• Romagna Sport
  • Marche Sport

Pallamano

Pallamano Carpi 26 – Secchia Rubiera 26

Di Luca Zironi

Pagina 1 di 1

07/05/2023

 

Dal derby più infuocato della Serie A Gold scaturisce un giusto pareggio

La resa dei conti per il Carpi si consuma per l’ennesima volta contro gli storici rivali del Secchia Rubiera. Nel clima infuocato di un Palavallauri gremito va in scena gara 1 dei play-out di Serie A Gold. Qualche defezione ambo le parti. Per Rubiera fuori Pereira, Carpi invece deve scontare l’infortunio di Samah Haj Frej. Con grande probabilità entrambi rientreranno per gara 2.

Gli ospiti partono con il piede giusto, Strada firma lo 0 a 2 al primo minuto. Il Carpi però difende bene, supportato da un Selmi Haj Frej che non fa rimpiangere il fratello Samah. La sua parata su Oleari al 4’ permette la ripartenza bianconera che affida a Kasa la rete del 3 a 2. Al quarto d’ora è lo stesso Kasa ad approfittare di un blocco di Beltrami su Pagano e a portare i suoi sul massimo vantaggio, quello del +4. La reazione reggiana non tarda ad arrivare. Capitalizzando al massimo una doppia inferiorità numerica degli avversari, Rubiera si riporta sotto con Giovanardi che al 22’ firma il 9 a 8. Con Strada arriva poi il pareggio appena tre minuti dopo. Coach Serafini nel frattempo getta nella mischia Lorenzo Nocelli, suo il gol del 14 a 12 al 29’. La chance rossoblù per accorciare passa per le mani di D’benedetto che non sbaglia il 14 a 13 di fine primo tempo. Il Rubiera ritorna sul parquet con un altro cipiglio. L’ex Boni firma il pareggio al 38’ e D’benedetto con un bel tiro ad incrociare riporta i suoi in vantaggio con il 17 a 18. Il forcing rossoblù si spinge fino al +5 al 49’, quando Pagano serve Benci che realizza il 19 a 24. Carpi si affida troppo alle giocate individuali di Kasa che è costretto a forzare il tiro. Rubiera per converso gestisce il vantaggio facendo scorrere inesorabilmente i secondi e tentando la conclusione solo sotto passivo. L’occasione per i padroni di casa di rientrare in partita arriva con i due minuti comminati a Naghavialhosseini al 52’ per fallo su Sortino. Carpi va in doppio pivot, Kasa serve Coppola che segna la rete del 23 a 25 al 52’. Cinque minuti più tardi Dalolio da posizione impossibile riporta il match in perfetta parità. Sulla ripartenza di Rubiera che perda palla, i bianconeri hanno persino in mano la palla del +1 che però finisce alta sopra la traversa. I time-out finali, chiamati dall’una e dall’altra panchina, non cambiano il risultato. Partita che termina 26 pari e rimanda alla prossima sfida, in programma martedì al PalaBursi. L’eventuale terza gara tuttavia gioverebbe Rubiera in quanto da disputarsi nuovamente tra le mura amiche.

Pallamano Carpi 26 – Secchia Rubiera 26

Carpi:  Monzani 1, Mejri 1, Ben Hadj Alì, S. Serafini, Soria, Nocelli 4, Carabulea 2, Kasa 11, Coppola 4, Haj Frej, Quaranta, Dalolio, Sortino, Ceccarini (VK) 3, Beltrami (K). All.: D. Serafini.

Secchia Rubiera:  Rivi (VK), D. Bartoli 1, Benci (K) 1, Bortolotti 1, Pagano 4, D’benedetto 3, Naghavialhosseini 5, Cavina, R. Bartoli 1, Hila, Giovanardi 2, Strada 2, Bonassi, Voliuvach 1, Oleari 3, Boni 2. All.: Galluccio.

 

Luca Zironi

Resp. Comunicazione & Ufficio Stampa

Pallamano Carpi A.S.D.       

Commenti

PUBBLICITA'