguici su Facebook: VOLLEY  EMILIAROMAGNA

 

 

Il tabellino

 

Ravenna-Monza 1-3 (25-22, 21-25, 15-25, 15-25)

 

CONSAR RAVENNA: Redwitz 1, Pinali 12, Grozdanov 6, Mengozzi 9, Recine 11, Loeppky 14, Kovacic (lib.), Stefani, Arasomwan 2, Zonca 1, Batak. Ne: Giuliani (lib.), Pirazzoli, Koppers. All.: Bonitta.

VERO VOLLEY MONZA: Orduna 2, Lagumdzija 19, Galassi 15, Beretta 12, Dzavoronok 17, Lanza 8, Federici (lib.), Davyskiba 1. Ne: Falgari, Brunetti (lib.), Rossi, Ramirez Pita, Giani. All.: Eccheli.

ARBITRI: Rapisarda di Udine e Piperata di Bologna.

NOTE: Durata set: 26’, 26’, 25’, 24’, tot. 101’. Ravenna (3 bv, 13 bs, 7 muri, 10 errori, 40% attacco, 60% ricezione, 37% perf.), Monza (10 bv, 15 bs, 11 muri, 5 errori, 50% attacco, 55% ricezione, 33% perf.), Mvp: Dzavoronok.

 

Ufficio stampa

Massimo Montanari

 

Commenti

PUBBLICITA'

PUBBLICITA'