In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Volley

Conad Alsenese-Acciaitubi Picco Lecco 1-3 (25-17, 23-25, 21-25, 23-25)

02/12/2019


Conad Alsenese-Acciaitubi Picco Lecco 1-3 (25-17, 23-25, 21-25, 23-25)

Melania Lancini con la sorella Arianna


 

Alseno (PC), 1 dicembre 2019 – Buona prestazione, risultato bugiardo. Non basta una bella Conad Alsenese – nel corso della settima giornata – per affondare la corazzata Acciaitubi Picco Lecco che si impone in trasferta in rimonta per 1-3 (25-17, 23-25, 21-25, 23-25) rafforzando la propria leadership solitaria a quota 17.

 

Le gialloblu della coppia Mazza-Rigoni, che restano penultime a 5 punti, giocano bene senza evidenziare il divario dato dalla classifica, vincono in scioltezza il primo set prima di subire il ritorno delle lecchesi nei successivi tre, nei quali tuttavia mostrano una tardiva reazione d'orgoglio.

 

Il prossimo impegno della Conad Alsenese sarà nuovamente contro una avversaria di alta classifica: sabato 7 dicembre (ore 21) trasferta a Settimo Torinese contro la Lilliput Pallavolo, seconda a 14 punti (al pari della Tecnoteam Albese) fresca del tie-break vinto in casa della Esperia Cremona.

 

La partita – La Conad Alsenese ospita la capolista Acciaitubi Picco Lecco cercando di sfatare la tradizione negativa contro le biancorosse, sempre vittoriose nelle quattro precedenti sfide in B2. Coach Simone Mazza schiera il sestetto delle ultime settimane con la ex Melania Lancini in regia in diagonale a Visintini, Fanzini-Tosi in posto quattro, Dall'Acqua-Fava al centro e Pastrenge libero, altra ex dell'incontro mentre mister Gianfranco Milano dispone Dall'Igna al palleggio, Martinelli opposto, Arianna Lancini-Dalla Rosa in banda, Focaccia-Gerosa centrali e Formenti libero.

 

L'avvio della Conad avviene col freno a mano tirato (2-4) ma quando lo toglie guadagna strada in modo deciso grazie alle scatenate Dall'Acqua e Visintini (6 punti-set a testa) fino a toccare il 19-11 ed obbligando Lecco a chiamare nel mezzo due time out discrezionali. Il servizio efficace delle gialloblu induce le ospiti ad un gioco forzato e Fava trasforma una freeball di prima intenzione e senza muro per il 25-17.

 

Il secondo parziale è condotto sempre dalla Picco trascinata da Arianna Lancini (6-11) però l'Alsenese non molla e più volte si rifa sotto (15-16 e 19-20) venendo tutta via respinta dalle biancorosse. La verve della subentrata Marcone porta al pareggio a quota 23 ma nel finale le padrone di casa sono imprecise ed una loro ricostruzione forzata, dopo il punto precedente di Bianchi, porta al 23-25.

 

Nella terza frazione le due squadre si alternano al comando con margini risicati (7-6, 10-11) prima che Lecco pigi sull'acceleratore aprendo un break determinato anche da tre errori consecutivi della Conad (10-16). Martinelli e soprattutto la diciottenne Bianchi, figlia d'arte (la madre Ester Franco ha un lungo passato in A2, disputando anche tre stagioni tra Rebecchi e La Lupa Piacenza), non temono nulla mettendo giù palloni pesanti (16-22) ma la Picco va ad impantanarsi ad un passo dal traguardo (16-24) rilanciando le speranze delle alsenesi che con tre attacchi vincenti consecutivi di Fanzini annullano cinque set-ball. A risolvere la situazione ci pensa Gerosa per il 21-25.

 

L'ultimo set è quello più equilibrato, si viaggia gomito a gomito per lunghissimi tratti (5-5, 11-11) poi Lecco prova ancora la fuga arrivando sul 13-17. La Conad non demorde, reagisce e grazie a Visintini resta in scia delle ospiti, che come il set precedente si arenano a pochi metri dall'arrivo sul 17-23. Un ficcante turno in battuta di Fava guida la clamorosa rimonta che rischia di concretizzarsi (23-24) ma, dopo il time out della Picco, un muro di Bianchi ferma l'attacco di Visintini per il 23-25 finale e l'1-3 conclusivo.

