In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Volley

Arrivano gli ex Orduna, Buchegger e Soli ma la Consar non vuole cedere alle emozioni

12/01/2019


Arrivano gli ex Orduna, Buchegger e Soli ma la Consar non vuole cedere alle emozioni

 

 

Domani sera al Pala De Andrè arriva il Vero Volley con il trio Soli, Orduna e Buchegger tra gli artefici della conquista della Challenge Cup con Ravenna. Coach Graziosi: “Fare punti in questo match avrebbe un doppio valore”. Sponsor di questa sfida sarà la Bper Banca che rinnova così la sua partnership e vicinanza al club ravennate

 

Nella partita dei tanti ex in campo, con Orduna, Buchegger e coach Soli che tornano a Ravenna per la prima volta da ex, ma anche con Verhees (che in Brianza ha militato due stagioni) ed Elia che con Monza ha vinto ha conquistato la promozione in SuperLega, la Consar Ravenna non potrà soffermarsi troppo sulle questioni affettive e sentimentali. La Challenge Cup conquistata lo scorso marzo grazie anche al terzetto oggi in Brianza è un risultato di assoluto spessore e un motivo di orgoglio che accompagnerà per sempre il cammino del club ravennate ma la realtà del campo prevale e dice che c’è un cammino verso la vittoria da riprendere e c’è l’esigenza di chiudere al meglio il difficile percorso assegnato dal calendario che ha chiamato Saitta e compagni a giocare nelle ultime sette partite con tutte le prime cinque della classifica. Il match col Vero Volley Monza (domani sera, al Pala De Andrè, alle ore 20.30, in uno dei due anticipi della 17ª giornata, diretta su Lega Volley Channel), oggi settima forza della SuperLega, rappresenta, dunque, uno spartiacque tra il ciclo di ferro a cui la Consar si è sottoposta e la serie di scontri diretti consecutivi e ravvicinati che la attende da domenica prossima con la trasferta di Vibo. Ma coach Graziosi giustamente pensa al presente e ad una gara per volta. “Sì, questa è l’ultima di una serie di gare molto importanti proposte dal calendario – osserva il coach della Consar – ma ce la giochiamo in casa, dove sappiamo esprimerci al massimo delle nostre potenzialità. Ce la possiamo giocare con meno pressione, sapendo che Monza, per l’organico che ha, è favorita, però questo non vuol dire che siamo rassegnati, anzi. La classifica è ancora sotto controllo ma non dobbiamo perdere l’occasione di fare punti pesanti in partite di questo tipo perché comunque ci aspetta un prosieguo di ritorno tosto con molti scontri diretti fuori casa”.

Il Vero Volley, che nel 2019 non ha ancora giocato avendo rinviato al 6 febbraio il suo match con Vibo Valentia previsto per l’Epifania, inizia da Ravenna un tour de force che la vedrà poi in campo anche in Challenge Cup, dove è ad un passo dalla qualificazione ai quarti, e in Coppa Italia. “Monza ha due battitori molto forti e all’andata nel primo set ci misero in grande difficoltà col servizio – ricorda Graziosi – che è sicuramente una delle loro armi migliori. Dovremo stare attenti a questo, ma al di là degli aspetti tecnici, questa è una gara particolare; ci sono ex così importanti che avranno voglia di fare bella figura e c’è una grossa leadership nel loro gruppo per cui mi aspetto una gara tosta dal punto di vista agonistico. Dobbiamo essere sempre presenti, mai mollare un attimo e stare in gara fino alla fine, consapevoli che fare punti in un match come questo avrebbe un valore doppio”.

Per questa partita coach Graziosi ritrova Rychlicki, che ha onorato la convocazione con la nazionale del Lussemburgo giocando le ultime due partite del girone di qualificazione agli Europei del 2019 (15 punti messi a segno sia in Azerbaigian che contro la Grecia) e avrà, dunque, il roster al completo.

