• Romagna Sport
  • Marche Sport

| Dilettanti | Regionale

OLIMPIA TROPPO FORTE, TITANS SCONFITTI A CASTEL SAN PIETRO : 83-69

Ventesima vittoria, in ventuno gare di campionato, per l’Olimpia, che si conferma più che mai al primo posto a quota quaranta punti.

29/02/2016

OLIMPIA TROPPO FORTE, TITANS SCONFITTI A CASTEL SAN PIETRO : 83-69
Ventesima vittoria, in ventuno gare di campionato, per l’Olimpia, che si conferma più che mai al primo posto a quota quaranta punti. La formazione di Coach Canè approfitta del passo falso di Molinella, sconfitta in casa da Forlimpopoli, e compie un balzo decisivo verso la promozione diretta. I Titans non riescono nell’impresa di riuscire a sconfiggere la capolista, nonostante un primo quarto giocato alla pari e una rocambolesca rimonta sul finire di terzo quarto, che non è però bastata a cambiare le sorti dell’incontro.
I Titans partono forte : due bombe consecutive, una di Benfenati e una di Manini, rispondono al canestro in entrata di Binassi (6-2). Il pressing forsennato dei ragazzi di Coach Cinti porta più volte l’Olimpia a prendere tiri affrettati e fuori ritmo. L’unico giocatore che riesce a far vacillare la difesa dei Titans è Binassi, che mette a segno, nel solo primo quarto, ben 11 punti dei 18 totali della sua squadra. Dopo un primo quarto equilibrato, che si conclude 22-19 per i padroni di casa, Castel San Pietro cambia rotta. Elia Alberti illude i Titans, con la tripla del 23-22, che chiude un mini-parziale di 4-0 : ma sarà l’ultimo vantaggio degli ozzanesi sull’Olimpia.
Castel San Pietro torna di nuovo avanti sul 28-27, coi canestri in penetrazione di Franceschini e Venturi, abile nel perforare, in più occasioni, la difesa ospite. A metà secondo quarto, l’imprecisione e la frenesia di entrambe le squadre, non genera nulla di buono e la partita si fa più nervosa. A sbloccare la situazione ci pensa Marzioni che, con due canestri da 7 metri, porta l’Olimpia sul +8 (40-32). Il massimo vantaggio dei Biancoazzurri arriva a fine secondo quarto, grazie al lay-up di Venturi : +10, all’intervallo lungo. ( 43-33 )
Nel terzo periodo Ozzano passa a zona, ma non ottiene l’effetto desiderato : l’Olimpia comincia a bersagliare il canestro avversario dall’arco dei tre punti, con percentuali altissime; ed è ancora Marzioni a fare male ai Titans, con la bomba del +15 ( 51-36). A questo punto la partita per Castel San Pietro sembra ormai in cassaforte, ma non ha ancora fatto i conti con l’orgoglio e la tenacia dei ragazzi di Cinti. Tuccillo guida i suoi alla rimonta, con un break di 13-3 che riapre definitivamente la gara. Un ingenuità commessa da Binassi ( fallo antisportivo a gioco fermo, dopo un fallo sanzionato ad un altro compagno ) regala quattro tiri liberi e palla in mano a Ozzano : Tuccillo fa 3 / 4 e riporta i Titans ad un solo possesso di distanza, 56-53. Il tentativo da tre per il pareggio non va a segno, e Castel San Pietro mette nuovamente due possessi di vantaggio sui Titans, chiudendo sul + 6 alla terza sirena : 61-55.
Nell’ultimo quarto è Franceschini-Show. La guardia bolognese la chiude da solo, segnando 9 punti di fila, compresa la bomba decisiva del 72-59 che chiude definitivamente la partita. I Titans ci provano fino all’ultimo, ma a nulla servono i canestri di Curione e Quarantotto per cercare di riaprire la partita. A Castel San Pietro finisce 83-69 per i padroni di casa.

Giovanni Poggi

Commenti

PUBBLICITA'