• Romagna Sport
  • Marche Sport

Pallamano

Fondi - Pallamano Romagna 34-27 (p.t. 15-13)

Di Carlo Dall'Aglio

Pagina 1 di 3

11/05/2023

 

Assalto a vuoto

Serie A Gold maschile – Gara3 semifinale playout

Fondi - Pallamano Romagna  34-27 (p.t. 15-13)

Fondi: Garcia, Padula, Panza, Miceli 6, Vanoli 2, Muccitelli 1, Canete 8, De Luca 3, D'Ettorre, Livoli, Di Fazio, Rotunno, Arena 4, El Sabbagh 2, Di Biasio, Fraj 8. All: De Santis

Romagna: Lombes, Redaelli, Albertini 3, Mazzanti 1, Chiarini, Ceroni, Essam 3, Gollini, Tassinari, Lo Cicero 3, Tondini 5, Rotaru 3, Zavagli 1, Di Domenico 4, Ramondini 1, Antic 3. All: Melis

Arbitri: Dionisi e Maccarone

Finisce con l’inevitabile e meritata festa dei tifosi e dei giocatori di Fondi che archiviano la salvezza in serie A Gold, vincendo 34-27 sul Romagna in gara  3.

Gli arancioblu vedono sfumare il sogno di chiudere anticipatamente il discorso salvezza, su un campo tradizionalmente ostico, contro una squadra che disputa un match molto diverso rispetto a quello della sera prima: in gara2 i fondani non hanno approcciato mentalmente in maniera adeguata, lasciando iniziativa, campo e fiducia ai romagnoli. Per poi riaprire il discorso, prima delle reti finali di Mazzanti e Rotaru. 

Festa, comunque, solo rimandata di 24 ore per i biancorossi che, in gara3, trovano la chiave giusta per mandare in tilt la difesa ospite e per concretizzare l’inerzia del match.

E’ probabilmente proprio la difesa non compatta e reattiva (vista in grande spolvero in gara2) il fattore che fa cedere il Romagna, costretto ad inseguire per 60 minuti i propri avversari, anche perchè i portieri non sono nelle condizioni di poter essere determinanti. 

Anche la prova offensiva non è certamente la migliore della stagione, con Mazzanti e Antic meno incisivi rispetto a gara2, ma si possono registrare buone iniziative e reti di Tondini (5), Di Domenico, Lo Cicero, Albertini e Rotaru (3).

L’avvio del match è, comunque, rabbioso: 3-1 al 2’ con doppietta Essam e gol di Rotaru, con 4 parate di Lombes nei primi 5’, ma Fondi riesce a compattarsi in poco tempo, anche perchè a metà frazione il Romagna raccoglie troppi errori in fase di transizione e al tiro: dal 15’ al 18’ break (probabilmente decisivo) per i padroni di casa che scappano dal 6-5 (gol di Zavagli) al 10-6 a seguito dell’esclusione per 2’ di Essam. Da lì Fondi comincia a cementare il proprio vantaggio, aiutato ancora dai diversi errori al tiro dei romagnoli. Romagnoli che, però, mostrano carattere e cuore, reagendo nel finale di tempo, con un sussulto negli ultimi istanti di primo tempo: a 3’ dall’intervallo, infatti, Fondi avanti 14-9, prima delle reti in rapida successione di Tondini, Di Domenico, Antic e Noè (in contropiede allo scadere) che valgono il 15-13 con cui ci si accomoda negli spogliatoi.

Commenti

PUBBLICITA'