• Romagna Sport
  • Marche Sport

Calcio | Dilettanti

Il punto della Promo D alla dodicesima di andata

La capolista Bentivoglio passa anche a Trebbo ma Zola, Faro e Portuense tengono il passo.

Pagina 1 di 1

29/11/2021

Il punto della Promo D alla dodicesima di andata

 

Passione e Promozione.Il punto della Promo D alla dodicesima di andata

La capolista Bentivoglio passa anche a Trebbo ma  Zola, Faro e Portuense tengono il passo.

Il Bentivoglio prosegue la marcia, ma alle sue spalle le inseguitrici non mollano.  La capolista comanda difatti a -34-, Zola a 26,Faro a 25 e questo e' il podio . Portuense a 23, Atletico Castenaso 19, ecco la prima fascia. A centro classifica  Libertas CSP a 18 ,  Osteria Grande , Trebbo  e Porretta a 16, Sesto Imolese  a 15, Fossolo a 11, Sasso Marconi a 10 , Funo a 4 e chiude la classifica l’Airone,  con 3 punti.

25 reti segnate , 2 vittorie esterne, nessun pareggio.

Andiamo sui campi….

Bentivoglio capolista  passa nella difficile tana del Trebbo, squadra ostica e sempre difficile da affrontare e la prima della classe di Mister Nicola Galletti  fa valere la sua legge e si impone col punteggio di 2-0. Partita messa subito in discesa  come di sovente accaduto , da bomber D'Este, che di testa sistema tutti e insacca  (re dei bomber al 15’mo centro stagionale), nella prima parte di gara. Il Trebbo di Vito Melotti disputa una partita di grande generosita’ , cerca di avvicinarsi e di reagire , ma la forza del Bentivoglio è anche nella panchina. Entra Gualberto e al 63' infatti  firma il raddoppio con un piazzato mancino e velenoso che batte Albertazzi e che ipoteca un successo meritato con la propria forza e spessore , tenendola sempre lassu’...Nella parte finale prima Stanghellini e poi Mezgour vanno vicini a ridurre lo svantaggio ma Piovaccari sigilla la porta ospite ed arriva il fischio finale. Per gli arancioni di casa ,che escono a testa alta, la consapevolezza che, proprio in virtu’ della prestazione offerta contro la corazzata rossoblu’ , saranno ben altre le gare e le avversarie dove il Trebbo sbattagliera’ alla sua maniera...

Al Filippetti lo Zola di Mister Zaza , seconda forza del torneo, affronta la spavalda e giovane  Libertas di Mister Evangelisti. La squadra di casa ha la supremazia della gara nella prima frazione, con il solito forte possesso di palla , la Libertas contiene molto bene, ordinata  e sicura e  passa in vantaggio con  Pozzato che  sul secondo palo ed in elevazione, raccoglie un perfetto cross dalla sinistra ed incorna al sette dove non possono giungere il portiere Garoia e  i compagni della difesa . Si va all’intervallo con  il vantaggio della Libertas. La partita riprende e subito, a  causa una disattenzione difensiva, è abile Tonelli a prendere il pallone ed a infilare la palla nella porta castellana. Raggiunto il pareggio, lo Zola aumenta il ritmo e diventa padrona assoluta del campo creando diverse occasioni, alcune sventate dalla retroguardia biancooro, altre non finalizzate per imprecisione degli attaccanti. Nel giro di pochi minuti lo Zola passa in vantaggio e consolida il risultato con la doppietta di Longhi, abile a raccogliere, in entrambe le occasioni, due cross  su palle inattive ed a gonfiare la rete , sigillando il 3 a 1 per la forte compagine di Zaza che gestisce nel finale i tentativi degli ospiti biancoro, comunque autori di una buona prestazione.

Al Vito Romagnoli di Gaggio Montano , sotto la neve, in un pomeriggio proibitivo dal punto di vista ambientale,  il Faro di Mister Cati, privo di Daniele Lenzi e Masinara, fa suo, soffrendo fino alla fine,  uno dei match piu attesi della giornata battendo l’Atletico Castenaso di Mister Mazzoni ancora incompleto ed incerottato, ma che lotta sino al triplice fischio finale. Il Faro parte forte e costruisce la vittoria con un grande primo tempo nel quale impone ritmo e gamba legittimando il vantaggio con Farini alla mezzora e bissando con Valentino Frau dopo una decina di minuti. Al riposo sul 2 a 0 il Faro punta sulla gestione del risultato , colpisce un legno che significava chiusura di gara e cosa che riesce sino alla mezzora quando la tenacia ed il carattere dei blaugrana ospiti  emerge e capitan Arcesilai si carica la squadra sulle spalle ed e’ protagonista quando va ad accorciare alla mezzora ed in pieno forcing finale va ad un soffio dal pareggio che gli nega una prodezza di Salvatore, di nome e di fatto nella circostanza per i blues gaggesi che alla fine festeggiano davanti ai propri beniamini una importante e prestigiosa vittoria che li tiene saldi in terza piazza.

