• Romagna Sport
  • Marche Sport

Basket | Dilettanti | Regionale

AICS Forlì vs Dulca Santarcangelo 55-64

Pagina 1 di 1

10/04/2017

AICS Forlì vs Dulca Santarcangelo 55-64


Si voleva continuare sullo stesso percorso intrapreso tutto l'anno. Si voleva mantenere alta la concentrazione e portare a casa i due punti. Con la paura che dopo aver chiuso il campionato, si potesse prendere il match in scarico. Non lo si è fatto. Anzi, con il solito terzo quarto in uscita dagli incitamenti in spogliatoio i Dulca prendono il controllo della partita e il tabellone luminoso dice 55-64 Angels.

 

GAME RECAP:

 

Primo quarto a ritmi molto blandi. Le squadre non corrono troppo e sbagliano tanto. Tante palle perse da una parte e dall'altra. Percentuali basse soprattutto per le scelte di tiro ogni tanto azzardate. Saponi da una parte domina l'area offensiva e in risposta ci pensa Ravaioli. Due capitani a confronto che indirizzano il primo parziale sulla strada dell'equilibrio totale. 13 pari e patta a fine primi 10 minuti.

Secondo quarto sempre in asse tra le due squadre. Sorpassi e controsorpassi. Raffaelli è sempre decisivo, ma Perugini trova dalla mattonella in angolo più di una conclusione a bersaglio. A salire in cattedra è poi Dini che domina tra penetrazioni dal perimetro e dal post basso riporta i Dulca avanti. 30-26 fine secondo parziale.

Uscita dagli spogliatoi con un altro piglio per Santarcangelo che comincia a correre di più, ad aumentare la pressione con la solita difesa allungata, a recuperare palloni decisivi e catapultarsi in contropiede. Un 12-2 di parziale griffato Dulca spacca la partita. E' sempre Dini a dirigere le operazioni. Ci provano Totaro e Crocini a riaccorciare, ma Cunico e Raffaelli chiudono la pratica in anticipo. Fine terzo quarto sul 33-50 Dulca.

Ultimo periodo in totale garbage time. Forlì tenta la scalata, ma ogni tentativo è ricacciato indietro da un Dini in forma stratosferica (chiuderà con 20 punti). Vincono così i Dulca Santarcangelo 55-64 su un campo ostico data la caratura della formazione di casa.

 

Non era facile arrivare ai due punti, soprattutto contro una squadra che aveva fame di vittoria per mettere l'aritmetica sui play-off. Non era facile neanche mantenere alta la concentrazione dopo la vittoria del campionato. Invece i ragazzi di Coach Bernardi non hanno tradito le attese e hanno superato l'ostacolo con tutto il carattere del mondo. Ora le ultime due partite per continuare al coltivare il sogno di chiudere il campionato con una sola sconfitta e poi il 7 maggio arrivare pronti alla sfida per la gloria della vittoria della Serie D con la vincente dell'altro girone, San Giovanni Persiceto.

 

Facendovi gli auguri di una Buona Pasqua, Vi aspettiamo sabato 22 aprile al PalaSGR per un'altra emozionante partita con International Imola!

 

#Let'sGoDulca

 

 

TABELLINI:

AICS FORLI': Ravaioli 15, nervegna 3, totaro 11, crocini 8, perugini 4, bergantini 2, valgomigli 5, mariani 5, bergantini F, galeotti, bacchini,. All. Chiadini            

DULCA SANTARCANGELO: Saponi 13, Raffaelli 11, Cunico 12, Dini 20, giuliani 4, Fusco 4, canini, Tomassini, Tognacci, Pasini, Ramilli, Mondin,. All. Bernardi    

ARBITRI: Cascioli - Campedelli

 

AICS Forlì vs Dulca Santarcangelo, il prepartita di coach Bernardi

Pagina 1 di 1

08/04/2017

AICS Forlì vs Dulca Santarcangelo, il prepartita di coach Bernardi

Massimo Bernardi

 

L'impresa è arrivata. Il campionato pure. Con due piccioni con una fava i Dulca Santarcangelo si sono portati a casa partita con Imola e campionato. Cosa chiedere di più? Lo chiediamo nella consueta intervista a Coach Massimo Bernardi prima della sfida domenica ore 18 in trasferta contro AICS Forlì.