Sponsor di questo match sarà Bper Banca, istituto legato al Porto RoburCosta da tanti anni di collaborazione. “Il tradizionale sostegno di BPER Banca a Consar Ravenna si rafforza ulteriormente – afferma Giuliano Lugli, Direttore Territoriale Romagna di BPER Banca -  con la sponsorizzazione della partita di sabato contro Monza. Il nostro impegno si conferma sempre nella direzione della valorizzazione delle migliori iniziative culturali, sportive e sociali. L’augurio è dunque quello di accompagnare una squadra così rappresentativa del nostro territorio verso traguardi sportivi sempre più soddisfacenti”.

La soddisfazione del club per questa consolidata e florida partnership è espressa dal direttore generale Marco Bonitta: “Esprimo personalmente la mia soddisfazione per la vicinanza che Bper Banca ci riserva da parecchio tempo, e anche in questa stagione sportiva, sia da parte della direzione generale che dalla dirigenza locale: da tempo ormai Bper Banca non è solo partner commerciale ma è anche tifosa appassionata e presente. Speriamo di regalare a loro, che sono match sponsor, e a tutti i tifosi ravennati una bella prestazione condita magari con una vittoria”.

Luca Casadio, presidente del Porto RoburCosta, mette ulteriormente in risalto il valore di una partnership “che va oltre la vicinanza tra la società e BPER Banca. Questo è un rapporto di fiducia e di sincera empatia che coinvolge anche le persone e i dirigenti. Non finirò mai di ringraziare l’Istituto per la collaborazione e il sostegno che ci presta e per noi è un grande piacere avere Bper Banca come sponsor di questa partita, molto importante per noi”.

Gli arbitri. A dirigere questa partita sono stati designati Frapiccini di Falconara (alla 49ª direzione di gara in A1 e SuperLega, la prima stagionale con la Consar) e Braico di Torino (112 presenze nel massimo campionato).

Biglietti. Fino a domani alle ore 12 è attiva la prevendita su vivaticket, mentre le biglietterie del Pala De Andrè sono aperte dalle ore 19.

 

 

Ufficio stampa Porto RoburCosta

Massimo Montanari

 




Ravenna-Monza 3-2

13/01/2019


Ravenna-Monza 3-2

 

La squadra ravennate getta in campo tutta la sua voglia di vincere, il suo carattere e la qualità della sua pallavolo e conquista un successo fondamentale per la salvezza

 

Grinta, cuore, tenacia e carattere, ma anche una straordinaria voglia di vincere e di dimostrare di essere in grado di strappare punti anche a chi abita sopra di lei. Nell’anticipo della 17ª giornata di SuperLega Credem Banca, nella partita dei tanti ex in campo (Orduna, Buchegger e coach Soli da una parte, Elia e Verhees dall’altra) la Consar mette in campo tutto questo e stende Monza, dopo una battaglia di oltre due ore, conquistando una vittoria pesantissima e meritatissima che conferma anche la tradizione favorevole negli scontri casalinghi con Monza che a Ravenna non ha mai vinto (le due vittorie brianzole in Romagna sono state ottenute a Forlì): il modo migliore per chiudere il lungo ciclo di ferro e iniziare il periodo degli scontri diretti. 

I sestetti Con il rientro dagli impegni della nazionale di Rychlicki, Graziosi ha il roster al completo e vara uno starting six con Argenta opposto a Saitta, Rychlicki di banda con Poglajen e il duo Verhees-Russo al centro, Goi libero. Nel Monza c’è la defezione dell’ultima ora di Plotnytskyi, rimpiazzato in attacco da Botto. L’ex coach di Ravenna si affida all’altro ex Orduna e all’iraniano Ghafour nella diagonale di regia, ai centrali Yosifov e Beretta mentre Rizzo è il libero. 

La cronaca della gara Monza prova subito ad allungare (1-3 e 3-5) soprattutto con Yosifov ma la Consar tiene il ritmo, trovando il pari a quota 5 con un ace di Russo. Il Vero Volley accelera con Botto e Beretta portandosi a +3 (5-8), e poi a +4 con un servizio di Beretta. Il muro di Yosifov su Rychlicki sancisce il + 5 (9-14) per Monza e costringe Graziosi a chiamare il time-out. La squadra trae giovamento perché qui comincia la vera partita della Consar che cresce in battuta, infila punti su punti, alza i muri e piazza un parzialone di 11-3 portandosi sul +3 (20-17).  Monza è frastornata e la Consar ne approfitta per chiudere il set con Rychlicki, un muro di Raffaelli, appena entrato, su Ghafour e un attacco di Rychlicki dopo un time-out di Graziosi (25-21) a spezzare il tentativo di reazione ospite.

