• Romagna Sport
  • Marche Sport

Calcio

Borgo San Donnino: rispetto per tutti, paura di nessuno

Pagina 1 di 2

29/11/2021

Borgo San Donnino: rispetto per tutti, paura di nessuno

Lorenzo Nuzzo, Riccardo Negri, Giammarco Di Leo, Alessandro Ferrazza e Catello D'Orsi, ci raccontano la partenza sprint del Borgo San Donnino capolista, con il Vesta, del girone C della eSerieD

Roma, 28 novembre 2021 - Punteggio pieno, 12 punti e testa della classifica, nel girone C della eSerieD, insieme alla matricola terribile Vesta. Stiamo parlando del Borgo San Donnino, del suo poker di vittorie e dei 12 gol realizzati a fronte dei 2 subiti ma soprattutto, della "fame" agonistica di un gruppo che meglio di così, non poteva davvero cominciare. Conosciamo meglio il team eSport dei biancoblu di Fidenza, quasi 27.000 abitanti nella provincia di Parma, secondo per popolazione e importanza solamente al capoluogo. La fascia di capitano è stata affidata a Lorenzo Nuzzo, che non nasconde la forte volontà di far bene in questa stagione, viste alcune situazioni che lo hanno impedito nella scorsa dove buona parte dei suoi player militava nel Nardò: "Sappiamo che è solo l'inizio e che - afferma Nuzzo - ci saranno sicuramente incidenti di percorso. Sono però sicuro che grazie alle doti di questo gruppo, sapremo superare le difficoltà". Un girone di ferro con molte squadre attrezzate ma la vittoria contro il Savoia, ha fatto lievitare il morale della squadra, rendendola consapevole del fatto che ci sono le carte in regola: "Sta solo a noi mantenere questa continuità - aggiunge il capitano. "Speriamo di raggiungere il nostro obiettivo perché, anche se è solo l'inizio, vedo i ragazzi molto carichi e decisi ad arrivare fino in fondo".

 

Riccardo Negri, vice-capitano e trequartista, conferma e rincara la dose: "Sono molto contento dell'attuale rendimento della squadra in questa bellissima eSerieD. Siamo riusciti, oltre a vincere, ad esprimerci sempre con un bel gioco. La strada è ovviamente molto lunga e 4 partite possono darci solamente delle indicazioni ma - sottolinea Negri - sono certo che abbiamo il potenziale giusto per centrare la final eight di Gallipoli. Ci vorrà molta costanza e attenzione perché a questi livelli, al minimo sbaglio, gli avversari ti puniscono".

Commenti

PUBBLICITA'