In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket

BSL San Lazzaro - Virtus Imola 79-83

14/04/2019


BSL San Lazzaro - Virtus Imola 79-83

BSL San Lazzaro - Virtus Imola 79-83

(parziali: 17-23 / 40-42 / 65-69)

 

 

San Lazzaro: De Pascale, Tedeschini 15, Perini ne, Rosa 2, Naldi, Pederzini ne, Cempini 23, Governatori 13, Fabbri 14, Degli Esposti 7, Riguzzi, Lolli 5. All: Bettazzi

Imola: Dalpozzo 1, Dal Fiume, Turrini ne, Nucci 10, Percan 11, Murati ne, Casadei 17, Magagnoli 16, Giuliani, Aglio 6, Zani ne, Zhytariuk 23. All: Tassinari

Arbitri: Ferrari e Bersani

 

La Virtus Imola conquista il 3° posto in classifica, andando ad espugnare il PalaRodriguez di San Lazzaro contro una BSL mai doma, capace di impensierire i gialloneri fino a 10” di gioco.

Non la gara più spettacolare della Virtus, ma servivano come il pane i 2 punti in classifica, anche perché, sempre a pochi istanti dalla fine Mazic realizza il cesto della vittoria della LG Competition contro Anzola (68-66). Dunque, in caso di sconfitta Imola sarebbe scivolata al 5° posto per via dello scontro diretto sfavorevole contro Fiorenzuola (caduto malamente in casa contro Rimini 69-93).

Quindi, a 1’23” dalla sirena, con il 2/2 di Cempini ed il vantaggio locale 78-79, la Virtus si ritrova al 5° posto virtuale.

Ci vuole la freddezza glaciale di Zhytariuk dalla lunetta per riaprire la via maestra e per conquistare un 3° posto ottimo, viste tutte le difficoltà riscontrate nella prima parte di stagione.

La cronaca.

Zhytariuk e Casadei sono padroni dell’area locale nei primi 4’ (9-4), tanto che coach Bettazzi è costretto a chiedere subito il timeout. Al 5’ esatto il pivot ucraino si esalta dalla sua mattonella due volte consecutive per il 15-8. In un minuto si passa dal 17-11 al 17-15 quando mancano due giri di lancette al primo intervallo breve. Ancora Zhytariuk realizza e chiude il primo quarto sul 23-17.

Al rientro in campo, sempre il pivot ospite apre le danze con un canestro + libero aggiuntivo (26-19 dopo un minuto). Nucci si scalda con un tiro ad effetto da sotto dopo 2’30” per il +7 Imola (28-21). Dal 30-24 si passa al 32-31 in pochi secondi di gioco effettivo, quindi entra in scena Casadei per il 38-33 a 2’ dall’intervallo lungo. San Lazzaro riesce a pescare qualche buona iniziativa ed accorcia sul 42-40 per i gialloneri.

Cambio campo che registra subito la tripla di Casadei che si prende la rivincita dopo un paio di errori al tiro, quindi Aglio al 3’ firma il 50-46. Fabbri pesca il jolly da lontano al 6’ con una tripla pazzesca che lancia i locali verso la rimonta: 55-55 a 3’30” dalla fine. Lolli e Rosa confezionano il primo vantaggio biancoverde della serata sul 57-60 quando mancano 2’13” all’ultimo intervallo breve. E’ la tripla pesante di Percan a rimettere a posto la situazione per gli ospiti a poco più di 1’ da giocare (64-60). Magagnoli, in stepback segna allo scadere il 68-65 con cui si arriva agli ultimi 10’ della regular season. 

Percan apre il turbo (72-65) e la Virtus pare in condizione di poter amministrare il vantaggio, ma, nonostante il contropiede della guardia croata, il tabellone vede il vantaggio di San Lazzaro sul 73-74 sulla tripla da stropicciarsi gli occhi di Tedeschini a 6’ dalla fine. Per un paio di minuti si registrano solo errori al tiro da ambo i lati del campo e diversi palloni persi. Il rush finale vede i biancoverdi tentare il colpaccio con il 2/2 di Cempini a 1’23” dalla sirena per il 78-79. Nel momento più delicato, Zhytariuk lotta come al solito sotto le plance e riceve diversi falli che lo mandano dalla linea della carità: il pivot ucraino è letteralmente glaciale e realizza i cesti decisivi. Allo scadere Magagnoli segna dalla lunetta il 83-79 finale.

I risultati che arrivano dagli altri campi sorridono ai gialloneri e per la Virtus Imola arriva, per il secondo anno consecutivo, il 3° posto al termine della regular season.

 

Gli abbinamenti (*manca l’ufficialità della Federazione) dei playoff:

Rinascita Basket Rimini – Salus Bologna

Bologna Basket – Anzola Basket

Virtus Imola – Ferrara

LG Competition - Fiorenzuola

 

26° giornata

San Lazzaro-Virtus Imola 79-83

LG Competition-Anzola 68-66

Ferrara-Gaetano Scirea 63-52

Bologna-Guelfo 95-77

Fiorenzuola-Rinascita Rimini 69-93

 

Classifica:

Rimini 42, Bologna 34, Virtus Imola e LG Competition 28, Fiorenzuola 26, Ferrara 22, Anzola e Salus 20, Guelfo e Gaetano Scirea 14, S.Lazzaro 10, Pol.Arena 6.

 

Carlo Dall’Aglio

Responsabile Area Comunicazione

Virtus Spes Vis Imola

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'