• Romagna Sport
  • Marche Sport

Basket | Professionisti | Serie A

Armani Exchange Milano - Unahotels Pallacanestro Reggiana 91-65

Di Ufficio Stampa Olimpia Milano

Pagina 1 di 1

17/05/2022

Armani Exchange Milano  - Unahotels Pallacanestro Reggiana  91-65

foto Valentino Orsini

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA    

 

’OLIMPIA COMANDA GARA 2, VINCE 91-65 E ORA LA SERIE SI SPOSTA SUL CAMPO DELLA REGGIANA

L’Olimpia sale sul 2-0 nel suo quarto di finale con Reggio Emilia comandando la gara fin dalla palla a due e questa volta difendendo ad un livello superiore e senza cali di tensione, così Rodriguez, Shields, Hines, Bentil, Hall e Datome hanno tutti potuto giocare meno di venti minuti. 91-65 il finale. Alla fine anche Stefano Erba, classe 2003, ha potuto non solo entrare ma anche segnare. Missione compiuta, fattore campo protetto, e adesso la serie si sposta a Bologna per Gara 3, giovedì 19.

IL PRIMO QUARTO – Una palla rubata da Rodriguez nella metà campo altrui con tripla immediata vale il parziale di 8-0 con il quale l’Olimpia scatta sul 15-5. La partenza è firmata dall’asse Rodriguez-Datome che segnano 13 punti in coppia in poco più di quattro minuti. Dal time-out di Coach Caja, l’Olimpia esce con cinque punti consecutivi di Bentil. Su un jumper dalla media di Grant e una tripla di Ricci il vantaggio esplode a 15 punti. Reggio Emilia prova ad appoggiare il gioco dentro l’area su Hopkins, sei nel quarto iniziale. Il primo periodo finisce 27-14 per Milano.

IL SECONDO QUARTO – La seconda tripla di Cinciarini riporta Reggio Emilia a meno 10, ma è cancellata dalla risposta di Baldasso. L’Olimpia regge due dfese di fila, Baldasso in transizione prima converte un floater e poi Ricci lungolinea trasforma un assist di Grant per il più 16, 34-18. Un’entrata di un Grant ricco di energia, poi una tripla di Datome, infine quella di Rodriguez scavano il nuovo massimo divario, 21 punti. Giocando con due centri, Reggio trova buone soluzioni con Baldi Rossi che si apre per usare il suo tiro da tre. La terza tripla di Cinciarini corona il buon momento della Reggiana, ma il vantaggio di Milano resta costante. Quando Datome completa un gioco da tre punti e poco dopo mette una tripla dall’angolo, l’Olimpia dilaga a più 25 nel 57-32 dell’intervallo.

IL TERZO QUARTO – L’Olimpia resta in controllo della partita. Il quintetto iniziale allunga ancora, con un gioco da tre di Bentil, il classico fade-away di Datome poi anche un assist di Rodriguez per Hines che sancisce il più 30 a metà del periodo. Anche il secondo quintetto macina difesa, corsa e canestri. Baldasso mette una tripla dall’angolo, poi su una sua penetrazione al ferro, Biligha si fa trovare pronto all’appuntamento con la schiacciata che chiude il periodo sul 78-45.

IL QUARTO QUARTO – Reggio Emilia tenta di ridurre lo scarto. Stephen Thompson, grande protagonista in Gara 1, si accende con tre penetrazioni, abbassando il divario di nuovo sotto i trenta punti. Lui e Cinciarini sono gli ultimi ad arrendersi. Nell’Olimpia arriva anche il momento di Davide Alviti, l’undicesimo ad entrare che risponde con tre penetrazioni consecutivi. Così tocca anche a Stefano Erba, proprio nella serata giusta, con tutti i ragazzi del settore giovanile in tribuna. Andrea Cinciarini si prende la meritata standing ovation e l’Olimpia chiude 91-65.

Armani Exchange Milano  - Unahotels Pallacanestro Reggiana  91-65

27-14; 57-32; 78-45

Armani Exchange Milano: Grant 6, Erba 2, Ricci 8, Baldasso 8, Alviti 6, Rodriguez 14, Biligha 4, Hall 4, Shields 9, Hines 5, Bentil 9, Datome 16. All. Messina

Unahotels Pallacanestro Reggiana: Strautins 7, Crawford 6, Colombo, Soliani, Johnson 3, Thompson 15, Hopkins 9, Baldi Rossi 6, Cinciarini 19, Larson. All. Caja

Note: tiri da 2: MI 20/31, RE 13/31; tiri da 3: MI 13/30, RE 8/25; tiri liberi: MI 12/16, RE 15/19; rimbalzi: MI 35 (Ricci 6), RE 31 (Larson 6); assist: MI 23 (Rodriguez 6), RE 13 (Cinciarini 3)

 

Area Comunicazione e Stampa

Olimpia Basket Milano

 

 

Commenti

PUBBLICITA'