Sulle ali dell’entusiasmo, la Consar prende il largo all’alba del secondo set, piazzando un break di 4-0, col turno al servizio di Argenta, che la porta sul 7-3. Il time-out di Soli permette a Monza di riordinare le idee. Al ritorno in campo gli ospiti sfruttano tre battute di Dzavoronok per rosicchiare altrettanti punti. Ma la Consar regge, e sfruttando un Rychlicki in versione deluxe (5 punti e 69% in attacco), allunga ancora incartando anche il secondo parziale, chiuso da una veloce di Verhees e da muro di Russo.

Monza in campo nel terzo parziale, con Buchegger alla sua prima partita stagionale, dopo il lungo infortunio, al posto di un abulico e deludente Ghafour. E’ la mossa di Soli per provare a cambiare l’inerzia del match. L’inizio del set è positivo per i brianzoli che accelerano dal 3-5 al 5-10, costringendo Graziosi a chiamare il time-out. La Consar prova la rimonta come nel primo set col turno a servizio di Argenta portandosi a -2 (11-13) ma Monza questa volta tiene e accorcia le distanze, aggiudicandosi il set 19-25, trovando proprio nell’opposto austriaco il miglior terminale (5 punti e 83% in attacco).

Si procede punto a punto all’inizio del quarto set, in cui Soli conferma Buchegger al posto di Ghafour. Sul 9 pari, Monza piazza la prima accelerata: un break di 3 punti, col turno al servizio di Orduna, che induce coach Graziosi a rifugiarsi nel time-out. E’ la scossa che riaccende la Consar: Saitta e un muro a due Russo-Rychlicki fissano la nuova parità a quota 12. Nuovo allungo di Monza (12-14) ma due punti di Rychlicki (un attacco e un ace) scrivono il 14 pari. Il Vero Volley strappa ancora, portandosi a + 3 (14-17) ed è il momento di un nuovo time-out in casa Consar. C’è tempo anche per un cartellino rosso a Dzavoronok e Rychlicki ma non per arginare Monza che chiude 25-20.

Il tie-break comincia con un tecnico alla panchina del Monza e con l’1-0 per Ravenna che poi vola sul 5-0 con un muro di Verhees, un attacco di Lavia e due punti di Rychlicki. Sul 9-4 Dzavoronok sfrutta al massimo il suo turno al servizio portando i suoi sul 9-9. E’ Rychlicki, poi premiato come MVP (25 punti al suo attivo), a rimettere in moto i suoi aprendo ad un finale appassionante e vibrante, punto a punto, deciso da un errore di Buchegger e da un attacco al centro di Russo su una ricezione lunga degli ospiti.

 

Il tabellino

 

Ravenna-Monza 3-2

(25-21, 25-20, 19-25, 20-25, 15-13)

 

CONSAR RAVENNA: Saitta 3, Argenta 9, Verhees 3, Russo 13, Rychlicki 25, Poglajen 8, Goi (lib.), Raffaelli 1, Elia, Lavia 6. Ne: Frascio (lib.), Di Tommaso, Smidl, Marchini. All.: Graziosi.  

VERO VOLLEY MONZA: Orduna 1, Ghafour 3, Beretta 12, Yosifov 14, Dzavoronok 24, Botto 4, Rizzo (lib.), Calligaro, Galliani 7, Arasomwan, Giannotti, Buchegger 14. Ne: Buti. All.: Soli.

ARBITRI: Frapiccini di Falconara e Braico di Torino. 

NOTE: Durata set: 30’, 29’, 28’, 29’, 21’ tot. 137’. Ravenna (7 bv, 15 bs, 12 muri, 10 errori), Monza (5 bv, 20 bs, 9 muri, 16 errori). Spettatori: 1913 per un incasso di 8032 euro. MVP: Rychlicki.

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'