Al Bellini di Portomaggiore festival del gol in Portuense Etrusca - Airone che termina con un perentorio e largo 6 a 2 per i rossoneri di Alessandro Baiesi saldi al quarto posto in classifica e  che continuano a vincere a suon di gol. Momento magico per il Club del patron Antonio Cavallari e del Presidente Paolo De Maria. Apre come spesso accade  Xhulio Karapici trasformando un penalty , ma poi nella immediata reazione della squadra di Mister Sbarra e’ Capitan Pasquini a raggiungere un pari che dura lo spazio di pochi secondi perche Nordi rimette avanti la Portuense. Tocca poi tra il 20’ ed il 30’ a Mattia Filippi esibirsi ina delle sue perfomances da assoluto fuoriclasse siglando una doppietta. Rubini per l’Airone riduce per il 4 a 2  e si va al riposo. Al rientro tocca ancora a Xhulio Karapici fare il quinto mentre sara’ poi Edoardo Mazzoni a fissare il risultato finale sul 6 a 2 per una Portuense quarta forza , ma che sta letteralmente prendendo il volo.

Dal Fossolo Stadium di Bologna in un pomeriggio prima di pioggia e poi di vento polare, l’ Osteria Grande torna a casa con una bella vittoria, una prova importante , gagliarda e concreta , figlia di una grande determinazione con la quale scende in campo sin dalle prime battute. Il Fossolo cerca di condurre la gara mantenendo il pallino del gioco ma senza riuscire a colpire e i biancoblu' ribattono con veloci sortite, dopo aver posizionato una cerniera di mediana molto solida ed una difesa di grande attenzione , che trova in Filippo Leoni un'autentico insuperabile baluardo. L'occasione piu ' nitida e' per Manieri che ,messo in condizione ottimali colpisce a botta sicura ma coi piedi Leoni compie il miracolo.Al 38' sortita rapida dei biancoblu' che dal vertice d^ area guadagnano un piazzato. La taglia di mancino Michele Genuario, a rientrare;la palla colpisce la barriera e si innalza con una traiettoria che beffa Mantovani e l'intera difesa gialloblu'. Immediata la reazione dei padroni di casa che allo scadere sprecano il pari con Stefano Crisci, alfiere di casa nell'avvio delle azioni avanzate, e sempre in pericoloso agguato, assieme a Matteo Manieri. Dopo l'intervallo giunge il massimo sforzo della squadra di Mister Santaniello che spinge sul gas ma trova un superbo Leoni che attento neutralizza in un paio di circostanze. A meta' della seconda frazione, nel momento di massima pressione locale, l'Osteria, sempre molto guardinga e ordinata, guadagna un piazzato da oltre 20 metri per fallo su Budriesi. Sul pallone Giovanni Cusato, colpisce di collo pieno un missile destinato sotto la traversa che piega le mani di Mantovani , il quale ne rallenta l'ingresso in porta e poco prima della linea giunge Budriesi che di testa fa il tap in del 2 a 0. Il raddoppio ha effetti morali pesanti sulla spinta del Fossolo che, molto generoso, non demorde , ma gli argini biancoblu' non cedono, anzi ,in contropiede, nel finale, la palla ,a mezza altezza arriva in area locale a Michael Budriesi che, con movimento da grande ed autentico attaccante, la stoppa di petto e di collo destro con una bordata la scaraventa nell'angolo opposto di Mantovani per il tris finale di questa bella Osteria Grande. Onore al Fossolo autore di una gara intensa e generosa, ma complimenti all'Osteria guidata da Mister Marrese che con una grande prova corale coglie una significativa vittoria e tre punti d' oro in chiave di graduatoria.