 

Le dichiarazioni – Quando a luglio sono stati sorteggiati gironi e calendari, questa sfida l'aveva cerchiata di rosso. Per Melania Lancini, classe '98 al secondo anno alla Conad Alsenese, quella contro la Picco Lecco è la sua partita, non solo perchè lei è una lecchese doc ed è cresciuta nel vivaio biancorosso, ma perchè affrontava per la prima volta sua sorella Arianna, più grande di due anni. Loro si sono sfidate l'una contro l'altra solo nel bagherone di allenamento ai tempi in cui erano compagne di squadra, sono rispettivamente la prima tifosa l'una dell'altra ma stavolta sul campo non si sono risparmiate mettendo da parte gli affetti famigliari. Melania analizza la prestazione della sua squadra ed anche il suo personale derby: “Abbiamo disputato una buona prova ma resta un po' di amaro in bocca perchè ci tenevamo a portare a casa dei punti come in tutte le altra partite d'altronde. Purtroppo non ci siamo riuscite però si inserisce nel percorso di miglioramento che stiamo facendo e speriamo che da qui in avanti i punti arrivino. Peccato per il risultato finale. Nel primo set siamo riuscite ad imporre il nostro gioco molto bene, grazie anche al fattore campo che ha inciso e che ha spiazzato le avversarie. Poi negli altri set abbiamo sempre subito un break che ci hanno penalizzato e che non siamo riuscite a recuperare, ci abbiamo provato e purtroppo nei finali di set non abbiamo concretizzato bene. É stato certamente emozionante giocare contro mia sorella Arianna, durante la partita eravamo concentrate, ognuna per la propria squadra, però è stato strano buttare di là lo sguardo e vedere lei. Un frame di questa 'Lancini challenge' (mentre viene raggiunta da Arianna durante l'intervista, ndr) è il mani-out che mi ha giocato lei e forse un'altra situazione dubbia, nella quale non ho toccato il pallone mentre lei dicesse il contrario. Possiamo dire (mentre si abbracciano, ndr) che a fine partita siamo ancora amiche e non ci siamo diseredate.”

 

 

 

 

 

CONAD ALSENESE-ACCIAITUBI PICCO LECCO 1-3 (25-17, 23-25, 21-25, 23-25)

 

Conad Alsenese: Dall'Acqua 16, Visintini 23, Lancini 2, Fanzini 12, Tosi 2, Fava 8, Pastrenge (L); Marcone 4, Rovellini. N.e.: Amasanti, Candio (L), Visconti, Frigeri. All. Simone Mazza, v.all. Giacomo Rigoni.

 

Acciaitubi Picco Lecco: A.Lancini 15, Martinelli 16, Dall'Igna 3, Focaccia 13, Gerosa 7, Dalla Rosa 3, Formenti (L); Bianchi 13. N.e.: Mandaglio, Mainetti, Ratti, Zoia (L). All. Gianfranco Milano, v.all. Diego Ficarra.

 

Ace: Conad 5, Lecco 6. Muri: Conad 8, Lecco 12. Attacco: Conad 33%, Lecco 30%. Ricezione: Conad 56%, Lecco 57%.

 

Arbitri: Lorenzo Foppoli, Sergio Parisi

 

Durata set: 24', 33', 28', 32'. Totale: 1h57'.

 

 

 

Risultati partite 30 novembre 2019 – 7a giornata B1 femminile – girone A

 

Tecnoteam Albese-Capo d'Orso Palau 3-1

 

Cbl Costa Volpino-Igor Volley Trecate 2-3

 

Arredo Frigo Makhymo Acqui Terme-Florens Re Marcello Vigevano 3-0

 

Conad Alsenese -Acciaitubi Picco Lecco 1-3

 

Prochimica Virtus Biella-Pallavolo Don Colleoni 2-3

 

Esperia Cremona-Lilliput Pallavolo Settimo Torinese 2-3

 

Riposa: Volley Parella Torino

 

 

 

Classifica: Acciaitubi Picco Lecco 17, Tecnoteam Albese 14, Lilliput Pallavolo 14, Cbl Costa Volpino 12, Don Colleoni 11, Esperia Cremona 11, Arredo Frigo-Makhymo 11, Igor Trecate 8, Florens Re Marcello 8, Capo d'Orso Palau 8, Prochimica Virtus Biella 7, Conad Alsenese 5, Volley Parella 0.

 

 

 

Ufficio Stampa Pallavolo Alsenese

 

Simone Carpanini




La Conad Alsenese ospita la propria bestia nera

30/11/2019


La Conad Alsenese ospita la propria bestia nera

La Conad Alsenese ospita la propria bestia nera, la capolista Acciaitubi Picco Lecco per continuare a fare punti. Il tecnico Mazza: “A Vigevano abbiamo capito che dobbiamo tenere sempre il ritmo alto se vogliamo vincere, ma ora pensiamo avanti. Affrontiamo una squadra molto forte che ci darà stimoli per fare molto bene.”

Alseno (PC), 29 novembre 2019 – Esorcizzare la propria bestia nera nel weekend del black friday. La Conad Alsenese sabato 30 novembre, nel corso della settima giornata (ore 21), vuole scacciare gli spettri recenti e passati ricevendo la corazzata dell'Acciaitubi Picco Lecco, capolista solitaria a quota 14 e contro la quale le gialloblu, penultime a 5, hanno sempre perso nei quattro precedenti, riuscendo a strappare solo un punto più di tre anni fa alla prima stagione in B2.

Le ragazze dei tecnici Simone Mazza e Giacomo Rigoni sono reduci dall'occasione sprecata a Vigevano (sconfitta al tie-break dopo essere state avanti 0-2) e hanno tutta l'intenzione di rendere dura la vita alle lecchesi (fresche della vittoria piena casalinga nel recupero contro Acqui Terme), certamente la squadra più accreditata al salto di categoria, dopo averlo sfiorato lo scorso maggio uscendo in semifinale contro Offanengo.

