In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Atletica

Atletica Imola stacca il pass per la finale argento dei CDS assoluti

La qualificazione ottenuta al Galli durante la seconda ed ultima fase regionale

04/06/2019


Atletica Imola stacca il pass per la finale argento dei CDS assoluti

 

 

Imola, 3 giugno 2019. Sole, caldo e tanta gente hanno fatto da cornice, sabato 1 e domenica 2 giugno, allo stadio Romeo Galli di Imola per la seconda ed ultima prova regionale dei Cds Assoluti. Oltre alla nostra società, padrona di casa ed organizzatrice dell’evento, erano presenti tutte le migliori compagini dell’Emilia-Romagna che si sono date battaglia per accedere alle finali nazionali. L’Atletica Sacmi Avis ha fatto la voce grossa conquistando ben 14.979 punti (ne servivano 14.800 per staccare il pass) e ottenendo così la qualificazione alla Finale Argento che si terrà, sempre a Imola, dal 15 al 16 giugno. Scorrendo la classifica generale si può notare come il nome dell’Atletica Sacmi Avis compaia al terzo posto in Regione, dietro a La Fratellanza Modena e Cus Parma, ed al 22° posto a livello italiano.

 

«Siamo molto contenti del risultato ottenuto – ha commentato il presidente Massimo Cavini – e non solo per le grandi prestazioni dei singoli atleti, ma soprattutto per il grande spirito di squadra che ci ha contraddistinto. Su tutti voglio citare Andrea Mazzanti che, nei 400 hs, ha corso alla grande in una disciplina che ha provato veramente poco e dove eravamo praticamente scoperti. Ottimo anche Francesco Conti che negli 800 è tornato sui livelli di due anni fa, così come Riccardo Gaddoni che, oltre a vincere i 1500, ha fatto da «lepre» per favorire lo stesso Conti nella sua gara. Bravi anche Comel, Fagliarone e Costanzi. Ora andremo alla Finale Argento e, visto che giochiamo in casa, vogliamo fare bene. Arrivare tra le prime quattro e darci una chance per qualificarci alla Finale Oro 2020 non è poi una missione così impossibile».

 

Va, comunque, ricordato che nella due giorni di gare non contavano i piazzamenti, ma piuttosto le prestazioni. Da segnalare l’oro di Francesco Conti, tornato ai livelli di due anni fa, negli 800 (1’50”40 e minimo per i campionati italiani assoluti), di Riccardo Gaddoni nei 1500 (3’56”73) e di Alessio Comel nel lungo (6.85). Argento, invece, per Alessio Costanzi nel peso (13.67) e nel disco (nuovo record imolese con 50.97). Bronzo, infine, per Andrea Fagliarone nel martello (personale in 51.87). Un plauso speciale, come anticipato dal presidente Cavini, anche per il 4° posto di Andrea Mazzanti nei 400 hs (56”31). Bravo pure Alessio Comel nell’asta (5° posto con 4.40 e minimo per i campionati italiani assoluti dove però gareggerà nel decathlon).  Chiusura per la staffetta 4×100 che ha conquistato un argento (Andrea Mazzanti, Andrea Cavini, Francesco Conti ed Enrico Ghilardini hanno corso in 42”11) ed un bronzo (Michele Rondinelli, Lorenzo Pederzoli, Giovanni Bonifazio e Mattia Rondinelli hanno terminato con il tempo di 43”96). 

 

La pista imolese, però, non ha regalato soddisfazioni solo all’Atletica Sacmi Avis. Un risultato eccezionale, infatti, è arrivato anche in campo femminile. La classe ’96 Ayomide Folorunso, tesserata per il Cus Parma e per le Fiamme Oro Padova, ha concluso i 400 hs in 55’’56, crono che le consentirà di partecipare ai prossimi Mondiali assoluti di Doha.  

 

 

Ufficio Stampa Atletica Imola Sacmi Avis

Davide Benericetti

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'