 Al Cesare Sabattini di Porretta, sotto una pioggia incessante che ha reso il rettangolo verde dei porrettani pesantissimo, gli oranges di casa, nell’anticipo del sabato sera, danno il loro meglio ,battendo con il classico punteggio il  Sasso Marconi.  Partenza a razzo dei padroni di casa che dopo pochi minuti, dopo aver fallito con Callegari, al termine di una prolungata azione in area gialloblu’ gioiscono con Nardi che alla vecchia sbatte dentro alla porta di Nadalini, aprendo in discela una gara certamente non facile. Insiste il Porretta in questo scontro di testa coda appenninico e da una combinazione magica tra la pantera  Jardi  e il puma Adeyemi, due autentici assi, nasce una inarrestabile percussione di quest’ultimo che raddoppia a modo suo mettendo in condizione  i padroni di casa di disputare una seconda frazione di gestione dove il Sasso di Mister Collina pur con molti sforzi , sospinta dall’innesto di Corvino, non riesce a pungere ed al termine il Porretta gestisce e controlla al meglio la preziosa vittoria davanti al suo estremo Consolini ed esulta di fronte ai propri numerosi beniamini accorsi al Sabattini. Bella gara che ha esaltato queste due giovanissime formazioni e conferma soprattutto  il buonissimo campionato sinora disputato dai blue oranges.

 

Al Balducci il Sesto Imolese affronta il Funo nuova versione di Mister Marco Scagliarini, il quale si presenta  coriaceo e determinato. I rossoblu’  di casa appaiono invece , al pronti via alquanto sottotono rispetto al trend abituale ed Il primo tempo vede gli ospiti difatti , molto intensi ed aggressivi, i quali impongono un forte ritmo alla gara, creando molta densità in mezzo al campo e raddoppiando su tutti i palloni,costringendo il Sesto a giocare con lanci lunghi sempre preda dei difensori ospiti. Al 15' il Sesto batte una punizione sulla propria trequarti ma serve inavvertitamente Filippo Cini che, trovandosi la palla nei piedi e vedendo Calzolari fuori dai pali, compie una prodezza depositando la palla in rete con un preciso pallonetto da 40 metri.Per tutto il primo tempo il Funo raddoppia gli sforzi arrivando pericoloso nei pressi di Calzolari ma con poca precisione nelle conclusioni mentre per  il Sesto si segnala solo una bella percussione di Visani che, superata mezza difesa ospite, calcia debolmente di sinistro tra le  braccia di Cesari.Il secondo tempo vede tutta un altra partita; il Sesto rientra in campo, sferzato da Mister Merenda , più concentrato; riesce a mantenere il possesso palla e a creare azioni pericolose; da una bella combinazione tutta di prima tra Piancastelli-Visani-Tirello quest'ultimo serve palla sul secondo palo dove Nicolò Conti controlla e di destro supera un incolpevole Cesari; e’ il pareggio rossoblu’.Il Sesto non si accontenta, sospinto dal proprio pubblico con la tenacia e la grinta che ne connota soprattutto le gare in nel proprio fortino,  si butta a capofitto in avanti confezionando almeno 3/4 chiare occasioni da gol sventate da un superlativo Cesari ,ma nel contempo si espone alle ripartenze del Funo che non sta a guardare ed ha una ottima chance ancora con il suo frontman, Filippo  Cini, ma lo stesso centravanti viene ipnotizzato da un ottimo e bravo Calzolari. Il Sesto non demorde, inserisce forze fresche e all'80' trova la via della rete e della vittoria fortemente voluta; Enrico Conti supera il suo avversario diretto e serve al centro per l'accorrente Dattoma che da due passi deposita in rete, ed esplode il Balducci. Gli ultimi 5’ di recupero non sono sufficienti al Funo per riacciuffarla ed arriva il fischio finale per l’esultanza rossoblu’ di casa. Il Funo di Mister  “Scaglia” visto oggi e’ piu ‘ di una speranza per il futuro mentre il Sesto Imolese di Andrea Merenda conferma il proprio ottimo stato e campionato.  Copertina per Michael Budriesi e Xhulio Karapici, in doppietta.

 Arriva la 13’ ma ed ultima di andata. Siamo al giro di boa..

Bentivoglio–Portuense ed Atletico Castenaso –Zola i due match clou del giro di boa , ma Osteria Grande-Faro all’Ungarelli ,  Libertas CSP –Sesto Imolese al "Comunale ", Funo- Porretta saranno tutte partite da non perdere. Al Carbonchi Sasso Marconi –Trebbo mentre  Airone –Fossolo alle 15 di sabato  al Pederzini  aprira’ il programma dell’ ultimo valzer d’andata.

Allacciamo le scarpette …..Passione e Promozione…

 Gianfilippo Rossi

  Redazione ERS 

Commenti

PUBBLICITA'