Ad Amasanti e compagne non mancheranno le motivazioni per disputare una grande prova e tra gli altri tanti spunti di interesse spiccano le sfide delle due grandi ex dell'incontro: il libero Martina Pastrenge (tre anni alla Picco) e soprattutto la palleggiatrice Melania Lancini, lecchese doc, che affronterà sua sorella Arianna (entrambe cresciute nel vivaio biancorosso) per un derby famigliare ad alta quota.

Le dichiarazioni – E' tempo di sconti ovunque nel periodo del “black friday” ma non sui campi di gioco. La Conad Alsenese a Vigevano ha lasciato per strada punti preziosi facendosi rimontare di due perdendo al tie-break e contro la Picco Lecco non vuole più concedere nulla, anche se di fronte c'è la formazione più attrezzata del campionato. Mister Simone Mazza analizza le due gare, trovando il lato positivo della sconfitta con la Florens e gli stimoli che da invece la partita con la capolista Acciaitubi: “Sulla sfida di Vigevano posso dire che mettiamo sempre un pezzettino in più ogni sabato e non era semplice sia per alcuni disguidi prima della partita sia perchè loro venivano da due successi importanti. Noi per giocare ad alto livello dobbiamo sprecare molte energie e dopo due set fatti come li abbiamo fatti ne avevamo poche, ma lavoreremo per migliorare questo aspetto. Abbiamo fatto punti su campi difficili come Cremona e Vigevano, però è ovvio che quando ti ritrovi avanti 2-0 la speranza c'è di fare bottino pieno e quindi ti girano le scatole se perdi al tie-break. Per la gara contro Lecco non bisogna dire nulla, perchè è una formazione molto forte ma spesso giocare contro avversarie di così alto livello, che devono per forza batterti, è quasi più semplice perchè hai più motivazioni. Chiederò alle ragazze un atteggiamento più aggressivo, senza guardare chi c'è dall'altra parte, perchè noi cerchiamo sempre il risultato però in ogni caso dovremo stare attente al potenziale della Picco.”

L'avversaria – La Pallavolo “Alberto Picco” Lecco, società intitolata alla memoria dell'ex calciatore dello Spezia agli inizi del '900 poi diventato eroe della Grande Guerra, nasce nel 1971 e solo tre anni dopo aumenta sensibilmente il numero delle sue squadre, arrivando a contare ad oggi dodici formazioni dal minivolley fino alla B1. La prima squadra è alla seconda stagione in B1, conquistata direttamente al termine della stagione 2017/18, dopo una lunga militanza in B2 (otto annate consecutive dal 2010/11, nove in totale dal 2008/09). L'anno scorso la formazione lecchese, dopo aver chiuso al secondo posto, ha disputato i playoff battendo Pisogne in tre gare ai quarti di finale e venendo eliminata col medesimo esito in semifinale da Offanengo e quest'anno l'Acciaitubi è una delle più serie contendenti al salto di categoria.

I precedenti – Quella che si disputerà sarà la quinta sfida complessiva tra Conad Alsenese e Picco Lecco. Le altre quattro gare, tutte in B2 e tutte perse dalle gialloblu, risalgono alle stagioni 2016/17 e 2017/18: nella prima stagione vittoria in casa delle lecchesi al tie-break (seconda giornata, 22/10/16) e in trasferta in quattro set (quindicesima giornata, 04/02/17), mentre nella stagione successiva doppio 3-0 dell'Acciaitubi prima fuori casa (tredicesima giornata, 20/01/17) e poi al PalaBione (ventiseiesima giornata, 05/05/18).

Gli arbitri – A dirigere la partita tra la Conad Alsenese e l'Acciaitubi Picco Lecco saranno il primo arbitro Lorenzo Foppoli e il secondo Sergio Parisi.

 

Programma partite 30 novembre 2019 – 7a giornata B1 femminile – girone A

Tecnoteam Albese-Capo d'Orso Palau  

Cbl Costa Volpino-Igor Volley Trecate

Arredo Frigo Makhymo Acqui Terme-Florens Re Marcello Vigevano

Conad Alsenese -Acciaitubi Picco Lecco

Prochimica Virtus Biella-Pallavolo Don Colleoni

Esperia Cremona-Lilliput Pallavolo Settimo Torinese

Riposa: Volley Parella Torino  

 

Classifica: Acciaitubi Picco Lecco 14, Lilliput Pallavolo 12, Tecnoteam Albese 11, Cbl Costa Volpino 11, Esperia Cremona 10, Don Colleoni 9, Florens Re Marcello 8, Capo d'Orso Palau 8, Arredo Frigo-Makhymo 8, Igor Trecate 6, Prochimica Virtus Biella 6, Conad Alsenese 5, Volley Parella 0.

 

Ufficio Stampa Pallavolo Alsenese

Simone Carpanini

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'