• Romagna Sport
  • Marche Sport

Calcio

Approvato il Budget 2022. Gravina: «Autonomia finanziaria prescinde dai risultati sportivi»

Di FIGC

Pagina 1 di 1

26/01/2022

Approvato il Budget 2022. Gravina: «Autonomia finanziaria prescinde dai risultati sportivi»

L’approvazione del Budget 2022, con la stima di un risultato positivo di esercizio di 300mila euro e di un Margine Operativo Lordo pari a 10,9 milioni di euro, i benefici dell’applicazione del protocollo con le nuove regole sul Covid e l’ok del Governo al tavolo tecnico per la definizione di ristori al mondo del calcio per i danni causati dalla pandemia, nonché la riapertura dei termini di tesseramento nei campionati dilettantistici (da oggi al 10 febbraio). Sono stati questi i principali argomenti trattati nella riunione odierna del Consiglio federale, che si è aperta con il ricordo di alcuni importanti personaggi del calcio italiano scomparsi nelle ultime settimane come l’ex presidente della Lega Pro e vice presidente federale Mario Macalli, l’arbitro internazionale Alberto Michelotti e l’allenatore Gianni Di Marzio.

Budget 2022

Il Consiglio ha approvato all’unanimità il Budget 2022, che presenta un risultato di esercizio positivo pari ad oltre 300 mila euro. Il Margine Operativo Lordo previsto è pari a 10,9 milioni di euro e il Margine Operativo Netto si attesta a 9,4 milioni di euro, mentre il Risultato Ante Imposte risulta pari a 1,1 milioni di euro. Il risultato d’esercizio stimat, è legato all’approccio prudenziale adottato in assenza di certezza in merito ai risultati sportivi della Nazionale A (qualificazione in Qatar ancora da conseguire con necessità di disputa a marzo delle gare di play off), che ha imposto anche una correlata valorizzazione dei corrispettivi 2022.
“Emerge che la Federazione – ha sottolineato Gravina – ha una sua autonomia finanziaria che prescinde dai risultati sportivi. Questo anche grazie alla valorizzazione del nostro brand”.

Anche sul lato dei Costi di Produzione, si registra un decremento significativo, in larga parte collegato ai costi di EURO 2020 relativi alla partecipazione al Campionato Europeo nonché alla contribuzione straordinaria prevista nel 2021 in favore delle Componenti Federali a sostegno dell’attività sportiva praticata dalle Società affiliate.

Tavolo tecnico, diritti e doveri del mondo del calcio

Gravina ha sottolineato come l’adozione del nuovo protocollo con le ASL abbia portato subito evidenti benefici, consentendo la disputa di tutte le gare dell’ultimo turno di Serie A. Allo stesso tempo ha evidenziato la risposta positiva da parte del Governo in merito alla richiesta di un tavolo tecnico per la definizione di ristori al mondo del calcio per i danni causati dalla pandemia. In attesa della convocazione, il numero uno della FIGC ha ribadito di aspettarsi a giorni l’ampliamento delle fattispecie consentite per l’utilizzo dei ristori già stanziati per l’applicazione dei protocolli sanitari (ultimi 20 milioni di euro che si sommano ai 56 milioni già stanziati nei mesi scorsi).

“Ho voluto ringraziare il Governo – ha dichiarato il presidente federale nella conferenza stampa che ha fatto seguito al Consiglio - e in particolar modo il sottosegretario allo Sport Vezzali e il ministro dell’Economia Franco per l’istituzione di un tavolo tecnico che permetterà di evitare forme di interlocuzione non coordinate. Il mondo del calcio ha il diritto di rivendicare richieste di agevolazioni, ma allo stesso tempo ha il dovere di presentarsi con un suo progetto industriale serio, che generi prospettive diverse”.

Si auspica un ritorno imminente al 100% di capienza negli stadi, sperando naturalmente che la curva epidemiologica continui a scendere, e un riconoscimento per i 15/16 miliardi che lo sport italiano genera nel mondo delle scommesse, con il calcio che recita un ruolo preponderante.

Candidatura all’Europeo

Dopo aver ribadito la sua contrarietà ad un Mondiale biennale (“mi attengo ai numeri del Comitato Esecutivo UEFA, che ritengono sia un danno irreparabile per il mondo del calcio”), Gravina ha confermato la volontà di una candidatura italiana all’Europeo del 2028 o del 2032: “Valuteremo una delle due opzioni. Lo faremo in maniera seria e ponderata, anche perché c'è un grande fermento di rinnovamento delle infrastrutture. Penso ad esempio a Firenze, Cagliari, Bologna e Bari".

Balotelli e i giovani

Oggi a Coverciano ha preso il via lo stage di tre giorni della Nazionale in vista dell’appuntamento decisivo con i play off di qualificazione al Mondiale in programma a fine marzo. Rispondendo alla domanda di un giornalista, Gravina ha commentato così il ritorno in Nazionale di Balotelli: “Ho accolto bene la sua convocazione, con Mario ho un bellissimo rapporto sul piano umano. Ha esordito con me in Under 21 a Castel di Sangro (nel settembre 2008) segnando con la Grecia. Ho grande fiducia in Mancini e nelle sue scelte, ho accolto benissimo anche la convocazione di tanti giovani. Continuiamo nel nostro progetto”.

Congratulazioni all’AIA

Nel corso del Consiglio, Gravina ha rivolto le congratulazioni a Nicola Rizzoli per il nuovo incarico di consulente tecnico arbitrale della Concacaf e all’Aia per l’ottimo lavoro svolto in questi anni che ha consentito a Collina, a Rosetti e adesso a Rizzoli di assumere ruoli di primissimo piano in diversi organismi internazionali.
Il segretario generale Marco Brunelli ha annunciato che nelle prossime settimane la FIGC insieme alla UEFA e all’Unar (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali, istituito presso la presidenza del Consiglio dei Ministri), con il coinvolgimento di tutte le componenti federali, lanceranno un’ampia e articolata campagna contro le discriminazioni razziali, con l’obiettivo di diffondere un messaggio forte ed univoco di lotta alla discriminazione e al razzismo.

Modifiche regolamentari

A seguito dell’approvazione dei principi informatori da parte della FIGC, la Lega B e la Lega Pro hanno aggiornato i propri Statuti e i propri Regolamenti e il Consiglio ha approvato all’unanimità.

Il Consiglio Federale ha inoltre approvato il nuovo regolamento Agenti in adeguamento alle norme CONI già contenute nel relativo regolamento e nel suo collegato disciplinare. I documenti rivisitati entreranno comunque in vigore dal prossimo 1’ febbraio.

Il Consiglio ha accolto la richiesta della Lega Nazionale Dilettanti, stabilendo la riapertura dei termini di tesseramento in ambito dilettantistico a partire dal 26 gennaio fino al 10 febbraio 2022. A tal proposito, le liste di svincolo di calciatori dilettanti, limitatamente a coloro che hanno sottoscritto accordi economici ai sensi dell’art.94 ter delle Noif e previa sottoscrizione del modulo di svincolo da parte del tesserato, e per i giovani di Settore Giovanile, potranno essere depositate dal 26 gennaio al 2 febbraio 2022.

Su proposta del presidente federale, il Consiglio ha allineato le date dei controlli dei pagamenti fiscali e previdenziali in base alle sospensioni e ai rinvii concessi alle società calcistiche contenuti nel cosiddetto Decreto Fiscale (dl 146/2021) e nella Legge di Bilancio (l 234/2021).

Per il comunicato stampa clicca qui

Commenti

PUBBLICITA'