• Romagna Sport
  • Marche Sport

Calcio

A che punto siamo con la Serie A

Pagina 1 di 1

19/10/2021

A che punto siamo con la Serie A

 

Dopo le prime giornate di campionato, possiamo fare un piccolo bilancio di quanto visto fino ad ora in cima alla classifica. Molte conferme, qualche delusione e alcune soprese stanno intrattenendo il pubblico di tutta Italia.

Certo, è ancora troppo presto per trarre delle conclusioni, ma siamo abbastanza sicuri che le protagoniste di ottobre, saranno quelle squadre che si daranno battaglia fino alla fine di un campionato che non sarà scontato fino alla fine e proprio per questo motivo, lequote della Serie A sono a dir poco bollenti!

L’inarrestabile Napoli

A punteggio pieno dopo sette giornate con il secondo miglior attacco e solamente tre reti subite, il Napoli sta dimostrando di essere una tra le squadre più titolate per puntare allo scudetto. Mr. Spalletti è riuscito a prendere in mano una situazione alquanto problematica, basti pensare il mancato quarto posto dell’anno scorso e riportare in vetta gli azzurri.

Un attacco che funziona, un ottimo centrocampo a supporto e una linea difensiva che ha ritrovato unKoulibaly protagonista che ha fornito delle prestazioni di livello eccezionale.

Per il momento sembra girare tutto bene. Durerà?

Una Juventus sorniona

La Juventus sorniona di Allegri non lascia tranquillo proprio nessuno. A partire dai propri tifosi che non sono per nulla soddisfatti di questo inizio stagione. Guardando i trascorsi storici, però, va detto che non è la prima volta che la Juve di Max Allegri inizia incespicando per poi riprendersi alla grande.

Qualche problemino di salute per Dybala e qualche lamentela di troppo da parte di alcuni centrocampisti parcheggiati perennemente in panchina non fanno di certo bene alla squadra, ma il cammino è lungo e non è ancora detta l’ultima parola.

Le milanesi si riconfermano

Sia il Milan che l’Inter si riconfermano alla grande. Il Milan, nonostante qualche problemino di salute, ha visto letteralmente rinascere Tonali e ha scoperto l’importanza di avere nuovamente unMaldini in squadra. In attesa dei recuperi eccellenti, tiene comunque botta e resta ai piani alti della classifica.

L’inter, orfana invece di giocatori particolarmente importanti come Lukaku e Hakimi e dell’allenatore che ha portato i nerazzurri nuovamente allo scudetto, Antonio Conte, dimostra comunque di essere sul pezzo e ha scoperto di avere delle ottime frecce al proprio arco. Dumfries si sta comportando davvero molto bene e Correa, pur essendo un attaccante diverso, sta dando il 110% in ogni partita.

Per Inzaghi si tratta solo di saper gestire una rosa importante, facendo le scelte giuste.

E nella capitale?

La capitale gongola non poco sulla sponda romanista. Un ottimo inizio e il leader Mourinho che sa farsi valere sia in panchina che in conferenza stampa. Molto buono l’approccio di Abraham e Pellegrini si è dimostrato una piacevole conferma.

Un po’ meno positivo l’approccio di Sarri invece in casa Lazio. Non è cambiato molto a livello di squadra, rispetto all’anno scorso e, anzi, qualche nuovo innesto potrebbe e dovrebbe portare ben presto gli aquilotti verso una posizione più alta di classifica. Molto dipenderà naturalmente dagli scontri diretti, ma anche da quelle partite che proprio non vanno perse.

 

 

Commenti

PUBBLICITA'