• Romagna Sport
  • Marche Sport

Basket | Dilettanti | Regionale

Pallacanestro Granarolo CREI – Anzola Basket ZDUE 65 – 70

Di Paolo Paoloni

Pagina 1 di 1

21/03/2022

Pallacanestro Granarolo CREI – Anzola Basket  ZDUE 65 – 70

Matteo Millina

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

Pallacanestro Granarolo CREI – Anzola Basket  ZDUE 65 – 70

(18-17; 33-29; 51-51)

Pallacanestro Granarolo CREI : Salicini 3, Fabbri 3, Poggi 16, Paoloni Lu. 9, Salvardi 12, Tolomelli 9, Guastaroba, Paoloni Lo. 9, Brotza 4. All. Millina.

Anzola Basket  ZDUE: Carpani 7, De Ruvo 10, Parmeggiani S. 16, Daly 7, Zanetti 3, Baccilieri 15, Lullo, Orsi 2, Beccafichi 6, Betti 4. All. Moffa.

Arbitri : Federico Moro (Calderara di Reno (BO)), Davide Picardo (Bologna)

VINCE ANZOLA, BUONA CREI

La capolista Anzola batte di misura una buona CREI in un match senza alcuna rilevanza di classifica per entrambe le squadre e privo di effetti anche per la seconda fase.

I due coach hanno sfruttato il match per fare ampie rotazioni e dare minutaglie corposi a tutti gli effettivi, facendo riposare un po’ di più chi fin qui è stato più sfruttato. E’ stata una partita piacevole, con la CREI che ha condotto la partita (raggiungendo anche le 8 lunghezze di vantaggio) fino all’inizio dell’ultimo quarto quando la capolista ha dato l’accelerata decisiva facendo valere la maggior stazza fisica (49-33 il computo dei rimbalzi per gli ospiti).

Per la CREI il migliore in assoluto è stato il 2003 Poggi (16p., 7r. e 29 di valutazione) con una menzione per il quasi esordiente Fabris, 2005, a cui Millina ha concesso ben 27’ di gioco, mentre per Anzola partita tutta sostanza di Carpani, poco appariscente ma incisivo in tutte le fasi del gioco e con la valutazione migliore tra i suoi (18) nonostante i soli 7 punti a referto

Adesso per la CREI è chiamata ad una seconda fase arrembante, partendo in ultima posizione con soli 2 punti (per via dell’ inopinata sconfitta casalinga di Novellara con Rebasket). Capitan Paoloni e compagni dovranno mettersi alle spalle infortuni e titubanze per giocare con il coltello tra i denti ogni partita come se fosse uno spareggio

 

Area Comunicazione e Stampa

Granarolo Basket CREI

Paolo Paoloni

Commenti

PUBBLICITA'