 

Massimo, hai accettato quest'estate il progetto i cui obiettivi erano far crescere i giovani e se c'era la possibilità arrivare a qualcosa di più. Diciamo che hai fatto Bingo.

"Una bella soddisfazione. L'oniettivo primario era quello della crescita dei ragazzi, cosa che è avvenuta, stanno evolvendo e crescendo tutti, anche se devono continuare a crescere. SIamo riusciti a creare un bellissimo gruppo, una bellissima squadra e siamo riusciti a raggiungere un obiettivo meritato.

 

Come è stato chiesto a Saponi in settimana, chi ti senti di ringraziare per questo obiettivo raggiunto?

"Ci vuole tanto tempo per ringraziare tutte. E' ovvio che io sono qui a Santarcangelo alla società e grazie in particolare a una persona che è Paolo Carasso che mi ha voluto qui e con il quale condivido l'idea del basket, del miglioramento dei ragazzi giovani. Santarcangelo per me non è una novità, l'ho già vissuta in passato e tornare in questa società, una con dei valori che condivido a pieno, per me è stata una bella scelta. Ringrazio ovviamente la mia squadra a cui voglio un bene dell'anima, ogni ragazzo preso uno per uno con cui si è creato un rapporto incredibile. Ringrazio il Presidente Maurizio Fabbri, il Vice Presidente Palmiro Fornari, gli sponsor a partire da Roberto Fabbri con Dulca, poi Simone Stargiotti, Nelson Nicolini, l'Associazione Santarcangels con il suo Presidente Marco Serafini che è sempre presente. Ringrazio il mio staff dalla parte tecnica quindi Michele Carrabotta e Franco Ferroni, alla parte atletica e medica con Cristian Tomassini, Corrado Ballarini, Andrea Serpieri, Davide Lodovichetti e tutto il centro Fisiokinetica. Ringrazio Gianluca Sacchetti, il Team Manager che ha fatto un lavoro straordinario ogni giorno. Ho cercato di ricordarmi di tutti. Poi è ovvio, il rigraziamento ultimo va al nostro pubblico, che è stato il sesto uomo in campo ogni partita, che ci ha sempre sostenuto e che ha fatto sì che potessimo arrivare a questo risultato."

 

Dopo un weekend di festeggiamenti e una settimana di allenamenti si torna a giocare a Forlì, con i padroni di casa che sono nel limbo play-off e non vorranno di certo perdere.

"E neanche noi vogliamo perdere. Andremo là con la solita energia, con il coltello tra i denti per vincere. Mancano tre partite di campionato, vogliamo vincerle tutte e tre."

 

Come sta la squadra?

"Ogni tanto la sfortuna si ripresenta e in questo caso è la quarta volta quest'anno. Martedì Cunico ha subito una distorsione alla caviglia sempre nello stesso piede compiendo sempre lo stesso movimento. Oggi si è allenato, anche molto bene devo dire, e sarà con noi anche se non al 100%. Per il resto la squadra è pronta e andremo là per i due punti. Ci siamo allenati molto bene in settimana, abbiamo preparato la partita bene, i ragazzi sono carichi e pieni di energia. Daremo il massimo come sempre!"

 

Oggi nelle mie parole finali vorrei intraprendere un concetto che riprenderò sicuramente alla fine del percorso.

Signori, Massimo Bernardi ha preso in mano una squadra ritornata in Serie D. E' sceso di due categorie dopo esser stato indiscutibilmente, e sfido chiunque a contraddirmi, il miglior allenatore della seconda parte di campionato in Serie B. Bagno d'umiltà e rimboccamento di maniche. Esperienza e sacrificio al servizio prevalentemente di ragazzi giovani per costruire insieme a loro un percorso dalla partenza conosciuta, ma dall'inconsapevole arrivo. La Serie C è un traguardo, è vero. Ma non sperate che ci si fermi qui. Gli obiettivi sono tanti. I primi sono arrivati. E il bello deve ancora venire...

 

 

CRISTIAN TARTAGLIA

Commenti

PUBBLICITA'