• Romagna Sport
  • Marche Sport

Calcio | Dilettanti | 1a Categoria

Bellariva leader a +3. Rossi: "A Riccione gran colpo, ma la strada è ricca di insidie"

Pagina 1 di 1

29/03/2023

Bellariva leader a +3. Rossi: "A Riccione gran colpo, ma la strada è ricca di insidie"

Rossi Alessandro

Due azioni in fotocopia hanno prodotto i due gol che nelle ultime due partite hanno visto il Bellariva prevalere per 1-0, sul Superga Cattolica prima (in casa) e sul Riccione poi (in trasferta). Il finalizzatore è stato Leo Bargelli, il bomber del campionato con 27 reti, entrambe le volte di testa ed entrambe le volte la palla sulla testa gliel’ha messa l’esterno d’attacco Alessandro Rossi, contro il Superga dalla sinistra, contro il Riccione dalla destra.

 

“Sono contento perché in entrambe le partite sono entrato in campo nella ripresa riuscendo a mettere lo zampino nelle due azioni decisive nate sui due fronti opposti: due vittorie che abbiamo fortemente voluto e che abbiamo meritato e che ci permettono di mantenere la vetta in solitudine” dice Rossi, classe 1996, per una decina di anni al Viserba, una buona esperienza tra Prima e Seconda con Igea Marina, Sant’Ermete con vittoria del campionato di Prima ai playoff (“segnai il gol della vittoria sul Novafeltria nella semifinale playoff”), quindi Rivazzurra, Torre Pedrera, San Mauro Mare.

 

Rossi, sei arrivato al mercato di gennaio: come è stato l’inserimento?

 

“E’ stato naturale perché conoscevo prima di tutto mister Morolli che mi ha allenato per due stagioni al Rivazzurra e alcuni compagni di squadra. Giocavo in Seconda categoria in una squadra che lottava per la salvezza e dunque la chiamata del mister mi ha fatto piacere visto che sono approdato in una formazione che già allora viaggiava nei quartieri alti e che cammin facendo è diventata sempre più tosta e quadrata e consapevole della sua forza. Sono un jolly di fascia, più offensivo che difensivo, destra o sinistra non fa differenza visto che sono ambidestro: cerco lo spunto in velocità per superare l’avversario e servire l’assist al compagno. Peccato per un infortunio che mi ha bloccato per un mesetto, comunque mi sono ritagliato uno spazio e cerco di sfruttarlo nel migliore dei modi. Ho trovato un campionato tosto, tra la Seconda e la Prima c’è differenza di ritmo, di qualità di gioco”.

 

Come vivete il primato?

 

“C’ è un'euforia contenuta perché sappiamo che non abbiamo fatto ancora nulla, mancano quattro partite e per vari motivi sono tutte insidiose a cominciare dal match in casa di domenica contro il Villamarina che è scivolato a ridosso dei playout e non può permettersi di perdere altri punti. L’ultima, poi, è lo scontro diretto in trasferta contro il Morciano che ora è a tre lunghezze. A Riccione abbiamo dato una prova di forza e solidità – il Bellariva ha la migliore difesa con 21 reti subite - , siamo stati organizzati, abbiamo rischiato solo sul finire su due punizioni, ma in precedenza avremmo potuto chiudere i conti. Dobbiamo stare lì con la testa, concentrati perché abbiamo visto che basta una piccola distrazione e paghi dazio. Se il Gatteo vincerà il recupero di Mondaino sarà a due lunghezze dal Bellariva. Insomma, i giochi sono ancora apertissimi. Quindi niente calcoli e massima serenità: sono le avversarie a doversi preoccupare. Noi non dobbiamo mollare”.

 

Riccione 1926 vs Bellariva 0-1

Pagina 1 di 1

26/03/2023

Riccione 1926 vs Bellariva 0-1

foto Cece Giovanardi

 

Gran cornice di pubblico al comunale di via Puglia, Riccione e Bellariva danno vita ad una partita intensa, combattuta e vibrante. La spunta il Bellariva per merito di Bargelli che con un gran colpo di testa sfrutta al massimo il cross di Rossi al 72' fulminando Masini con la palla che s'infila all'incrocio dei pali. Partita equilibrata fino a quel momento con occasioni sia per il Riccione, con Fantini e Dragoni, sia per il Bellariva con Bargelli in un paio di occasioni. Dopo aver incassato il goal il Riccione cerca di reagire e sfiora il pari al 90' con una punizione di Brisigotti da venticinque metri ma Tacchi, nonostante una malefica deviazione, riesce a parare il tiro. Al 91' Brisigotti batte a sorpresa una punizione dal limite mettendo Capriotti a tu per tu con Tacchi ma la conclusione, anche se angolata, è debole e l'estremo difensore ospite respinge. Il Bellariva vince dimostrando di essere una squadra tosta e quadrata, complimenti a mr. Morolli, con delle ottime individualità e su tutti Bargelli che è sempre pronto all'appuntamento con il goal. Mr. Iencinella ed i suoi ragazzi hanno fatto una gran bella partita e forse il risultato penalizza l'undici di casa. Ma come sempre ho sostenuto il verdetto del campo è sempre veritiero. Il Bellariva vince e si lancia verso la promozione diretta, mentre al Riccione resta la consapevolezza di essere una bella squadra, l'obbligo di non deporre le armi per puntare decisamente ai play-off.

Riccione  vs  Bellariva  0 - 1

reti: Bargelli al 72'
Ammoniti; Fantini (R), Gueye (R), Fabbri E. (B), Rinaldi (B).

Arbitro Sig. Giorgini di Cesena.

Riccione; Masini, Alberelli, N'Dao, Gueye, Imola dal 76' Lotti, Bencivenga, Fantini dal 65' Olivieri, Brisigotti, Amati dal 65' Bastianelli, Klyvchuk dall'84' Ingrosso, Dragoni dal 70' Capriotti. A disposizione; Amati, Fabbri, Magrotti, Colonna. Allenatore Iencinella.

Bellariva; Tacchi, Crescentini, Nanni, Rinaldi dal 73' Cruz, Cenci, Tonini, Mularoni, Canini, Fabbri A. dal 67' Rossi, Fabbri E. dal 73' Cipiccia, Bargelli dal 91' Zamagni. A disposizione; Cerbara, Antonacci, Ancora, Paoloni, Bartolani. Allenatore Morolli.

Addetto stampa Riccione F.C. Giorgio Veschi.

 

Commenti

PUBBLICITA'