• Romagna Sport
  • Marche Sport

Basket | Professionisti | Lega 2

UCC Assigeco Piacenza – Givova Scafati 76-73

Di Antonio Pollioso - Ufficio Stampa Givova Scafati

Pagina 1 di 2

27/05/2022

UCC Assigeco Piacenza  – Givova Scafati  76-73

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

 LA GIVOVA SCAFATI CEDE IL PASSO IN GARA TRE: SI VA A GARA QUATTRO

Le telecamere di MS Sport non portano fortuna alla Givova Scafati, che cade 76-73 al PalaBanca per mano dell’UCC Assigeco Piacenza, in gara tre della semifinale playoff del tabellone argento del campionato di serie A2. Si andrà così a gara quattro, in programma sabato, alle ore 18:00, sullo stesso parquet.

Al di là delle statistiche che hanno visto primeggiare in maniera incisiva gli emiliani solo sotto le plance (43 rimbalzi contro 32), quello che è mancato alla compagine dell’Agro è stata la lucidità, la calma e la solita organizzazione difensiva che, complice qualche acciacco di troppo, ha condizionato l’esito finale della contesa, che ha premiato invece meritatamente agli uomini di coach Salieri per l’atteggiamento e la grinta sfoderata in campo in maniera costante per quaranta minuti.

LA PARTITA

Ritmi compassati, difese schierate ed equilibrio caratterizzano le prime fasi della sfida (8-8 al 5’). Pascolo, Devoe e Sabatini provano subito ad allungare (14-10 al 6’), ma i due statunitensi gialloblù sono i protagonisti del 16-17 con cui si arriva al 7’. Nel finale di periodo sale invece in cattedra Cournooh, che regala il vantaggio 16-22 alla Givova al 9’. Il margine viene però quasi totalmente rosicchiato dai locali nell’ultimo minuto (21-22).

Si segna poco nei primi minuti della seconda frazione. Poi ci prova Devoe ad ergersi a trascinatore (29-27 al 15’), ma ogni tentativo del giocatore statunitense viene prontamente rintuzzato da Cucci e compagni, anche per merito della difesa a zona imbastita da coach Rossi (31-32 al 18’), a cui però risponde a sorpresa l’esterno Gajic con due triple di fila, che permettono ai locali di portarsi sul 37-32 al 19’. Nell’ultimo giro di lancette, i rossoblù sono bravi a rimpinguare il vantaggio con cui raggiungono gli spogliatoi all’intervallo 41-36, nonostante la tripla sulla sirena di Ikangi.

La ripresa delle ostilità comincia sulla falsariga dei primi minuti di gara. Pascolo è tra i migliori in campo (46-39 al 22’). Ci pensa capitan Rossato ad accorciare le distanze (46-45 al 23’). Devoe pigia ancora una volta il piede sull’acceleratore (49-45 al 24’) e trova manforte in Pascolo (51-47 al 25’), ma poi la stanchezza inizia a pesare sul fisico dei padroni di casa, che subiscono l’iniziativa dei viaggianti (51-55 al 28’), bravi a chiudere avanti 58-63 il terzo periodo.

E’ Cournooh uno dei protagonisti dell’avvio di ultimo quarto, in cui sono ancora gli scafatesi a menare le danze (63-68 al 33’). Tanti errori e pochi canestri caratterizzano la parte centrale del periodo, in cui le due squadre appaiono molto stanche e poco lucide, con quella di casa brava ad approfittare delle incertezze degli avversari e a costruire il parziale di 6-0 con cui si porta in vantaggio al 38’ (69-68). Il talento di Sabatini, unito a quello di Kohs, in campo fa la differenza (75-70 al 39’). La tripla di Rossato a 36’’ illude soltanto (75-73), perché non si va oltre il 76-73 con cui si chiude il match.

LE DICHIARAZIONI

Commenti

PUBBLICITA'